Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'immunoterapia del Cancro può auto-limite la sua efficacia nei tumori di combattimento, ritrovamenti di studio

L'immunoterapia del Cancro che comprende le droghe che inibiscono CTLA-4 egualmente attiva una risposta indesiderata che può auto-limite la sua efficacia nei tumori di combattimento, secondo un nuovo studio piombo da Francesco Marangoni, Ph.D., assistente universitario della fisiologia & la biofisica e membro dell'istituto per l'immunologia all'università di California, Irvine. I risultati di studio sono pubblicati online nella cella del giornale.

Facendo uso del proprio sistema immunitario di una persona - immunoterapia - trattare il cancro può anche stimolare le celle regolarici di T, che sono essenziali per impedire l'autoimmunità, in cui l'organismo attacca le celle ed il tessuto sani, ma il controllo del tumore di limite. Alcune droghe anticancro della famiglia dell'inibitore del controllo bloccano la molecola CTLA-4 ed attivano sia le celle di T dell'effettore CD8 che CD4, che uccidono il cancro. Facendo uso di microscopia intravital, una tecnica che permette la rappresentazione delle celle all'interno di un organismo vivente, ricercatori ha trovato che il bloccaggio CTLA-4 egualmente causa l'espansione delle celle regolarici di T, facente diminuire l'effetto di immunoterapia.

Molta della nostra conoscenza dei meccanismi da cui l'immunoterapia funziona è messa a fuoco sugli aspetti positivi della reazione dell'organismo, ma sugli obiettivi di quel trattamento l'intero sistema immunitario. In questo studio, abbiamo studiato come le celle di Treg sono attivate all'interno della massa tumorale. Abbiamo scoperto che le celle di Treg sono attivate continuamente nel cancro. A loro volta, usano CTLA-4 per istruire le celle dentritiche trasformarsi in in attivatori inefficienti del sistema immunitario. Sopra inibizione CTLA-4, le celle dentritiche si trasformano in in più attivo e promuovono la funzione dell'effettore e delle celle di T regolarici allo stesso tempo. Ciò ha il potenziale di limitazione dell'efficacia e può spiegare l'errore di immunoterapia in alcuni pazienti.„

Francesco Marangoni, autore corrispondente sullo studio

La ricerca futura metterà a fuoco sull'identificazione e sull'eliminazione delle reazioni immuni indesiderate in altri moduli di immunoterapia. In particolare, le nuove strategie devono essere sviluppate per fare diminuire l'attivazione delle celle di Treg in un modo controllato per evitare “l'autoimmunità interna,„ Marangoni ha detto: “Lo svuotamento indiscriminante delle celle di Treg indurrebbe le celle di T dell'effettore CD8 e CD4 ad attaccare il nostro organismo e potenzialmente ad ucciderci.„

Source:
Journal reference:

Marangoni, F., et al. (2021) Expansion of tumor-associated Treg cells upon disruption of a CTLA-4-dependent feedback loop. Cell. doi.org/10.1016/j.cell.2021.05.027.