Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

terapie di combinazione dell'Doppio-anticorpo efficaci contro le varianti SARS-CoV-2 nello studio sugli animali

Le terapie COVID-19 fatte dagli anticorpi sono date spesso ai pazienti che sono ad ad alto rischio della malattia e dell'ospedalizzazione severe. Tuttavia, ci sono stati domande fastidiose circa se tali terapie dell'anticorpo conservano la loro efficacia mentre le nuove varianti inquietanti del virus sorgono.

La nuova ricerca alla scuola di medicina dell'università di Washington a St. Louis suggerisce che molte, ma non tutti, terapie fatte dalle combinazioni di due anticorpi siano efficaci contro una vasta gamma di varianti del virus. Più ulteriormente, le terapie di combinazione sembrano impedire l'emergenza di farmacoresistenza.

Lo studio, in mouse ed in criceti, ha provato tutto il singolo ed a terapie basate a anticorpo di combinazione hanno autorizzato in caso d'urgenza da Food and Drug Administration (FDA), o quella sta valutanda nei test clinici della tardi-fase, contro un comitato dell'internazionale emergente e delle varianti degli Stati Uniti di SARS-CoV-2, il virus che causa COVID-19.

I risultati, pubblicati il 21 giugno nella natura del giornale, suggeriscono che le droghe COVID-19 fatte di due anticorpi conservino spesso la potenza come terapia contro le varianti anche quando studi in vitro -- esperimenti eseguiti in un piatto -- indichi che uno dei due anticorpi ha perso alcuno o tutta la capacità neutralizzare la variante.

Abbiamo saputo questi anticorpi stavano comportando in vitro, ma non diamo le droghe della gente basate solamente sui dati della coltura cellulare. Quando abbiamo guardato in animali, c'erano alcune sorprese. Alcune delle combinazioni hanno eseguito meglio di abbiamo pensato che, in base ai dati in vitro. E non c'era farmacoresistenza alle combinazioni qualunque, attraverso tutte varianti differenti. Stiamo andando dovere continuare a riflettere l'efficacia della terapia dell'anticorpo mentre più varianti sorgono, ma la terapia di combinazione probabilmente è necessaria per il trattamento delle infezioni con questo virus mentre più varianti emergono.„

Michael S. Diamond, MD, PhD, autore senior, il professor di Herbert S. Gasser di medicina

I cosiddetti anticorpi monoclonali imitano quelli generati dall'ente per combattere fuori il virus che causa COVID-19. L'amministrazione delle terapie dell'anticorpo oltrepassa il trattamento più lento ed a volte meno efficace dell'organismo di preparazione dei sui propri anticorpi. Quando questo studio ha cominciato, c'era due terapie di combinazione dell'doppio-anticorpo e una singola terapia dell'anticorpo autorizzata da FDA in caso d'urgenza. FDA ha revocato l'autorizzazione per la singola terapia dell'anticorpo, bamlanivimab, ad aprile considerando che non era efficace contro le varianti che circolano a quel tempo. A maggio, FDA ha autorizzato il singolo sotrovimab dell'anticorpo come trattamento per COVID-19.

In tutto, i ricercatori hanno valutato gli anticorpi che corrispondono a quei FDA-autorizzati fatti corrente da Eli Lilly and Co., da biotecnologia di Vir e di Regeneron/GlaxoSmithKline come pure dagli anticorpi in sviluppo da AbbVie, da Vir e da AstraZeneca che sono nei test clinici.

I ricercatori -- piombo dal co-primo crea Rita E. Chen, uno studente di MD/PhD, Emma S. Winkler, uno studente di MD/PhD ed il caso di Brett, il PhD, un ricercatore postdottorale -- ha provato gli anticorpi contro un comitato delle varianti del virus che contengono le mutazioni chiave nei loro geni della punta. Il virus SARS-CoV-2 usa la proteina della punta per invadere le celle. Tutte le a terapie basate a anticorpo monoclonali COVID-19 funzionano interferendo con l'interazione fra la proteina della punta e le celle.

Il comitato ha compreso le mutazioni trovate in tre delle quattro varianti che sono state designate “varianti di preoccupazione„ dall'organizzazione mondiale della sanità -- Alfa (in primo luogo identificata nel Regno Unito), beta (il Sudafrica) e gamma (Brasile) -- così come una variante emergente dall'India simile alla variante di delta di preoccupazione. Egualmente hanno verificato le varianti da New York e dalla California. I ricercatori hanno usato una miscela dei campioni del virus originalmente ottenuti dalla gente con COVID-19 e dagli sforzi del laboratorio geneticamente costruiti per contenere le mutazioni chiave.

I ricercatori hanno valutato gli anticorpi in criceti e due sforzi dei mouse. I ricercatori in primo luogo hanno dato agli animali gli anticorpi -- separatamente o nelle stesse combinazioni in cui sono dati ai pazienti dell'ossequio -- un giorno prima dell'infezione loro con una delle varianti del virus. I ricercatori hanno riflesso il peso degli animali per i sei giorni e poi hanno misurato la quantità di virus nei loro radiatori anteriori, in polmoni ed in altre parti del corpo.

Sebbene alcuni singoli anticorpi indicati diminuiscano o nessuna capacità di neutralizzare le varianti del virus in un piatto, le dosi basse della maggior parte delle combinazioni dell'anticorpo protette contro la malattia hanno causato da molte delle varianti. I ricercatori hanno ordinato i campioni virali dagli animali e non hanno trovato prova di farmacoresistenza in virus da c'è ne degli animali che erano stati trattati con le terapie di combinazione.

“La terapia doppia è sembrato impedire l'emergenza dei virus resistenti,„ ha detto il vantaggio di Jacco del co-author, il PhD, un professore associato di medicina, di microbiologia molecolare e di patologia & dell'immunologia. “La resistenza è sorto con alcune delle monoterapie, ma mai con la terapia di combinazione.„

Poiché a terapie basate a anticorpo COVID-19 soprattutto sono usate per curare la gente che già è infettata, i ricercatori egualmente hanno valutato come le combinazioni dell'anticorpo realizzate una volta dati dopo l'infezione con la beta variante. La beta variante è stata scelta perché è stato indicato per essere più probabile sfuggire alla neutralizzazione agli negli esperimenti basati a laboratorio ed ha la maggior parte della resistenza ai vaccini COVID-19. I cocktail dell'anticorpo che corrispondono a quelli da AstraZeneca, da Regeneron e da Vir erano tutto efficaci a diminuire la malattia causata dalla variante di gamma; quello da AbbVie soltanto era parzialmente protettivo e quello da Lilly non ha mostrato efficacia affatto.

“Sta andando essere andare utile in avanti capire come questi anticorpi monoclonali stanno andando comportarsi mentre le varianti continuano ad emergere,„ hanno detto il diamante, che egualmente è un professore di microbiologia molecolare e di patologia & dell'immunologia. “Dobbiamo pensare circa e generare le combinazioni di anticorpi per conservare la nostra capacità di trattare questa malattia. E dovremo riflettere per la resistenza -- sebbene, a mio parere, l'uso delle combinazioni specifiche faccia questo più di meno di un'emissione.„

Source:
Journal reference:

Chen, R.E., et al. (2021) In vivo monoclonal antibody efficacy against SARS-CoV-2 variant strains. Nature. doi.org/10.1038/s41586-021-03720-y.