Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'alto consumo di alimenti industriali nell'infanzia aumenta il rischio di grasso corporeo non sano dall'età adulta iniziale

Con sviluppo economico, sembrerebbe che gli effetti secondari indesiderabili quali la fabbricazione ed il consumo in serie di malattie altamente elaborate degli alimenti di ciarpame, dell'obesità, di inquinamento e di stile di vita egualmente aumentassero di prevalenza. Un nuovo documento pubblicato recentemente nella pediatria di JAMA del giornale riferisce le associazioni coerenti e significative fra il consumo aumentato di tali alimenti ultraprocessed `' dai bambini nel Regno Unito e un elevato rischio dell'obesità, della percentuale aumentata del grasso corporeo e della massa globale dell'organismo, prima che raggiungano la giovane età adulta.

Il gruppo ha detto:

Con una mancanza di regolamento e di permettere al basso costo ed alla disponibilità di questi alimenti, stiamo danneggiando la salubrità a lungo termine dei nostri bambini. Abbiamo bisogno urgentemente di efficace cambio politico di riparare il bilanciamento.„

Che cosa i bambini britannici stanno mangiando?

Come definito dalla NOVA, gli alimenti ultraprocessed (UPF) sono alimenti su scala industriale formulati che sono stati con una combinazione di trattamenti sequenziali, se fisico medica, chimico o biologico. Questi sono in genere vuoti di valore nutritivo, ma dei ricchi nella densità di energia.

Tali alimenti hanno alte concentrazioni di zucchero, di sale, di grassi saturati, ma di bassi livelli di proteine, di fibra dietetica e di micronutrienti. Sono inducente al vizio saporiti, ma a buon mercato, facilmente disponibile, pronto da mangiare e di marketing in un formato altamente attraente, particolarmente ai bambini.

UPFs comune comprende i wafer della patata, i pani di industriale, le bevande gassate ed i pasti scaffale-stabili congelati o del pasto.

Negli Stati Uniti e nel Regno Unito, tali pratiche dubbie piombo ad uno spostamento di massa a UPFs da parte dei bambini, rappresentanti circa due terzi della loro assunzione quotidiana di caloria. Ciò implica che UPFs fornisca più di 40% della dieta totale, nei grammi e più di 60% delle calorie totali.

Questo cambiamento non è limitato a questi paesi, sebbene possa essere il più prominente là. Invece, questo spostamento globale è stato simultaneo con un aumento nella prevalenza dell'obesità fra sia i bambini che gli adulti universalmente.

Lo studio indica che l'aumento nel consumo di UPF dai bambini è collegato ad un elevato rischio di diventare di peso eccessivo o obeso.

Come lo studio è stato fatto?

Gli studi più iniziali hanno indicato che il consumo aumentato di UPF aumenta la massa dell'organismo in adulti, collegati all'assunzione di troppe calorie. Egualmente è associato con più alta prevalenza dell'obesità, del diabete di tipo 2, della malattia cardiovascolare, del cancro e della morte fra gli adulti.

Lo studio corrente piombo dall'istituto universitario imperiale Londra nel Regno Unito. I dati sono venuto dallo studio longitudinale di Avon dei genitori e dei bambini (ALSPAC), coprente oltre 9.000 bambini da 7 a 24 anni, in 19 anni. Tutti i bambini sono stati valutati per l'indice di massa corporea (BMI), l'indice analitico di massa grasso (FMI), l'indice analitico di massa magro (LMI) e la percentuale di grasso dal corpo intero durante l'annuale o le visite quasi annuali.

Inoltre, un diario dell'alimento per i tre giorni è stato tenuto per due giorni della settimana e l'un giorno di fine settimana prima di ogni visita. Gli alimenti poi sono stati classificati come non trattato o come minimo sono stati trasformati; elaborato cucinando gli ingredienti per condire o la cottura degli alimenti non trattati; alimenti trasformati (facendo uso degli ingredienti di cottura di cui sopra, o sale, o zucchero); e UPFs.

Sulla base di questi, i bambini sono stati classificati nei quinto, dal più basso all'più alto consumo di UPF, variante da 23% a 68%, rispettivamente. Ciò indicherebbe che un quinto completo dei bambini nello studio ha ottenuto quasi 80% delle loro calorie da UPFs.

I bambini che hanno mangiato la maggior parte del UPFs erano più probabili avere madri più povere o meno istruite. Il UPF principale era bevande di frutta, comporre poco sotto un quarto del totale nel quinto quintile. Le bevande gassate hanno composto circa 12%, con gli alimenti pronti da mangiare a 9% ed i pani di industriale a 6%.

I bambini che hanno mangiato il meno UPFs hanno mangiati gli alimenti principalmente non trattati o freschi ed hanno bevuto le bevande quale il tè dell'acqua, latte/yogurt unflavored. Infatti, ciascuna di queste paia è stata utilizzata almeno da un quinto dei bambini in questa quintile.

Alto consumo di UPF connesso con la massa ad alta percentuale di grassi

Fin da nove anni, i bambini nel profilo del alto-UPF-consumo hanno avuti più alto Massachusetts del grasso corporeo. Il loro FMI a questa età era già 0,27 più alto all'anno riguardante quelli nel primo quintile ed aumentati a 0,03 più all'anno

La percentuale media del grasso corporeo era egualmente più alta. LMI ed il suo tasso di incremento come pure quello della percentuale media del grasso corporeo, erano, tuttavia, uniforme attraverso i quintiles.

Confrontato al quintile più basso, i bambini nei tre più alti quintiles di consumo erano più pesanti, hanno avuti più grasso intorno alle loro vite ed il peso medio in questi tre gruppi è aumentato più marcato. Quindi, quelli con il più alto consumo hanno mostrato 0,20 chilogrammi all'anno di più di obesità che quelli nel più basso e quelli nel quarto quintile hanno avuti 0,10 chilogrammi più di obesità all'anno.

Questi bambini hanno mostrato le traiettorie dell'più alta crescita, di 0,06 più all'anno per il BMI, 0,2 chilogrammi più all'anno per peso e 0,17 più all'anno per la circonferenza della vita. Più alto il consumo di UPF, più grande era l'aumento.

Prima che siano 24, coloro che ha avuto il più alto consumo di UPF hanno avuti un BMI più su da 1,2 kg/m2, con un aumento 1,5% nella percentuale del grasso corporeo, confrontata a quelle nel quintile più basso. Similmente, erano circa 3,7 chilogrammi più pesanti, con una circonferenza 3 cm della vita maggiori.

Che cosa sono le implicazioni?

Ciò è il primo studio per esplorare il collegamento fra il consumo di UPF e l'obesità in bambini su un tal lungo periodo. Osservazioni di Christopher Millett del ricercatore: “Chiediamo spesso perché le tariffe dell'obesità sono così alte fra i bambini britannici e questo studio fornisce una finestra in questa.„

Gli studi più iniziali dal Portogallo, dalla Spagna e dal Brasile, per esempio, che non sono riuscito a mostrare tali associazioni potrebbero essere perché i bambini in quei paesi hanno consumo molto più basso di UPF. Al contrario, ampiamente si riconosce che i bambini che consumano più bevande zuccherate con lo zucchero sono più probabili essere obesi, acconsentendo con i risultati di questo studio.

Se questi reticoli del consumo di UPF continuano o intensificano fra i bambini, segnalano: 1) il potenziale per un più alto consumo di questi per tutta la vita degli alimenti non sani dovuto l'istituzione delle abitudini dietetiche; e 2) il pericolo di un aumento su grande scala futuro nell'obesità, diabete di tipo 2, ipertensione, malattia cardiovascolare e cancro come pure un più alto tasso di mortalità, fra gli adulti.  

Malgrado gli alti utili a breve termine dell'industria di UPF, i governi devono agire per diminuire il consumo di questi alimenti. Per esempio, tali alimenti hanno potuto essere alimenti tassati e freschi o non trattati sovvenzionati per incentivare uno spostamento agli ultimi.

L'atto volontario dai produttori di UPF è improbabile da creare l'impatto adeguato, particolarmente nelle istanze dove questi alimenti sono commercializzati molto ed i bambini dell'obiettivo. Ciò dovrebbe essere limitata ed il contrassegno stampato in neretto in un posto prominente ha reso obbligatorio.

Inoltre, alcuni regolamenti trascurano UPFs finchè rispettano i regolamenti circa lo zucchero diminuito, il sale ed il contenuto calorico globale.

Questo studio non fornisce le comprensioni su che unità l'associazione, in grado di essere un campo per ulteriore ricerca.

Il gruppo scrive:

Soltanto le polizze obbligatorie che mirano a UPFs olistico, con il rafforzamento globalmente cooperativo dei regolamenti e degli accordi commerciali diminuire l'offerta ed il consumo di UPFs, neutralizzeranno il carico sostanziale del consumo di UPF sull'ambiente e sui sistemi sanitari universalmente.„

Journal reference:
Dr. Liji Thomas

Written by

Dr. Liji Thomas

Dr. Liji Thomas is an OB-GYN, who graduated from the Government Medical College, University of Calicut, Kerala, in 2001. Liji practiced as a full-time consultant in obstetrics/gynecology in a private hospital for a few years following her graduation. She has counseled hundreds of patients facing issues from pregnancy-related problems and infertility, and has been in charge of over 2,000 deliveries, striving always to achieve a normal delivery rather than operative.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Thomas, Liji. (2021, June 17). L'alto consumo di alimenti industriali nell'infanzia aumenta il rischio di grasso corporeo non sano dall'età adulta iniziale. News-Medical. Retrieved on September 27, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20210617/High-junk-food-consumption-in-childhood-increases-risk-of-unhealthy-body-fat-by-early-adulthood.aspx.

  • MLA

    Thomas, Liji. "L'alto consumo di alimenti industriali nell'infanzia aumenta il rischio di grasso corporeo non sano dall'età adulta iniziale". News-Medical. 27 September 2021. <https://www.news-medical.net/news/20210617/High-junk-food-consumption-in-childhood-increases-risk-of-unhealthy-body-fat-by-early-adulthood.aspx>.

  • Chicago

    Thomas, Liji. "L'alto consumo di alimenti industriali nell'infanzia aumenta il rischio di grasso corporeo non sano dall'età adulta iniziale". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20210617/High-junk-food-consumption-in-childhood-increases-risk-of-unhealthy-body-fat-by-early-adulthood.aspx. (accessed September 27, 2021).

  • Harvard

    Thomas, Liji. 2021. L'alto consumo di alimenti industriali nell'infanzia aumenta il rischio di grasso corporeo non sano dall'età adulta iniziale. News-Medical, viewed 27 September 2021, https://www.news-medical.net/news/20210617/High-junk-food-consumption-in-childhood-increases-risk-of-unhealthy-body-fat-by-early-adulthood.aspx.