Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Medici dell'università di RUDN trovano le alterazioni nel profilo dell'amminoacido del siero in bambini con ADHD

Medici dell'università di RUDN hanno trovato le alterazioni nel profilo dell'amminoacido del siero in bambini con disordine dell'iperattività di deficit di attenzione (ADHD). I risultati contribuiranno a capire il meccanismo del disordine ed a sviluppare le nuove strategie del trattamento. Lo studio è pubblicato nei rapporti del Biomedical del giornale.

Il disordine dell'iperattività di deficit di attenzione (ADHD) è un disordine neurodevelopmental che si manifesta nell'infanzia. I bambini con ADHD lo trovano difficile concentrare e gestire il loro impulsivity. È conosciuto che ADHD egualmente è manifestato al livello del neurochemical -- per esempio, il lavoro di dopamina e di noradrenalina è interrotto. Tuttavia, non ci sono ancora dati definitivi su come il responsabile del profilo degli amminoacidi di funzione del cervello cambia in ADHD. Sebbene le droghe che consistono degli amminoacidi siano usate spesso per il trattamento di ADHD. Gli scienziati dell'università di RUDN hanno individuato le alterazioni del profilo dell'amminoacido in siero di sangue in bambini con ADHD.

“Gli amminoacidi serviscono un ruolo significativo nello sviluppo e nel funzionamento del cervello. In particolare, amminoacidi determinati o i loro precursori sono affermati partecipare alla segnalazione di un neurone come neurotrasmettitori. Corrispondentemente, la rottura del metabolismo dell'amminoacido provoca i disordini neurologici significativi, specialmente in bambini. Di conseguenza, disfare i meccanismi di fondo potenziali implicati in patogenesi di ADHD è essenziale per il miglioramento della nostra comprensione del disordine ed ulteriore sviluppo delle strategie di gestione„, Anatoly Skalny, DSc, capo del dipartimento di RUDN degli elementi medici studia

102 bambini invecchiati 7 - 14 anni sono stati coinvolgere nello studio. 71 di loro sono diagnosticato stati con ADHD, il resto dei partecipanti erano neurotypical (senza disordini diagnosticati). Il livello di amminoacidi nel siero di sangue è stato misurato facendo uso di cromatografia a fase mobile liquida. Poi gli scienziati hanno paragonato i dati ottenuti in bambini a ADHD ed in bambini neurotypical che usando i metodi statistici.

È risultato che il profilo dell'amminoacido del siero in bambini con ADHD differisce dai bambini neurotypical. L'istidina, la glutamina ed i livelli della prolina sono stati trovati per essere 29%, 10% e 20% più basso, rispettivamente. L'acido aspartico ed il glutammato sono stati trovati per essere 7% più alti e idrossiprolina-42% più alta. Di conseguenza, il rapporto di glutamina a glutammato in bambini con ADHD è 28% più basso del normale ed il rapporto della prolina all'idrossiprolina è 29% più basso. Il primo rapporto è uno degli indicatori della trasmissione degli impulsi nervosi ed il secondo può essere un indicatore dei disordini del metabolismo del collageno e del tessuto connettivo. Le malattie relative a volte sono considerate essere associate con ADHD.

Le alterazioni osservate in pro/Hypro e livelli e rapporti di Gln/Glu probabilmente sono associate con la patologia di coesistenza e le alterazioni del tessuto connettivo nella neurotrasmissione glutamatergic in ADHD, rispettivamente. Tuttavia, avanzi in vivo e gli studi in vitro sono richiesti per studiare i meccanismi dettagliati che collegano il metabolismo dell'amminoacido con ADHD.„

Anatoly Skalny, DSc, capo del dipartimento di RUDN degli elementi medici studia

Source:
Journal reference:

Skalny, A.V., et al. (2021) Alterations in serum amino acid profiles in children with attention deficit/hyperactivity disorder. Biomedical Reports. doi.org/10.3892/br.2021.1423.