Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La nuova tecnica di microscopia rivela il trucco cellulare dei tumori di Wilm

Una nuova tecnica per esaminare i tumori sotto il microscopio ha rivelato il trucco cellulare dei tumori di Wilm, un cancro del rene di infanzia, in dettaglio senza precedenti. Questo nuovo approccio potrebbe contribuire a capire come i tumori si sviluppano e si sviluppano e rifornisce la ricerca di combustibile sui nuovi trattamenti per i cancri dei bambini.

Gli scienziati alla principessa Máxima Center per l'oncologia pediatrica hanno sviluppato una nuova tecnica di rappresentazione e una conduttura di calcolo per studiare milioni di celle in tessuto 3D, rivelanti le centinaia di funzionalità da ogni cella determinata. La loro ricerca è stata pubblicata questo mese in biotecnologia della natura.

Offrendo uno sguardo alle diverse celle all'interno di un organo intatto, i nuovi scienziati di guide di tecnica analizzano il profilo molecolare delle celle come pure la loro forma e posizione all'interno di un organo o di un tumore.

Altre tecniche per studiare le diverse celle richiedono il tessuto di essere tagliate in piccoli pezzi, sacrificanti le informazioni importanti circa come il tessuto è organizzato.

Le informazioni spaziali sulle celle sono digitano la comprensione come i tessuti grandi sono organizzati e le relazioni fra la cella differente digita - per rivelare le differenze fra il tessuto ed i tumori sani di infanzia. Il collegamento delle tali informazioni ai dati clinici di risultato ha potuto in futuro migliorare la diagnosi.

Nuovo gruppo di celle del tumore di Wilm

Il gruppo piombo dal co-primo Ravian crea van Ineveld e Michiel Kleinnijenhuis ha applicato la loro tecnica di microscopia per paragonare il tessuto del tumore di Wilm al tessuto di sviluppo sano del rene. Hanno trovato un gruppo di celle con i livelli elevati di un gene chiamato SIX2, collegati a tenere le celle in uno stato acerbo in cui continuano crescere.

Altre celle del tumore con i livelli elevati SIX2 sono collegate con un risultato difficile dopo il trattamento di chemioterapia. Ulteriore ricerca è necessaria esplorare la pertinenza clinica di questo nuovo gruppo di celle del tumore di SIX2 Wilm - ma questa che trova indica che la nuova tecnica di rappresentazione può piombo alle comprensioni che potrebbero in futuro migliorare il trattamento.

Più dati in meno tempo

Le celle possono essere dette oltre ad a vicenda sotto il microscopio etichettando le molecole specifiche con le particelle fluorescenti nei colori differenti. La nuova conduttura della rappresentazione sviluppata dal gruppo di Rios alla principessa Máxima Center (laboratorio di Dream3D) raddoppia il numero dei colori che possono essere etichettati allo stesso tempo quattro - otto - significando i ricercatori potrebbe distinguere molto più precisamente i tipi delle cellule.

Il gruppo egualmente ha sviluppato un modo nuovissimo di elaborare le quantità di informazioni enormi generate dalla tecnica di microscopia. Hanno tagliato le informazioni sull'intero organo in più piccoli blocchi 3D. Questi blocchi sono stati inviati a molti computer immediatamente per analizzare i dati parallelamente. Ciò ha diminuito il momento di elaborare il grande volume di dati a partire dai giorni multipli a circa due ore - un requisito del portare la nuova tecnica in pratica. Inoltre, il gruppo ha usato in profondità l'apprendimento degli approcci per identificare ogni cella determinata nel grande gruppo di dati con alta precisione.

Collegamento con risultato clinico

Gli scienziati hanno verificato la loro nuova tecnica con differenti tag molecolari per esaminare il materiale di biopsia da un tumore del sistema nervoso centrale di infanzia come pure dal tessuto del tumore del petto, confermante che può applicarsi nei tipi multipli del tessuto.

Dopo, i ricercatori mirano ad usare la loro conduttura della rappresentazione per analizzare i campioni più pazienti. Il collegamento della loro analisi del tessuto 3D a risultato clinico ha potuto piombo per migliorare gli strumenti diagnostici per il cancro dei bambini.

La nostra nuova tecnologia unicellulare traccia un passo avanti chiave nel disfare le complessità degli organi di modo ed i tumori sono organizzati. Con la nostra nuova tecnica di microscopia, ottenete il meglio di entrambi i mondi: caratterizzazione approfondita di diverse celle, nel contesto completo di analisi su grande scala del tessuto 3D.

Aspetto con impazienza di vedere la nostra nuova tecnica usata per capire meglio come i tumori si sviluppano e si sviluppano e forse anche scopro i cavi per il migliori trattamento e diagnosi.„

Dott. Anne Rios, ricercatore principale, principessa Máxima Center per oncologia pediatrica ed autore senior dello studio

Source:
Journal reference:

van Ineveld, R.L., et al. (2021) Revealing the spatio-phenotypic patterning of cells in healthy and tumor tissues with mLSR-3D and STAPL-3D. Nature Biotechnology. doi.org/10.1038/s41587-021-00926-3.