Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il forum online traccia l'inizio di nuova era nella ricerca medica

Dopo le decadi degli sforzi scientifici, la ricerca di riusciti trattamenti di molti cancri e della maggior parte della malattia metastatica, Alzheimer ed altre circostanze rendanti incapace e/o micidiali a volte sembra colpire una parete. Il tempo è venuto a comprendere una nuova prospettiva nell'equazione: la prospettiva paziente, una comprensione unica che può contribuire a portare cadere in rovina di quelle pareti.

Perché? Nessuno conosce meglio che cosa significa avvertire una malattia che coloro che vive con e un vero approccio pluridisciplinare alla malattia dell'attrezzatura deve non solo avere pazienti al suo centro, ma egualmente partner con loro attraverso il trattamento della ricerca, da scienza di base agli studi clinici. La sfida ora è affinchè entrambi i pazienti e ricercatori collabori per maggior impatto.

in Europa, i responsabili della politica già stanno investendo nella creazione dell'ambiente in cui queste associazioni possono prosperare. La presidenza del trio del Consiglio dell'Unione europea, che decide l'agenda politica, co-ha firmato la dichiarazione su efficace ricerca sul cancro “Europa: Unisca contro Cancro„, che commette esplicitamente all'impegno paziente di sostegno nella ricerca sul cancro (vedi sotto).

Un forum online nazionale ed internazionale unito il 23 giugno esaminerà come le associazioni fra i pazienti e gli scienziati possono contribuire a fare le migliori domande, a migliorare i disegni della ricerca ed aumentare la traduzione di risultati della ricerca nella clinica. Questo forum online originale, guidato sia dalle organizzazioni pazienti che dagli istituti di ricerca accademici, è il primo di una serie di eventi che tracciano l'inizio di nuova era nella ricerca medica.

Sessione portoghese, 10-11: 30 di mattina (GMT+2/Bruxelles):

Un primo fuoco sulla situazione nel Portogallo riunirà i rappresentanti e gli scienziati pazienti, tra altri consegnatari di sanità, per identificare le buone pratiche e le sfide per la ricerca più efficace. Una tavola rotonda della gente che piombo le riuscite associazioni illustrerà e discuterà come i pazienti sono stati coinvolgere nella ricerca, contribuendo una prospettiva essenziale per impatto aumentato dei risultati scientifici.

Sessione internazionale, 12-1: 30pm (GMT+2/Bruxelles), in inglese:

a comprensioni basate a esperienza saranno presentate dai pionieri gennaio Geissler, presidenza del gruppo di lavoro delle reti europee dell'avvocatura del malato di cancro (WECAN) e da Bettina Ryll, fondatore della rete paziente Europa del melanoma (MPNE) e membro del quadro di missione del Cancro di Europa di orizzonte. Inoltre durante questa sessione, una carta stradale per partecipazione paziente alla ricerca in Europa egualmente sarà discussa, con la presenza di partecipanti e di funzionari dalla Germania, dal Portogallo e dalla Slovenia, i paesi che corrente compongono la presidenza del trio di Consiglio dell'UE. Questa sessione globale sarà chiusa da prof. il Dott. Manuel Heitor, il ministro portoghese di scienza, della tecnologia e dell'istruzione superiore.

L'evento è un'associazione fra le organizzazioni e le reti pazienti portoghesi quale l'accademia dei pazienti europei sul em terapeutico Diálogo, EVITA Cancro, la società portoghese dell'innovazione (EUPATI), di Plataforma Saúde di sclerosi a placche, con il banco nazionale portoghese della salute pubblica e del consorzio dell'europeo della maturazione 2020 di Champalimaud Foundation/UM.

L'iniziativa è egualmente una risposta alla sfida fatta dagli avvocati pazienti dalla rete paziente Europa del melanoma e dal gruppo di lavoro delle reti europee dell'avvocatura del malato di cancro (WECAN) nel contesto degli avanzamenti recenti in Europa ed obiettivi per promuovere una riflessione unita e costruttiva sulle opportunità differenti per la partecipazione dei pazienti nella ricerca.