Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La nuova ricerca scopre le differenze sostanziali nelle tariffe dei cancri di infanzia

La nuova ricerca scopre le differenze sostanziali nelle tariffe dei cancri di infanzia quando tenendo conto di singolo anno piuttosto che raggruppando parecchi anni insieme. Lo studio pubblicato presto da Wiley online nel CANCRO, un giornale pari-esaminato dell'associazione del cancro americana, anche trovato che i bambini di minoranza hanno rischi differenti che i bambini bianchi per molti tipi di cancri.

Le tariffe del Cancro fra i bambini negli Stati Uniti sono riferite tipicamente nelle fasce d'età di cinque anni, che possono oscurare i dettagli importanti. Inoltre, le variazioni razziali ed etniche nelle tariffe pediatriche del cancro sono presentate tipicamente nelle vaste categorie dell'età.

Erin L. Marcotte, PhD, dell'università di Minnesota e dei suoi colleghi ha esaminato 2000-2017 dati dalla sorveglianza, dall'epidemiologia e dal programma di risultati finali (SGOMBRO), una sorgente per le statistiche del cancro negli Stati Uniti, per valutare le tariffe di incidenza del cancro dalle fasce d'età strette dalla nascita a 39 anni ed attraverso le corse e le origini etniche. “C'è razziale significativo e disparità etniche nell'incidenza di alcuni tipi del cancro di infanzia, “ha detto il Dott. Marcotte. Ulteriormente, a differenza nei cancri che si presentano in adulti più anziani, nell'incidenza di cancro fra i bambini ed in giovani adulti ha variazioni notevoli dall'età alla diagnosi ed a studiare queste variazioni spesso piombo ad una comprensione più profonda delle cause del cancro di infanzia.„

Parecchi tipi del cancro hanno evidenziato le differenze sostanziali entro il singolo anno, sia complessivo che attraverso razziale ed i gruppi etnici. I bambini neri, gli adolescenti ed i giovani adulti hanno avuti tariffe più basse della leucemia linfoblastica acuta, o TUTTI (un cancro bianco del globulo), hanno paragonato ai bambini bianchi, particolarmente alle età da 1 a 7 anni e da 16 a 20 anni. “I bambini neri ed i giovani adulti hanno avuti tariffe più basse di TUTTI, la leucemia di infanzia più comune, ad ogni età, ma questo rischio in diminuzione era più notevole fra le età 2 - 5 dei bambini, dove TUTTA L'incidenza fra i bambini neri era di meno che la metà quello dei bambini bianchi,„ ha detto il Dott. Marcotte.

I ricercatori egualmente hanno osservato quello mentre i bambini neri hanno avvertito la stessa incidenza di linfoma non Hodgkin (un altro cancro bianco del globulo) come bambini bianchi, il nero che i giovani adulti erano all'elevato rischio che i giovani adulti bianchi, comincianti all'età 28. I bambini neri erano egualmente all'elevato rischio per il nephroblastoma, un tumore raro del rene diagnosticato tipicamente prima dell'età 5 anni.

I bambini ispani hanno avuti elevato rischio di linfoma di Hodgkin che i bambini bianchi alle età 0 - 9 anni, ma hanno avuti più a basso rischio a tutte le altre età. Egualmente hanno avuti tariffe più basse del astrocytoma, di un cancro del cervello o del midollo spinale, ma di più alte tariffe di TUTTI, particolarmente alle età da 10 a 23 anni. L'analisi egualmente ha rivelato che gli isolani asiatici e pacifici ed i nativi indiani e d'Alasca americani hanno tariffe più basse di molti tipi di cancri di infanzia.

Alcuni dei reticoli che abbiamo osservato possono essere dovuto le differenze razziali ed etniche nei fattori di rischio conosciuti del cancro di infanzia, quale l'esposizione alle infezioni ed alle anomalie congenite. Egualmente sappiamo che le cause di ogni tipo di infanzia e di giovane cancro adulto possono variare secondo l'età a cui si presenta. Per esempio, l'esposizione al virus di Epstein-Barr è associata con linfoma di Hodgkin diagnosticato in bambini più giovani dell'età 10, ma non alle vecchiaia. Così l'esposizione del virus di Epstein-Barr può spiegare l'elevato rischio di linfoma di Hodgkin fra i bambini ispani più giovani dell'età 10."

Erin L. Marcotte, PhD, dell'università di Minnesota,

Il Dott. Marcotte spera che questo lavoro svolga un ruolo nella diminuzione delle disparità razziali ed etniche nel rischio di cancro fra i bambini ed i giovani adulti.

Source:
Journal reference:

Marcotte, E. L. et al. (2021) Racial and ethnic disparities in pediatric cancer incidence among children and young adults in the United States by single year of age. doi.org/10.1002/cncr.33678.