Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli scienziati predicono le mutazioni del driver delle varianti future SARS-CoV-2 di preoccupazione

Un gruppo degli scienziati da U.S.A. recentemente ha predetto le mutazioni del driver che possono comparire nelle varianti future del coronavirus 2 (SARS-CoV-2) di sindrome respiratorio acuto severo. La previsione è basata sui dati genetici attualmente disponibili di sorveglianza sulle mutazioni dell'amminoacido presenti nelle varianti SARS-CoV-2. Una descrizione dettagliata dello studio è attualmente disponibile sul " server " della pubblicazione preliminare del medRxiv*.

Studio: Predizione dei driver mutational delle varianti future SARS-CoV-2 di preoccupazione. Credito di immagine: Design_Cells/Shutterstock
Studio: Predizione dei driver mutational delle varianti future SARS-CoV-2 di preoccupazione. Credito di immagine: Design_Cells/Shutterstock

Sfondo

Con la progressione della pandemia di malattia 2019 di coronavirus (COVID-19), parecchie mutazioni sono comparso nelle sequenze della proteina di SARS-CoV-2. La maggior parte di queste mutazioni rimane neutrale e così, non migliori la forma fisica funzionale e/o immunogena di SARS-CoV-2. Tuttavia, le mutazioni che compaiono sotto pressione positiva di selezione possono potenzialmente aumentare la forma fisica virale e così, possono contribuire ad evoluzione virale. Tali mutazioni del driver sono responsabili in primo luogo per l'emergenza delle varianti virali novelle con i vantaggi funzionali ed immunogeni.

Fra le varianti SARS-CoV-2, alcuni sono designati come “le varianti di preoccupazione (VOC)„ ed alcuna come “la variante di interesse (VOI)„ secondo le dimensioni degli impatti che clinici negativi esercitano. La maggior parte di VOCs contiene le mutazioni della punta multipla che sono associate significativamente con infettività aumentata, virulenza e/o abilità immune di fuga. Quindi, l'identificazione in anticipo delle mutazioni del driver che possono comparire in futuro VOCs/VOIs sarebbe un grande vantaggio alle strategie di salute pubblica.

Nello studio corrente, gli scienziati hanno analizzato i dati genomica attualmente disponibili di sorveglianza per predire le mutazioni potenziali del driver che possono comparire nelle varianti future SARS-CoV-2. Hanno supposto che la previsione contribuisse ad identificare le mutazioni dominanti del driver che sono col passare del tempo responsabili di evoluzione virale.

Per la previsione che modella, hanno verificato l'importanza delle funzionalità che comprendono l'epidemiologia, l'evoluzione, l'immunologia e la modellistica basata su rete neurale di sequenza della proteina. Specificamente, hanno definito i reticoli della trasmissione rapida di mutazione sia a globale che ai livelli regionali come pure hanno spiegato il significato premonitore relativo delle mutazioni dell'amminoacido relativamente ad immunità, a transmissibility, ad evoluzione ed all'epidemiologia. Utilizzando le informazioni storiche dalle onde precedenti, hanno fatto backtesting di un modello di previsione che predice la trasmissione futura delle mutazioni. Per concludere, hanno dimostrato come le mutazioni prevedute possono potenzialmente influenzare gli anticorpi clinici.      

Trasmissione delle mutazioni di diffusione

Gli scienziati hanno analizzato più di 900.000 sequenze della punta per definire la trasmissione mutational all'interno di SARS-CoV-2 VOCs/VOIs sia a globale che ai livelli regionali. Hanno definito “le mutazioni di diffusione„ come un cambiamento specificato del popolare nella frequenza attraverso i paesi multipli durante l'ondard 3 della pandemia, facendo uso dei tre mesi di dati priori come riferimento.

Per esempio, hanno stimato che la frequenza di una mutazione potenzialmente di trasmissione P681R aumentasse 4 volte in 15 paesi e 20 volte in 7 paesi. Questa mutazione è corrente predominante nelle varianti B.1.617.1/2/3 di SARS-CoV-2. Catturate insieme, queste osservazioni indicano che il modello di previsioni ha individuato con successo l'aumento nella frequenza di P681R molto prima dell'emergenza dei casi di P681R-associated COVID-19 in India.

Similmente, gli scienziati hanno analizzato i reticoli della trasmissione mutational al livello regionale all'interno di U.S.A. Oltre alle mutazioni ben documentate, hanno identificato un comitato di meno mutazioni conosciute, compreso T478K. Questa mutazione è sembrato altamente aumentare la frequenza nelle regioni degli alcuni Stati Uniti. In generale, usando il modello di previsioni, potente hanno identificato la dinamica delle mutazioni nelle varianti SARS-CoV-2 come pure hanno determinato la trasmissione di meno mutazioni documentate al globale ed ai livelli regionali.

Caratterizzazione delle mutazioni di diffusione

Gli scienziati hanno identificato le caratteristiche delle mutazioni che possono predire l'emergenza delle varianti virali potenziali. Specificamente mettendo a fuoco sul dominio dell'ricevitore-associazione della punta (RBD), hanno identificato che affinità obbligatoria ed epitopo dell'enzima di conversione dell'angiotensina 2 (ACE2) - l'affinità obbligatoria dell'anticorpo potrebbe potenzialmente predire la diffusione mutational.

Contrariamente alle caratteristiche biologiche, le caratteristiche epidemiologiche compreso “il punteggio di indice analitico della prestazione (EPI) ambientale„ hanno mostrato il più alta attendibilità previsionale. Analizzando l'espansione di stirpe e le mutazioni ricorrenti facendo uso del EPI metrico, gli scienziati hanno indicato che la forma fisica virale è migliorata da una mutazione specifica.

In generale, analizzando un comitato delle caratteristiche biologiche ed epidemiologiche differenti delle mutazioni dell'amminoacido, hanno concluso che la previsione più efficace di diffusione mutational potrebbe essere fatta da immunità, da transmissibility, da evoluzione, dal modello linguistico e dalle funzionalità epidemiologiche.    

Emergenza delle varianti virali

Analizzando la dinamica globale e regionale delle mutazioni, gli scienziati hanno osservato che la metrica globale dell'epidemiologia è migliore della metrica livella di stato nella predizione della diffusione mutational al livello di stato.

D'importanza, facendo uso del modello di previsioni, hanno predetto con successo le mutazioni in relazione con COV potenziali per più di 5 mesi prima del raggiungimento della frequenza globale di 1%.

Previsione di diffusione mutational

Usando la metrica globale sui dati correnti, gli scienziati hanno preparato un comitato di 22 mutazioni prevedute che possono potenzialmente contribuire a SARS-CoV-2 VOCs nei prossimi mesi. Hanno osservato che le mutazioni prevedute sono associate con un aumento coerente nella frequenza al livello globale. Inoltre, hanno identificato che alcune di queste mutazioni interferiscono con l'abilità obbligatoria degli anticorpi clinici.  

Queste mutazioni prevedute non sono assenti corrente nel fare circolare le varianti virali, quali B.1.1.7, B.1.351, P.1, o B.1.427/B.1.429. Sulla base della previsione, gli scienziati suggeriscono che per la migliore gestione della pandemia, un contributo possibile della cima abbia preveduto che le mutazioni ad infettività virale o ad abilità immune di fuga dovrebbero essere analizzate con la priorità.

avviso *Important

il medRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
Dr. Sanchari Sinha Dutta

Written by

Dr. Sanchari Sinha Dutta

Dr. Sanchari Sinha Dutta is a science communicator who believes in spreading the power of science in every corner of the world. She has a Bachelor of Science (B.Sc.) degree and a Master's of Science (M.Sc.) in biology and human physiology. Following her Master's degree, Sanchari went on to study a Ph.D. in human physiology. She has authored more than 10 original research articles, all of which have been published in world renowned international journals.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Dutta, Sanchari Sinha. (2021, June 24). Gli scienziati predicono le mutazioni del driver delle varianti future SARS-CoV-2 di preoccupazione. News-Medical. Retrieved on September 18, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20210624/Scientists-predict-driver-mutations-of-future-SARS-CoV-2-variants-of-concern.aspx.

  • MLA

    Dutta, Sanchari Sinha. "Gli scienziati predicono le mutazioni del driver delle varianti future SARS-CoV-2 di preoccupazione". News-Medical. 18 September 2021. <https://www.news-medical.net/news/20210624/Scientists-predict-driver-mutations-of-future-SARS-CoV-2-variants-of-concern.aspx>.

  • Chicago

    Dutta, Sanchari Sinha. "Gli scienziati predicono le mutazioni del driver delle varianti future SARS-CoV-2 di preoccupazione". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20210624/Scientists-predict-driver-mutations-of-future-SARS-CoV-2-variants-of-concern.aspx. (accessed September 18, 2021).

  • Harvard

    Dutta, Sanchari Sinha. 2021. Gli scienziati predicono le mutazioni del driver delle varianti future SARS-CoV-2 di preoccupazione. News-Medical, viewed 18 September 2021, https://www.news-medical.net/news/20210624/Scientists-predict-driver-mutations-of-future-SARS-CoV-2-variants-of-concern.aspx.