Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il nuovo biomarcatore non invadente può essere utilizzato nella diagnosi di NAFLD

L'affezione epatica grassa analcolica (NAFLD) è l'affezione epatica più comune universalmente e può diventare cirrosi epatica, l'errore di fegato o il cancro. Corrente, la diagnosi analcolica (NASH) di steatohepatitis richiede una biopsia dilagante del fegato che può piombo alle complicazioni procedurali. Ora, i ricercatori all'università di Osaka che lavora con i collaboratori internazionali hanno identificato un biomarcatore non invadente che può identificare i pazienti a rischio delle complicazioni di NAFLD facendo uso di un'analisi del sangue semplice.

A causa della prevalenza aumentante dell'obesità universalmente, altrettanta come una in quattro esseri umani ha NAFLD. Indipendente da ingestione di alcol per definizione, la fase iniziale - NAFL (fegato grasso analcolico) - è asintomatica. Purtroppo, la progressione a NASH incorre nel danno infiammatorio e finalmente la fibrosi del fegato accade; ciò può più ulteriormente piombo ai risultati avversi. Il deterioramento del fegato può essere rinviato tramite le modifiche di stile di vita che comprendono la dieta e l'esercizio; quindi, la diagnosi precoce è tasto.

La conferma diagnostica richiede una biopsia del ago di stampa; tuttavia, gli svantaggi comprendono la spesa e la variabilità nella campionatura e nell'interpretazione. Il gruppo di ricerca esaminatore se potrebbero inventare uno schermo diagnostico facendo uso del transcriptomics, la scienza emergente di analizzare “il transcriptome,„ l'intera schiera delle molecole del RNA messaggero di un organismo derivate dall'espressione del genoma.

Abbiamo ottenuto il tessuto del fegato oltre da 300 giapponesi ed i pazienti europei con NAFLD biopsia-provato ed abbiamo realizzato l'ordinamento globale del RNA. Notevolmente, dai reticoli della proteina potremmo non solo distinguere NASH da NAFL, ma egualmente determiniamo gli marchi di garanzia molecolari di patologia di NASH. Specificamente, abbiamo segnato che i livelli di thrombospondin-2 (TSP-2), una glicoproteina codificati dal gene THBS2, sono stati aumentati di entrambi i NASH e fibrosi avanzata.„

Kazuhiro Kozumi, Co-Primo autore

I ricercatori hanno stabilito che l'espressione THBS2 in celle di fegato parallelizzasse gli indicatori clinici usati convenzionalmente per categorizzare le mutazioni patologiche compreso i livelli di enzimi di siero, il punteggio di attività di NAFLD e punteggio di fibrosi di NAFLD. “I livelli elevati del siero di TSP-2 nei pazienti di NAFLD erano significativamente in NASH che in NAFL,„ co-primi reclami autore di Takahiro Kodama, “e, interessante, l'aumento corrisposto con il grado di fibrosi.„

Tetsuo corrispondente Takehara autore spiega la pertinenza clinica dei loro risultati della ricerca. “L'espressione genica epatica entrambi i THBS2 nei livelli delle proteine del siero e del fegato di TSP-2 può diagnosticare le casse di NASH e/o di fibrosi avanzata. Un'analisi del sangue semplice e conveniente può fornire un sistema di allarme clinicamente utile per le complicazioni di NAFLD ed informare le modifiche di stile di vita o altri interventi che possono alterare il corso della malattia e migliorare la prognosi.„

Source:
Journal reference:

Kozumi, K., et al. (2021) Transcriptomics Identify Thrombospondin-2 as a Biomarker for Nonalcoholic Steatohepatitis and Advanced Liver Fibrosis. Hepatology. doi.org/10.1002/hep.31995.