Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Che cosa è dietro gli effetti secondari vaccino COVID-19?

Una preoccupazione crescente fra i vaccini di coronavirus è gli effetti secondari vaccino. Il timore o l'informazione sbagliata circa gli effetti secondari può rifornire la perplessità di combustibile vaccino, contribuente alle tariffe basse della vaccinazione. I ricercatori australiani recentemente hanno pubblicato un articolo in immunologia di scienza per discutere perché la gente sviluppa gli effetti secondari ed i loro vantaggi.

Studio: Effetti secondari vaccino COVID-19: I positivi circa ritenere cattivo. Credito di immagine: ROCOTHERY/Shutterstock
Studio: Effetti secondari vaccino COVID-19: I positivi circa ritenere cattivo. Credito di immagine: ROCOTHERY/Shutterstock

Circa 60% della gente hanno avvertito un intervallo degli effetti secondari dai dolori, dalle emicranie e dalla febbre del muscolo. Ci egualmente sono stati rapporti dei problemi del cuore e dei disordini più seri e anche se più rari di coagulazione di sangue.

L'articolo suggerisce che gli effetti secondari vaccino siano un sottoprodotto dei burst di scarsità di tipo produzione dell'interferone di I (IFN-I) stata necessaria per montare un'efficace risposta immunitaria.

“Alla luce del di cui sopra, della prospettiva di fatica e dell'emicrania dopo che la vaccinazione per COVID-19 dovrebbe essere osservata positivamente: come preludio necessario ad un'efficace risposta immunitaria. Gli effetti secondari della vaccinazione saranno quasi sempre delicati ed il passeggero ed indicare soltanto che il vaccino sta facendo il suo processo della stimolazione della produzione di interferone, lo stimolatore immune in costruito dell'organismo,„ ha scritto i ricercatori.

IFN-Io ruolo nella risposta immunitaria iniziale

La maggior parte dei sintomi derivano dal overproducing una citochina in questione nel tipo chiamato in anticipo l'interferone di I (IFN-I) di risposta immunitaria. La sua attivazione di IFN-I e di IFN-III nell'apparato respiratorio ha effetti antivirali che impediscono al virus di spargersi in tutto l'organismo.

L'attivazione di IFN-I egualmente aumenta l'attivazione delle celle dentritiche, che trasmette le informazioni dell'antigene alle celle di T+ ingenuo CD4+ e CD8. Le celle+ CD4 stimolano i linfociti B produrre gli anticorpi mentre le celle+ CD8 diventano celle citolitiche dell'effettore.

“IFN-I agisce in parte migliorando l'immunizzazione di CC, specialmente elevando l'espressione di superficie delle molecole che attivazione di cellula T del costimulate. Inoltre, IFN-I ha un effetto stimolatore diretto sulle celle di T, promuoventi l'espansione ottimale di queste celle e la formazione di celle di memoria longeve, sia per CD4+ che le celle di T di CD8+,„ hanno spiegato gli autori.

IFN-I durante l'infezione virale

Per alcune malattie infettive, un virus può avviare un eccessivo IFN-I che quello piombo ad alta infiammazione, conosciuta come una tempesta di citochina. Ma, i ricercatori notano che la prova corrente mostra che questa è probabilmente improbabile per SARS-CoV-2 perché i pazienti con l'infezione severa COVID-19 hanno indicato i livelli sotto-normali di IFN-I nel loro sangue.

I pazienti con l'infezione COVID-19 possono sostenere il danno a causa delle tempeste di citochina da una sovrapproduzione di IL-6, ma è non IFN-I probabile mediato. Invece, l'infezione severa COVID-19 ha potuto essere collegata con una produzione di irrompere IFN-I durante la fase iniziale di infezione. Una certa prova clinica supporta questa nozione come amministrazione del IFN-I ai pazienti durante le fasi iniziali di malattia è stata utile.

Mentre non c'è stato prova diretta di produzione di IFN-I dopo una vaccinazione COVID-19, i ricercatori suggeriscono che questo sia avvenimento probabile perché altri vaccini del mRNA stimolano la produzione di IFN-I.

La produzione di IFN-I può essere correlata con gli effetti secondari vaccino COVID-19

Questo suggerirebbe la produzione di IFN-I è la causa dietro la miriade dei vaccini COVID-19? La risposta è ancora poco chiara. La terapia di IFN-I corrente è usata per trattare l'epatite B e C e sclerosi a placche e mostra i simili effetti secondari - emicranie, febbre e fatica - come i vaccini di COVID-19 mRNA. Sebbene, IFN-I stimoli molti effetti a valle, compreso la versione delle citochine e dei chemokines differenti. C'è una possibilità che uno di questi effetti a valle è il colpevole vero dietro gli effetti secondari.

L'immunità dei prodotti dei vaccini non solo dal riconoscimento dell'antigene sulle celle dentritiche ma le celle di T egualmente risponde al segnale del ` o di costimulation secondo.' Il segnale supplementare viene dopo il contatto con le molecole a cellula T CD28 con le molecole CD80 e CD86 sulle celle dentritiche.

A causa dello co-stimolo necessario per indurre l'immunità, un riuscito vaccino richiede le informazioni sul virus o su un adiuvante di aumentare le molecole costimulatory sulle celle dentritiche ed a sua volta, monti una risposta immunitaria.

Simile a IFN-I, adiuvanti che legano ai ricevitori complementari di riconoscimento di forme sulle celle dentritiche. Ciò poi stimola l'attivazione delle celle e un upregulation delle molecole costimulatory. La similarità nella risposta ha ricercatori suggerire che IFN-I sia un adiuvante potenziale e gli effetti collaterali dei vaccini COVID-19 derivano da un burst rapido di produzione di IFN-I dopo la generazione della risposta immunitaria.

“Il punto da sottolineare qui è la correlazione notevole con produzione di IFN-I. Quindi, molto attentamente parallelizzando l'intensità delle risposte immunitarie tipiche, la generazione di IFN-I è sostanzialmente più forte in femmine che i maschi ed in gente più giovane più anziana.„

L'infezione COVID-19 genera i bassi livelli di IFN-I, mentre l'influenza stimola i livelli elevati di IFN-I. Ciò può spiegare perché qualche gente ha riferito i sintomi più del tipo di influenza dopo la vaccinazione, anche quando erano asintomatiche mentre malate con COVID.

Sebbene la più ricerca su questo argomento sia necessaria essere sicura.

Journal reference:
Jocelyn Solis-Moreira

Written by

Jocelyn Solis-Moreira

Jocelyn Solis-Moreira graduated with a Bachelor's in Integrative Neuroscience, where she then pursued graduate research looking at the long-term effects of adolescent binge drinking on the brain's neurochemistry in adulthood.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Solis-Moreira, Jocelyn. (2021, June 28). Che cosa è dietro gli effetti secondari vaccino COVID-19?. News-Medical. Retrieved on October 20, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20210628/Whats-behind-COVID-19-vaccine-side-effects.aspx.

  • MLA

    Solis-Moreira, Jocelyn. "Che cosa è dietro gli effetti secondari vaccino COVID-19?". News-Medical. 20 October 2021. <https://www.news-medical.net/news/20210628/Whats-behind-COVID-19-vaccine-side-effects.aspx>.

  • Chicago

    Solis-Moreira, Jocelyn. "Che cosa è dietro gli effetti secondari vaccino COVID-19?". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20210628/Whats-behind-COVID-19-vaccine-side-effects.aspx. (accessed October 20, 2021).

  • Harvard

    Solis-Moreira, Jocelyn. 2021. Che cosa è dietro gli effetti secondari vaccino COVID-19?. News-Medical, viewed 20 October 2021, https://www.news-medical.net/news/20210628/Whats-behind-COVID-19-vaccine-side-effects.aspx.