Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il covid lungo reignited la polarizzazione negli approcci per trattare la sindrome cronica di fatica

Molti pazienti lunghi del covid stanno avvertendo la fatica estrema, una situazione che reignited la polarizzazione negli approcci al trattamento ed al ripristino della sindrome cronica di fatica (CFS), secondo un rapporto speciale oggi.

Il BMJ riferisce sugli esempi dove medici sono stati sfidati per parlare fuori nei media dopo avere parlato del ruolo dell'esercizio nel ripristino.

Ma egualmente trova che oltre la controversia, alcuni clinici vedono che un'opportunità affinchè il covid lungo progredisca la comprensione delle sindromi virali del paletto e di riconoscerli è uno stato molto reale.

Il CFS, anche conosciuto come ME (encefalomielite mialgica), è una malattia a lungo termine complessa avviata spesso tramite un'infezione acuta con una vasta gamma di sintomi che possono avere un effetto significativo sulle attività quotidiane, essere più comune fatica estrema.

Nel 2011, la prova di PASSO ha trovato che sia la terapia comportamentistica conoscitiva (CBT) che la terapia classificata di esercizio (GET) piombo ai maggiori miglioramenti in alcuni partecipanti che l'assistenza medica da solo. Ma i risultati piombo a controversia come qualche CFS/ME sostiene l'oggetto ai suggerimenti che la loro malattia ha un elemento psicologico.

E le tensioni ora hanno rifatto la superficie di con l'arrivo del covid pandemico e lungo.

Intorno a 376,000 persone nei sintomi BRITANNICI di rapporto più di un anno dopo covid-19 compreso fatica estrema ed in altri sintomi simili alle sindromi postvirali di fatica e a ME/CFS.

Il giornalista indipendente Melanie Newman ha parlato ai clinici ed academics coinvolgere in ME/CFS e la ricerca lunga del covid ed ha trovato che che parere è espresso, la che ricerca è condotta e come è comunicata è diventato altamente una questione delicata.

Alcuni sono stati sfidati per parlare fuori. Per esempio, Michael Sharpe, un professore di medicina psicologica, è stato castigato per il suggerimento della malattia è “tutto nella mente„ o creato mediante i media, mentre un attivista ha chiesto Trish Greenhalgh, professore di pronto intervento all'università di Oxford, essere eliminato da una conferenza perché precedentemente aveva commentato l'esercizio ed il PASSO in un pubblico webinar.

Il professor Paul Garner al banco di Liverpool di medicina tropicale, che aveva recuperato da covid lungo, dice che alcuni avvocati attivamente si oppongono alla ricerca sull'esercizio.

Credono che la malattia duri vita. Rifiutano tutta la ricerca che esamina gli approcci psicologici al trattamento o che valuta il ruolo di attività fisica progressiva nel ripristino in ME/CFS e presupporrei dall'estensione a covid lungo.„

Garner di Paul, il professor, banco di Liverpool di medicina tropicale

Il pastore di Charles, Consigliere medico al ME associazione ha detto il BMJ: “Non siamo contro l'esercizio. Il nostro punto di vista è che l'esercizio classificato può essere nocivo.„

La palude di Ben, un pediatra del consulente in materia di NHS che ha contrattato la pericardite virale nel 2017, pensa che la terapia fisica dovrebbe essere trattata come il farmaco o la chirurgia, con i pazienti detti circa gli effetti secondari possibili e che cosa guardino fuori affinchè.

Newman ha parlato ad altri medici e professionisti di sanità che aiutano i pazienti lunghi del covid e li ha trovati per essere molto informato di queste preoccupazioni e tranquillamente di risolvere quanto il più bene curare ogni paziente senza indurrle a nuocere a.

I risultati sono - prevedibile, dato la fase iniziale della ricerca - misti, scrive, ma lo specialista Rachael Rogers di CFS/ME alla clinica lunga di Oxford Covid, dice che il tasto è selezione attenta, valutazione ed i trattamenti individualizzati.

Il consulente respiratorio Paul Whitaker, che installa la prima clinica lunga del covid nel Yorkshire, dice: “Per i miei pazienti di lunga durata con covid lungo che compiono i criteri per CFS sembrano peggiorare con l'esercizio aerobico gravoso. Tuttavia, il covid lungo è un gruppo molto diverso e ci sono molti altri che abbiano bisogno di un regime basato esercizio.„ La definizione che i gruppi trarranno giovamento dall'esercizio rimane una sfida, lui aggiunge.

In un commento collegato, Carolyn Masticazione-Graham, il GP e professore della ricerca di pratica generale ed i colleghi sostengono che i pazienti con covid lungo ancora stanno lottando per ottenere le loro voci sentite sopra medici. Credono che questo sia un modulo “dello iatrogenesis strutturale,„ dove i pazienti sono danneggiati dagli squilibri di potenza nei sistemi burocratici e culturali all'interno di medicina.

La gente con covid lungo descrive ritenere “gaslighted„ perché le opinioni di alcuni hanno teso a dominare l'evoluzione del trattamento, della ricerca e di una base di conoscenza crescente, essi scrive.

Source:
Journal reference:

Newman, M., (2021) Chronic fatigue syndrome and long covid: moving beyond the controversy. BMJ. doi.org/10.1136/bmj.n1559.