Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La sindrome di viscere irritabili è collegata ai biofilms batterici nell'intestino

Uno in sei donne ed uno in dodici uomini in Austria soffrono da certo modulo di IBS - quindi intorno un milione di genti in tutto. Facendo uso delle tecniche attualmente disponibili, è soltanto possibile diagnosticare IBS tramite un trattamento dell'eliminazione.

La maggior parte della gente che soffre dalla sindrome di viscere irritabili va soltanto al loro medico quando hanno sintomi severi quali costipazione, diarrea, dolore addominale, o un cambiamento nel moto delle viscere. I ricercatori dal dipartimento di medicina III dell'università medica di Vienna e dell'università di Vienna ora hanno indicato che, nella maggior parte dei casi, IBS è associato con i biofilms batterici nell'intestino che sono visibili in esame endoscopico.

“Per la prima volta, siamo riuscito ad identificare una causa della sindrome di viscere irritabili e, allo stesso tempo, a mostrare come questa malattia può essere diagnosticata più esattamente, classificato e valutato,„ diciamo Christoph Gasche, testa del laboratorio per la gastroenterologia molecolare all'università medica di Vienna ed alla guida dello studio costituito un fondo per dal fondo austriaco di scienza (FWF) e dal fondo di scienza e tecnologia di Vienna (WWTF), che ora è stata pubblicata in gastroenterologia principale del giornale ed ha prodotto in collaborazione con il microbiologo Athanasios Makristathis di MedUni Vienna, la bacca di David e Markus Muttenthaler (università di Vienna) come pure Timo Rath (università di Friedrich Alexander, Erlangen).

Secondo lo studio, la gente che ha catturato molto farmaco nel corso delle loro vite, di modo che il bilanciamento della loro flora dell'intestino è stato interrotto, è più probabile essere influenzata dai biofilms batterici. Un altro sottogruppo interessante è pazienti che precedentemente hanno avuti trapianti di organi. Gasche spiega:

“Determinate droghe, quali gli inibitori della pompa del protone, possono rovesciare il bilanciamento dell'ecosistema batterico. I batteri poi entrano in modo di sopravvivenza. Per darsi una migliore probabilità della sopravvivenza del questo sforzo, legano insieme per la sicurezza e formano i biofilms, una specie di spazio protettivo che li rende resistenti agli antibiotici e ad altre tossine ambientali.„

Nel totale, più di 1.000 colonoscopie sono state eseguite in uno studio multicentrato ed è stato trovato che due terzi di coloro che ha avuto sintomi di IBS egualmente hanno avuti biofilms in loro piccolo o intestino crasso. Tuttavia, questi biofilms mucosi egualmente sono trovati in un terzo dei pazienti con colite ulcerosa.

Questa matrice batterica, che può essere reticolare o persino planare, aderisce come uno strato sottile sul rivestimento mucoso dell'intestino - non a differenza di placca batterica nella carie - quindi alterando le sue funzioni e, quindi, quella dell'intestino.

Finora, è stato presupposto sempre nelle indagini che questa pellicola appiccicosa si componesse dei residui di impurità nell'intestino, che erano difficili da eliminare. Tuttavia, ora abbiamo potuti indicare che questo è dove la matrice batterica aderisce.„

Christoph Gasche, testa, laboratorio per gastroenterologia molecolare, università medica di Vienna

Una scoperta rivoluzionaria per gli autori principali dello studio, und Michaela Lang di Maximilian Baumgartner, su una parità “con la scoperta dei pilori a forma di bastoncino di Helicobacter del batterio, che permanentemente cambierà l'ambiente gastrico.„

L'irrigazione ha potuto aiutare, biofilms come nuova caratteristica di IBS

In molti casi è possibile lavare via questi biofilms nell'intestino crasso facendo uso “di una pistola a spruzzo„ endoscopica. Gli studi futuri mostreranno se questo allevia i sintomi di IBS. Inoltre, questa tecnica non può (finora) è usata per eliminare i biofilms dall'intestino tenue, in cui egualmente accadono frequentemente.

In un nuovo progetto costituito un fondo per dal fondo di scienza e tecnologia di Vienna (WWTF), gli esperti in MedUni Vienna quindi già stanno studiando come i nuovi risultati circa questi biofilms possono essere utilizzati nel futuro per eliminarli o persino per impedirli generalmente la formazione in primo luogo. Ma una conclusione può già essere ricavata dai risultati di studio:

“I Biofilms riflettono uno squilibrio nella flora dell'intestino, potrebbero spiegare bene i sintomi dei pazienti di IBS e, quindi, provocare i nuovi approcci terapeutici,„ dica i ricercatori.

Source:
Journal reference:

Baumgartner, M., et al. (2021) Mucosal biofilms are an endoscopic feature of irritable bowel syndrome and ulcerative colitis. Gastroenterology. doi.org/10.1053/j.gastro.2021.06.024.