Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I malati di cancro di sangue mostrano ampiamente la risposta variabile ai vaccini COVID-19

I pazienti con un tipo di mieloma multiplo chiamato del cancro di sangue hanno avuti una risposta ampiamente variabile ai vaccini COVID-19--in alcuni casi, nessuna risposta rilevabile--indicando l'esigenza della prova dell'anticorpo e le precauzioni per questi pazienti dopo la vaccinazione, secondo uno studio che sarà pubblicato in cellula tumorale questa settimana.

I ricercatori di monte Sinai hanno trovato che i pazienti di mieloma multiplo montano la variabile e le risposte a volte suboptimali dopo la ricezione dei vaccini di Moderna o di Pfizer-BioNTech COVID-19. Quasi 16 per cento di questi pazienti non hanno sviluppato anticorpi detectible dopo entrambe le dosi vaccino. Questi risultati possono essere pertinenti ad altri malati di cancro che subiscono il trattamento ed ai pazienti immunocompromised.

Questo studio sottolinea la necessità per le analisi del sangue sistematiche sui pazienti di mieloma multiplo dopo che la vaccinazione di capire il loro rischio e la necessità potenziale di continuare a indossare le maschere e di distanziare socialmente fino ai declini pandemici. Ciò egualmente richiede i test clinici per studiare l'uso delle terapie profilattiche, come gli anticorpi monoclonali, attenuare il rischio COVID-19 o ad uso dei vaccini differenti o delle vaccinazioni del ripetitore in questi pazienti.„

Samir Parekh, MD, autore del Co-Cavo, Direttore di ricerca di traduzione in mieloma multiplo all'istituto del Cancro di Tisch al monte Sinai ed il professor di medicina (ematologia ed oncologia medica) e di scienze oncologiche, alla scuola di medicina di Icahn al monte Sinai

I vaccini COVID-19 sono altamente efficaci nell'impedire le infezioni o la morte severe, ma i pazienti con il mieloma multiplo immunocompromised e spesso sulla terapia immunosopressiva ed i rapporti preliminari hanno indicato che i vaccini hanno evocato un più basso e la risposta in ritardo in loro ha confrontato alla gente in buona salute. Questo studio era il primo per analizzare un grande gruppo di pazienti con il mieloma multiplo dopo il completamento delle entrambe le dosi della vaccinazione e per confrontare la loro risposta dell'anticorpo ad un gruppo di controllo della gente in buona salute.

“Poichè continuiamo a riaprire il paese, è importante per la gente con i disordini del sistema immunitario, compreso il mieloma multiplo, lavorare con i loro medici e capire la loro risposta ai loro vaccini COVID-19 dovuto le risposte varie dell'anticorpo ai vaccini che vediamo in questo studio,„ ha detto il co-cavo l'autore Ania Wajnberg, il MD, Direttore della prova clinica dell'anticorpo all'ospedale di monte Sinai.

Ripeti le misure dell'anticorpo prima della prima dose vaccino dei pazienti fino ai 60 giorni dopo che la seconda vaccinazione indicata ha ritardato e risposte suboptimali, specialmente in pazienti con il mieloma multiplo che non aveva contratto COVID-19 prima delle loro vaccinazioni. I pazienti su trattamento del cancro attivo hanno avuti livelli significativamente più bassi dell'anticorpo dopo due dosi vaccino che i pazienti di mieloma multiplo che non erano sul trattamento ai tempi della vaccinazione.

I ricercatori hanno analizzato i livelli dell'anticorpo di 320 pazienti di mieloma multiplo, 260 di chi hanno ricevuto due dosi delle vaccinazioni COVID-19 ed hanno trovato che 15,8 per cento hanno avuti anticorpi inosservabili. I pazienti di mieloma multiplo che avevano avuti COVID-19 prima della vaccinazione hanno mostrato le risposte immunitarie che erano 10 volte più superiore a coloro che non ha avuto.

Indicando l'importanza dello studio, 10 pazienti di mieloma multiplo che hanno ricevuto almeno una dose del vaccino COVID-19 hanno sviluppato COVID-19 durante il periodo di studio. Quattro stati necessari per essere ospedalizzato con i sintomi severi ed uno di loro sono morto.

Il gruppo dei ricercatori di monte Sinai continua a studiare la risposta di questi pazienti ai vaccini COVID-19 ed a credere che possa essere possibile che i pazienti che montano in basso alle risposte modeste dell'anticorpo perdano più rapido la protezione di coloro che monta un'alta risposta.