Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio mostra una risposta immunitaria robusta al vaccino COVID-19 negli ufficiali sanitari di allattamento al seno

Uno studio recente dai ricercatori dalla Polonia, pubblicata nei vaccini del giornale, mostra come i livelli di anticorpi di IgG e di IgA specifici alla glicoproteina della punta di SARS-CoV-2 aumentano sia di campioni del siero che del latte materno delle madri che seguono la vaccinazione contro la malattia di coronavirus (COVID-19) - con le implicazioni importanti per ulteriori sforzi vaccino di progettazione.

La pandemia in corso COVID-19 corrente sta affrontanda con uno srotolamento vaccino globale senza precedenti. Basicamente, i vaccini contro COVID-19 sono destinati per avviare la produzione naturale degli anticorpi nel corpo umano come pure per stimolare le celle immuni alla protezione confer adeguata.

Tuttavia, quando il programma di vaccinazione iniziato, c'era una mancanza di dati sulla sicurezza del vaccino COVID-19 in donne d'allattamento, ma anche i sui effetti su produzione di latte, escrezione del latte ed il bambino allattato. Ciò nonostante, gli specialisti hanno firmato i vaccini del RNA messaggero (mRNA) come cassaforte per entrambe le madri di allattamento al seno ed i loro bambini.

La ragione era il fatto che il vaccino del mRNA porta soltanto le informazioni genetiche state necessarie per la sintesi della glicoproteina della punta SARS-CoV-2. Ciò significa che non contiene un virus indebolito o un virus con il potenziale di ripiegare, come nel caso di molti più vecchi vaccini. Così il rischio di eventi avversi è diminuito significativamente.

Eppure, poichè gli Stati Uniti Food and Drug Administration (FDA) hanno raccomandato di lasciare la decisione sulla vaccinazione contro COVID-19 alle donne stesse, lo scopo di questi studi (intrapresi dai ricercatori dall'università medica di Wroclaw in Polonia) era di valutare la risposta immunitaria alla vaccinazione COVID-19 nelle donne di allattamento al seno e nei vantaggi possibili per sia la madre che il bambino.

Un approccio metodologico

La popolazione di studio ha fatto partecipare 32 donne d'allattamento al seno che precedentemente hanno deciso di catturare il vaccino dovuto la loro occupazione nel settore di sanità e nel rischio professionale successivo di contratto del COVID-19. C'era egualmente un gruppo di controllo che ha comportato 28 che allattano, donne non vaccinate.

Il vaccino BNT162b2 di Pfizer-BioNTech mRNA è stato usato, che codifica la glicoproteina integrale della punta SARS-CoV-2. È stato dato intramuscolarmente in due dosi (21 giorno a parte) secondo i regolamenti locali e le caratteristiche di prodotto.

Sia i campioni del siero che i campioni del latte materno sono stati raccolti nei periodi designati dopo le vaccinazioni. Le concentrazioni di anti-SARS-CoV-2 IgG, di anticorpi di IgA e di IgM sono state misurate con l'uso dell'analisi enzima-collegata quantitativa dell'immunosorbente (ELISA)

Ad alto livello degli anticorpi in siero e latte materno

In breve, una forte secrezione degli anticorpi di SARS-CoV-2-specific IgA e di IgG è stata individuata in latte materno per sei settimane dopo la vaccinazione. Ancora, il livello di IgG del latte materno era rilevabile ed altamente correlato ai livelli di IgG nei campioni del siero.

Sia gli anticorpi di IgA che di IgG sono aumentato significativamente di siero e di latte materno che seguono la vaccinazione - con le più alte concentrazioni di tutti gli anticorpi il giorno 29 dopo la prima dose vaccino e una diminuzione il giorno 43. Il tipo di allattamento al seno non ha influenzato il livello di anticorpi in latte materno.

Poichè gli anticorpi contro SARS-CoV-2 precedentemente individuato nel latte materno delle donne infettate con COVID-19 hanno dimostrato i forti effetti di neutralizzazione, implicanti un effetto protettivo potenziale contro l'infezione negli infanti, lo stessi possono essere preveduti dopo la vaccinazione.

Implicazioni per la vaccinazione delle donne di allattamento al seno

Questo studio ha fornito le informazioni indispensabili per comprensione migliore della risposta immunitaria ad una vaccinazione COVID-19 nelle donne di allattamento al seno, ma anche i sui effetti possibili giù la riga sul bambino allattato.

Poichè non c'erano effetti secondari seri nei bambini dopo le vaccinazioni delle madri e la presenza di anticorpi di IgA e di IgG nel latte materno è stata indicata, lo studio dà ulteriore prova sull'importanza della vaccinazione contro COVID-19 nelle donne di allattamento al seno„, dice gli autori di questo studio.

Di conseguenza, le raccomandazioni future per la vaccinazione COVID-19 nella popolazione in genere delle madri di allattamento al seno dovrebbero catturare questi risultati in considerazione. Tuttavia, poichè la capacità di neutralizzazione di IgG e di IgA non è stata valutata, non c' è una necessità di valutare se le madri d'allattamento possono realmente trasferire gli anticorpi protettivi ai loro infanti di professione d'infermiera.

Sorgente dell'articolo:

Jakuszko, K. et al. (2021). Risposta immunitaria alla vaccinazione contro COVID-19 negli ufficiali sanitari di allattamento al seno. Vaccini. https://doi.org/10.3390/vaccines9060663, https://www.mdpi.com/2076-393X/9/6/663.  

Journal reference:
Dr. Tomislav Meštrović

Written by

Dr. Tomislav Meštrović

Dr. Tomislav Meštrović is a medical doctor (MD) with a Ph.D. in biomedical and health sciences, specialist in the field of clinical microbiology, and an Assistant Professor at Croatia's youngest university - University North. In addition to his interest in clinical, research and lecturing activities, his immense passion for medical writing and scientific communication goes back to his student days. He enjoys contributing back to the community. In his spare time, Tomislav is a movie buff and an avid traveler.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Meštrović, Tomislav. (2021, June 21). Lo studio mostra una risposta immunitaria robusta al vaccino COVID-19 negli ufficiali sanitari di allattamento al seno. News-Medical. Retrieved on September 27, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20210621/Study-shows-a-robust-immune-response-to-COVID-19-vaccine-in-breastfeeding-health-workers.aspx.

  • MLA

    Meštrović, Tomislav. "Lo studio mostra una risposta immunitaria robusta al vaccino COVID-19 negli ufficiali sanitari di allattamento al seno". News-Medical. 27 September 2021. <https://www.news-medical.net/news/20210621/Study-shows-a-robust-immune-response-to-COVID-19-vaccine-in-breastfeeding-health-workers.aspx>.

  • Chicago

    Meštrović, Tomislav. "Lo studio mostra una risposta immunitaria robusta al vaccino COVID-19 negli ufficiali sanitari di allattamento al seno". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20210621/Study-shows-a-robust-immune-response-to-COVID-19-vaccine-in-breastfeeding-health-workers.aspx. (accessed September 27, 2021).

  • Harvard

    Meštrović, Tomislav. 2021. Lo studio mostra una risposta immunitaria robusta al vaccino COVID-19 negli ufficiali sanitari di allattamento al seno. News-Medical, viewed 27 September 2021, https://www.news-medical.net/news/20210621/Study-shows-a-robust-immune-response-to-COVID-19-vaccine-in-breastfeeding-health-workers.aspx.