Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

i vaccini del mRNA COVID-19 possono aumentare le preoccupazioni dei pazienti circa gli effetti secondari

Foto vive “dell'eruzione del braccio di COVID„ e dei rapporti rossi di gonfiamento facciale nei pazienti che hanno ricevuto i riporti dermatologici dopo che la vaccinazione di Moderna o di Pfizer-BioNTech per COVID-19 può aumentare le preoccupazioni dei pazienti circa gli effetti secondari vaccino del mRNA e contribuire a perplessità vaccino.

Una rassegna completa in cliniche in dermatologia, condotta dall'università di ricercatori della scuola di medicina di Connecticut e pubblicata da Elsevier, conferma che quasi tutte le reazioni cutanee sono in gran parte auto-limitate e non dovrebbero scoraggiare ottenere il vaccino.

Gli autori hanno esaminato la letteratura pubblicata il maggio 2021 descrivendo gli effetti secondari cutanei dai vaccini corrente autorizzati del m.-RNA ed hanno completato la loro analisi con i dati dai centri per il sistema di segnalazione avverso di evento del vaccino della prevenzione e del controllo di malattie (CDC-VAERS).

Solitamente, le reazioni cutanee descritte non sono una fonte di preoccupazioni. I rapporti attuali dovrebbero rassicurare i pazienti dei profili di sicurezza e della benignità coercitivi globali delle reazioni dell'interfaccia dopo la vaccinazione del mRNA COVID-19.„

Cristiano Gronbeck, MD, co-author di studio, scuola di medicina, università di Connecticut

Le reazioni locali del sito iniezione possono accadere poco tempo dopo che amministrazione vaccino e possono prendere la forma del gonfiamento, del rossore/del eritema e/o del dolore. La tariffa di incidenza riferita negli studi esaminati da Dott. Gronbeck ed il suo co-author Jane M. Grant-Kels, MD, servizio di scuola di medicina di UConn di dermatologia, Farmington, CT, U.S.A., intervallo da 5,5 per cento a 23,7 per cento. I rapporti pubblicati acconsentono che queste reazioni sono inoffensive, transitorio ed in gran parte risoluzione nei due - cinque giorni. È importante distinguere queste reazioni dalle reazioni di ipersensibilità immediate del tipo allergico, quali il angioedema, l'emergenza respiratoria, o l'anafilassi che si presentano in quattro ore della vaccinazione. Tuttavia, gli studi esistenti forniscono la riassicurazione ai pazienti ed ai fornitori perché i sintomi dermatologici sono transitori e connessi raramente con anafilassi.

Le reazioni locali in ritardo, tipicamente eritema con l'indurimento delicato del tessuto al sito iniezione, si presentano i giorni piuttosto che le ore, dopo l'iniezione con il vaccino di Moderna. Sono temporanee e possono essere meno frequenti dopo la seconda dose. Probabilmente rappresentano l'ipersensibilità T-cella-mediata e gli autori acconsentono che probabilmente non diminuiscono la sicurezza vaccino. “Il riconoscimento delle reazioni in ritardo è ciò nonostante importante,„ il Dott. Gronbeck ed il Dott. Grant-Kels hanno detto, “sia alle aspettative pazienti della guida che eviti il trattamento medico inutile.„

Le reazioni cutanee raramente riferite e più insolite ai vaccini del mRNA COVID-19 hanno accaduto, sebbene i rapporti fossero molto limitati e fosse difficile da identificare le tariffe di incidenza globali. Le lesioni cutanee crostose, vescicolari, dolorose, coerenti con la riattivazione di herpes zoster, sono state riferite dopo sia i vaccini di Moderna che di Pfizer. È stato postulato che gli effetti immunomodulary dei vaccini COVID-19 possono promuovere la riattivazione di zoster e più ulteriormente gli studi sono necessari. Nel frattempo, gli autori suggeriscono il video intensificato per i pazienti con i fattori di rischio.

Parecchi casi del gonfiamento facciale nei pazienti con una cronologia dei riporti dermatologici sono stati riferiti dopo la vaccinazione COVID-19. Sebbene rari, questi eventi siano importanti da riconoscere in mezzo dell'espansione dei vaccini alla popolazione in genere e della popolarità crescente dei riporti cutanei.

Il CDC-VAERS corrente quota 260 rapporti della trompocitopenia immune (ITP), di un disordine caratterizzato dall'eccessiva ammaccatura e di emorraggia causata dai livelli abbassati della piastrina. I rapporti di caso suggeriscono che possa presentare diversamente ed accadere nella variazione delle popolazioni pazienti. Alcuni studi suppongono che la causa possa essere la distruzione immune-mediata della piastrina che segue il vaccino di COVID.

Tuttavia, dato la rarità globale, i ricercatori egualmente hanno considerato che essere alla base autoimmune o di un'altra malattia potesse svolgere un ruolo. Il trattamento ottimale deve più ulteriormente essere studiato, dato che l'immunosoppressione aggressiva può inumidire la risposta immunitaria desiderata dai vaccini.

Gli autori hanno osservato che la maggior parte dei studi ed i dati di VAERS non comprendono le tariffe di incidenza fra tutte le persone vaccinate, rendente lo difficile stimare la frequenza specifica di ogni reazione. Inoltre, molti studi hanno riferito le reazioni nei lavoratori di sanità, che non possono riflettere la più vasta popolazione. Malgrado queste imperfezioni, il Dott. Grant-Kels ha detto, “proponiamo parecchie considerazioni cliniche di rassicurazione per coloro che è titubante essere vaccinato.

In primo luogo, le reazioni riferite sono in gran parte auto-limitate e le reazioni più frequenti egualmente sono state trovate nei test clinici delle droghe, che sono state autorizzate per uso nella popolazione in genere. I sintomi del tipo allergico sono transitori e connessi raramente con anafilassi. Lo sviluppo delle reazioni rare quale herpes zoster, le reazioni cutanee del riporto e ITP erano raramente seri in natura ma giustificano il video clinico.„

Source:
Journal reference:

Gronbeck, C & Grant-Kels, J. M., (2021) Attention all anti-vaccinators: The cutaneous adverse events from the mRNA COVID-19 vaccines are not an excuse to avoid them!. Clinics in Dermatology. doi.org/10.1016/j.clindermatol.2021.05.027.