Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

COVID lungo ha prevalenza bassa in bambini in età scolare, lo studio BRITANNICO suggerisce

Con dare segni pandemico in corso di malattia 2019 (COVID-19) di coronavirus di una terza onda, molti ricercatori stanno esplorando le conseguenze a lungo termine dell'infezione in relazione con la sindrome respiratoria acuta severa di coronavirus 2 (SARS-CoV-2) in bambini. Mentre questa infezione è in genere asintomatica e momentanea in questo gruppo d'età, alcuni rapporti sono entrato di COVID lungo in bambini, con i sintomi persistenti per le settimane o i mesi dall'inizio.

Un nuovo studio, rilasciato come pubblicazione preliminare sul " server " del medRxiv*, offre alcune comprensioni in che cosa può essere preveduto in materia, in come terreno comunale sono, come presentano e come paragona alle conseguenze croniche di altri virus respiratori.

SARS-CoV-2 causa pricipalmente la malattia respiratoria in adulti, duranti una durata mediana del 11 giorno. Per contro, più di 40% delle infezioni pediatriche sia asintomatico. Del resto, la tosse e la febbre sono più comuni e soltanto alcune hanno una malattia vita mettente in pericolo o i risultati interni.

In Inghilterra, oltre di 1.500 bambini (invecchiati fino a 17 anni) ospedalizzati fra dal 19 marzo 2020 al 3 marzo 2021, con una relazione sull'esperimento positiva per l'infezione SARS-CoV-2, dieci morti sono state riferite comprendere meno di una in duecento delle morti da tutte le cause.

Alcuni rapporti sono emerso della sindrome infiammatoria di sistema multiplo in bambini (DIVERSI), solitamente a 2-4 settimane dall'infezione acuta. COVID lungo in adulti è riferito per pregiudicare appena più settimane scorse di 13% delle quattro, ma di questa caduta a 4,5% otto settimane scorse.

Il Regno Unito ha avuto una seconda onda severa dell'infezione, con 60.000 casi al giorno nel gennaio 2021. La prova era disponibile dovunque durante questo periodo, a differenza della prima onda. Inoltre, le restrizioni su movimento dalla casa hanno provocato le riduzioni drastiche di altri virus respiratori comuni, compreso l'adenovirus e le infezioni di influenza, includenti nei bambini banco-vecchi.

Molte prove sono state effettuate per COVID-19 a causa dei sintomi che causa in comune con queste altre infezioni respiratorie.

Lo studio corrente mostra una durata mediana di COVID-19 sintomatico in India per essere dei sei giorni, con la maggior parte dei bambini che riferiscono l'emicrania e la fatica (60% e 55%, rispettivamente). Altri sintomi comprendono la febbre, la gola irritata, il dolore addominale e la tosse persistente, in 25% - 44% dei bambini più in giovane età, mentre in bambini più anziani, gola irritata, la perdita di odore, febbre e la tosse persistente è stata riferita in 35% - 50% dei casi sintomatici.

In questo gruppo, l'anosmia è più comune, in circa 40% dei casi, di quanto riferita più presto.

Il numero mediano dei sintomi era tre e quattro in più giovani e bambini più anziani, durante la prima settimana della malattia. Con covid lungo, appena più di 4% dei bambini sono stati riferiti per essere influenzati per i 28 giorni o più, con un carico mediano di sintomo di sei durante la prima settimana e di otto in qualunque momento fino al ripristino. Ciò comprende i sintomi riferiti almeno una volta durante i periodi di tempo corrispondenti.

La maggior parte si sono lamentati della stanchezza, dell'emicrania, della perdita di odore e della gola irritata. Di giorno 28, il carico mediano di sintomo erano soltanto due e tre in più giovani e bambini più anziani, rispettivamente.

Per i bambini con i sintomi che persistono ai 56 giorni, i simili carichi di sintomo sono stati veduti nella prima settimana e fino ai 56 giorni. La maggior parte dei bambini si sono lamentati di perdita di odore, di emicrania, di gola irritata e di stanchezza.

I sintomi di COVID lungo ai 28 giorni erano più probabili in bambini più anziani, ma ai 56 giorni, non c'era tale differenza osservabile. In generale, i sintomi più comuni erano dell'emicrania, stanchezza, ma le vertigini, la confusione, sonnolenza erano egualmente presenti in fino a una in sette bambini. La fatica è stata osservata ad un certo punto in 85% dei bambini, appena come in adulti, in cui è tipicamente il sintomo più comune.

Rispetto ai bambini ai simili sintomi ma ad una prova negativa COVID-19, COVID lungo è stato riferito in meno di 1% ed i bambini più anziani sintomatici ai 56 giorni hanno avuti un carico relativamente più grande di sintomo interamente, una volta confrontati a quelli ai sintomi ai 28 giorni.

Lo studio indica che i bambini con COVID-19 recuperano tipicamente dopo un breve periodo sintomatico e che COVID lungo è raro in questo gruppo d'età, pregiudicando soltanto circa 4% e meno di 2% ai 28 e 56 giorni, rispettivamente. Dei pochi che lo sperimentino, il carico di sintomo coltiva col passare del tempo di meno. La maggior parte sono asintomatici entro otto settimane.

Le emicranie sono riferite in due-terzo dei bambini in uno studio ed in un quinto di tutti i bambini, era abbastanza severo perturbare le attività normali. Circa 4% dei bambini ha avuto fatica rendente non valida per più di alcuni giorni e la sindrome cronica di fatica è stata riferita in 1% dei bambini di 11-16 anni.

Una certa prova suggerisce quella dispnea, le perturbazioni dell'odore e le perturbazioni dell'apparato digerente, è più comune in bambini dopo COVID-19 che l'influenza. I problemi con la memoria, l'attenzione o l'apprendimento non sono stati riferiti, nessuni erano sintomi neurologici severi.

Lo studio copre 1-2% di tutti i bambini banco-vecchi che hanno verificato il positivo attraverso il Regno Unito attualmente. Un altro studio dall'ufficio BRITANNICO per le statistiche nazionali (ONS) suggerisce rispettivamente quel 10% dei bambini fra 2 e 11 anno e 12 e 16 anni, ha avuto sintomi persistenti a cinque settimane. A 12 settimane, 7-8% sintomi ancora avuti.

Una volta confrontato al riferimento calcola per mai-sintomatico, mai-auto-isolato, mai-esposto ha confermato SARS-CoV-2 il caso positivo, comandi mai-provati, gli stessi sintomi sono risultati prevalente in circa 2% di 2-16 anni.

Il carico di sintomo in COVID lungo è simile a quello trovato nelle malattie lunghe dovuto altre cause e nella maggior parte dei casi, richiede soltanto la cura da casa. Tuttavia, seguito adeguato è obbligatorio per tutti i bambini con le conseguenze a lungo termine che seguono tutta la malattia. Questi dati possono contribuire a modellare l'allocazione delle risorse di sanità a cura pediatrica nel Regno Unito nell'era pandemica ed in avanti.

Avviso *Important

il medRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
Dr. Liji Thomas

Written by

Dr. Liji Thomas

Dr. Liji Thomas is an OB-GYN, who graduated from the Government Medical College, University of Calicut, Kerala, in 2001. Liji practiced as a full-time consultant in obstetrics/gynecology in a private hospital for a few years following her graduation. She has counseled hundreds of patients facing issues from pregnancy-related problems and infertility, and has been in charge of over 2,000 deliveries, striving always to achieve a normal delivery rather than operative.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Thomas, Liji. (2021, May 11). COVID lungo ha prevalenza bassa in bambini in età scolare, lo studio BRITANNICO suggerisce. News-Medical. Retrieved on September 24, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20210624/Long-COVID-has-low-prevalence-in-school-age-children-UK-study-suggests.aspx.

  • MLA

    Thomas, Liji. "COVID lungo ha prevalenza bassa in bambini in età scolare, lo studio BRITANNICO suggerisce". News-Medical. 24 September 2021. <https://www.news-medical.net/news/20210624/Long-COVID-has-low-prevalence-in-school-age-children-UK-study-suggests.aspx>.

  • Chicago

    Thomas, Liji. "COVID lungo ha prevalenza bassa in bambini in età scolare, lo studio BRITANNICO suggerisce". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20210624/Long-COVID-has-low-prevalence-in-school-age-children-UK-study-suggests.aspx. (accessed September 24, 2021).

  • Harvard

    Thomas, Liji. 2021. COVID lungo ha prevalenza bassa in bambini in età scolare, lo studio BRITANNICO suggerisce. News-Medical, viewed 24 September 2021, https://www.news-medical.net/news/20210624/Long-COVID-has-low-prevalence-in-school-age-children-UK-study-suggests.aspx.