Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio di NIH suggerisce il collegamento fra uso della cannabis ed il suicidio in giovani adulti

Un'analisi dei dati di indagine dalle più di 280.000 giovani età degli adulti 18-35 ha indicato che l'uso della cannabis (marijuana) è stato associato con i rischi aumentati di pensieri del suicidio (ideazione suicida), della pianificazione di suicidio e del tentativo di suicidio. Queste associazioni sono rimanere indipendentemente da se qualcuno egualmente stava avvertendo la depressione ed i rischi erano maggiori per le donne che per gli uomini. L'oggi online pubblicato studio nella rete di JAMA aperta ed è stato condotto dai ricercatori all'istituto nazionale su abuso di droga (NIDA), parte degli istituti della sanità nazionali.

Mentre non possiamo stabilirci che l'uso della cannabis causi il suicidio aumentato abbiamo osservato in questo studio, ricerca della cedola di queste associazioni ulteriore, data particolarmente il grande carico del suicidio sui giovani adulti. Poichè capiamo meglio la relazione fra uso della cannabis, la depressione ed il suicidio, i clinici potranno fornire il migliori orientamento e cura ai pazienti.„

Nora Volkow, M.D., autore senior dello studio, Direttore di NIDA

Il numero degli adulti negli Stati Uniti che usano la cannabis più di quanto raddoppiato nel 2019 da 22,6 milioni nel 2008 a 45,0 milioni ed il numero degli utenti quotidiani o quasi giornalieri quasi triplicati nel 2019 da 3,6 milione - 9,8 milioni. Sopra lo stesso periodo, il numero degli adulti con la depressione egualmente è aumentato, come ha fatto il numero della gente che ha riferito l'ideazione o la pianificazione suicida o che è morto dal suicidio. Fin qui, tuttavia, la relazione fra le tendenze relative a cannabis usa ed il suicidio non è buono capito.

Lo studio corrente ha cercato di colmare questa lacuna. Per la loro analisi, i ricercatori di NIDA hanno esaminato i dati dalle 2008-2019 indagini del cittadino su uso della droga e su salubrità (NSDUH). NSDUH, che è condotto annualmente tramite l'amministrazione di abuso di sostanza e di servizi medico-sanitari di salute mentale, raccoglie i dati nazionalmente rappresentativi fra le età civile e noninstitutionalized 12 degli Stati Uniti della popolazione o più vecchio sulle cannabis usa ed usa il disordine, la depressione, il suicidio ed altri indicatori comportamentistici di salubrità. Oltre a determinare le associazioni fra questi fattori, i ricercatori esaminati se le associazioni hanno variato dal genere. Hanno esaminato i dati dalle 281.650 giovani età degli adulti 18 - 35 anni--l'intervallo di età quando la maggior parte dei disordini di uso e di umore della sostanza emergono--con un numero quasi pari delle donne e degli uomini.

I ricercatori hanno confrontato quattro livelli di uso dopo anno della cannabis: nessun uso della cannabis; nondaily uso della cannabis; uso quotidiano della cannabis, che è stato definito come uso almeno 300 giorni all'anno; e presenza di disordine di uso della cannabis, che è stato valutato nell'indagine e comprende rispondere ai criteri specifici per un reticolo di uso continuato della cannabis malgrado le conseguenze negative. Per determinare la presenza di depressione, hanno valutato la prevalenza degli episodi depressivi importanti basati sui criteri diagnostici specifici misurati con l'indagine. Per identificare le tendenze di suicidio, i ricercatori hanno valutato esclusivamente le tendenze relative alla prevalenza di ideazione suicida dopo anna, pianificazione e tentativo come riportato nelle 2008-2019 indagini di NSDUH.

I risultati dello studio hanno indicato quella anche gente che ha usato la cannabis nondaily, i poco di 300 giorni l'annualmente, erano più probabili avere ideazione suicida e pianificazione o tentare il suicidio che coloro che non ha usato la droga affatto. Queste associazioni sono rimanere indipendentemente da se qualcuno egualmente stava avvertendo la depressione. Fra la gente senza un episodio depressivo importante, circa 3% di coloro che non ha usato la cannabis ha avuto ideazione suicida, rispetto a circa 7% di quelle con nondaily uso della cannabis, circa 9% di quelli con uso quotidiano della cannabis e 14% di quelli con una cannabis usa il disordine. Fra la gente con la depressione, 35% della gente che non ha usato cannabis ha avuto ideazione suicida, rispetto a 44% di quelle nondaily ad uso della cannabis, 53% di coloro che ha usato il quotidiano della cannabis e 50% di coloro che ha avuto una cannabis usano il disordine. Le simili tendenze sono esistito per le associazioni fra i livelli differenti di uso della cannabis e pianificazione o tentativo di suicidio.

Inoltre, i ricercatori hanno trovato che le donne che hanno usato la cannabis a tutto il livello erano più probabili avere ideazione suicida o riferire una pianificazione di suicidio o tentare che gli uomini con gli stessi livelli di uso della cannabis. Per esempio, fra le persone senza episodio depressivo principale, la prevalenza di ideazione suicida per quelle con contro senza un disordine di uso della cannabis era 13,9% contro 3,5% fra le donne e 9,9% contro 3,0% fra gli uomini. Fra le persone con entrambe le cannabis usi il disordine e l'episodio depressivo principale, la prevalenza della pianificazione dopo anna di suicidio era 52% più su per le donne (23,7%) che gli uomini (15,6%).

“Il suicidio è una causa della morte principale fra i giovani adulti negli Stati Uniti ed i risultati di questo studio offrono le informazioni importanti che possono aiutarci a diminuire questo rischio,„ autore principale spiegato Beth Han, M.D., il Ph.D., M.P.H., da NIDA. “La depressione ed il disordine di uso della cannabis sono circostanze trattabili e l'uso della cannabis può essere modificato. Through meglio capendo le associazioni dei fattori di rischio differenti per il suicidio, speriamo di offrire i nuovi obiettivi per la prevenzione e l'intervento in persone che conosciamo può essere ad ad alto rischio. Questi risultati egualmente sottolineano l'importanza di adattamento degli interventi in un modo che catturano il sesso ed il genere in considerazione.„

Source:
Journal reference:

Han, B., et al. (2021) Associations of Suicidality Trends With Cannabis Use as a Function of Sex and Depression Status. JAMA Network Open. doi.org/10.1001/jamanetworkopen.2021.13025.