Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio evidenzia il ruolo dei mezzi di informazione della corrente principale nella comunicazione di salute pubblica durante la pandemia

Uno studio dalla Nanyang Technological University, Singapore (NTU Singapore) ha trovato che come il tipo di informazione sbagliata COVID-19 rettificato mediante i mezzi di informazione della corrente principale di Singapore mutevoli nel corso della pandemia, il ruolo svolto mediante i media nel debunking quei miti è diventato sempre più importante ai cittadini nella lotta della nazione da gestire lo scoppio.

Su 2.000 articoli di notizie su COVID-19 pubblicato in mezzo dal 1° gennaio al 30 aprile 2020, il gruppo di NTU ha analizzato 164 articoli di notizie.

Il gruppo ha osservato che i rapporti di notizie che correggono la scienza e l'informazione sbagliata correlata con la salute COVID-19 erano dominanti all'inizio dello scoppio dovuto l'incertezza che circonda la natura del coronavirus, ma d'altra parte diminuito nel corso dei quattro mesi della pandemia in primo luogo.

Nel frattempo, le informazioni false sulle polizze e sulle misure di governo applicate durante lo scoppio sono stato sempre più riferite e successivamente corretto, ha trovato i ricercatori di comunicazione dal banco piccolissimo piccolissimo del Kim di NTU della comunicazione e delle informazioni (NTU WKWSCI).

Il tipo di informazione sbagliata che era corretta nei media della corrente principale egualmente si è evoluto nel corso dei quattro mesi, cambianti dall'informazione sbagliata da costruzione - definita come reclami preparati e completamente falsi - all'informazione sbagliata modificata, definita come una miscela di informazioni autentiche e da costruzione.

Un esempio del contenuto da costruzione corretto mediante i media della corrente principale comprende i reclami falsi che adducono che una stazione di MRT era chiusa per la disinfezione dovuto COVID-19 quando era operativa. Un esempio di informazione sbagliata modificata rettificata mediante i media della corrente principale comprende un paletto di WhatsApp circa un cavaliere della consegna dell'alimento che è multato $300 per l'uso della maschera del panno quando il cavaliere, infatti, stava avvicinando all'ufficiale di polizia per assistenza.

I risultati di studio evidenziano come le crisi di salute pubblica come la pandemia in corso COVID-19 possono essere il focolaio perfetto per informazione sbagliata come pure il potenziale affinchè i media della corrente principale svolgano un ruolo importante nei miti debunking come componente di più ampi sforzi pandemici della nazione.

All'inizio della pandemia stavamo vedendo l'informazione sbagliata che è chiaramente falso basata sulle chiare indicazioni del testo e di rappresentazione, ma come la pandemia mutevole con le fasi posteriori e le onde infodemic, gli stili di informazione sbagliata e la presentazione sono diventato più specializzati e più duri affinchè il pubblico di disposizione discernessero.„

“Questo è dove i mezzi di informazione della corrente principale, con la loro importanza sociale, ampio sbraccio e ruolo come sorgente di informazioni credibile al pubblico durante i periodi di incertezza, possono svolgere un ruolo cruciale nella diffusione tempestiva della correzione di informazione sbagliata ed impedire alla gente di essere imbrogliata e di agire sull'informazione sbagliata potenzialmente nociva. È importante combattere la propagazione di informazione sbagliata, che può insidiare gli sforzi chiave di comunicazione di salute pubblica e peggiorare lo sforzo sui sistemi di salute pubblica.„

Il professor May Oo Lwin, presidenza del banco piccolissimo piccolissimo di Kim della comunicazione e delle informazioni e dell'autore principale dello studio

Lo studio è stato pubblicato nella comunicazione di salubrità del giornale scientifico a giugno.

Informazione sbagliata evolventesi

Da più di 2.000 articoli di notizie su COVID-19 identificato da un database con le parole chiavi relative al coronavirus ed all'informazione sbagliata, il gruppo di NTU ha selezionato 164 articoli Singapore-specifici unici per l'analisi basata sui criteri quali gli articoli con le parole chiavi citate nel titolo e nel cavo.

In questi 164 articoli, il gruppo ha trovato 100 reclami unici di informazione sbagliata che erano corretti 305 volte. Di questi 100 reclami unici, 59% dei reclami di informazione sbagliata riferiti mediante i mezzi di informazione della corrente principale sono stati basati su informazioni da costruzione, mentre i 41% rimanenti erano informazione sbagliata modificata.

per studiare come la copertura e la correzione del giornale della corrente principale di informazione sbagliata COVID-19 diverse attraverso la cronologia pandemica a Singapore, i ricercatori hanno diviso il loro studio nelle fasi differenti:

  • fase di pre-scoppio (dal 1° gennaio al 22 gennaio);
  • la fase iniziale di scoppio, fra il primo caso COVID-19 e subito prima del livello di stato del sistema di risposta di scoppio di malattia (Dorscon) è stata sollevata all'arancia (dal 23 gennaio al 6 febbraio);
  • prima onda dello scoppio, (dal 7 febbraio al 4 aprile); e
  • in secondo luogo onda dello scoppio (dal 5 aprile al 30 aprile).

Nella fase di pre-scoppio, l'informazione sbagliata da costruzione ha rappresentato 87% delle correzioni pubblicate nei media della corrente principale. Tuttavia, dalla seconda onda dello scoppio, la proporzione di informazione sbagliata da costruzione rettificata pubblicata nei media della corrente principale aveva immerso a 48%.

Più della metà (55%) dell'informazione sbagliata che era corretta nella fase di pre-scoppio era circa scienza e salubrità, ma questa figura gradualmente ha immerso ad appena 8% dalla seconda onda dello scoppio. Nel frattempo, la proporzione di informazione sbagliata si è riferita a polizza di governo e le misure che era corretta hanno saltato da 11% all'inizio a 42% durante la seconda onda.

I ricercatori egualmente hanno trovato quell'informazione sbagliata su polizza di governo e sulle misure (68%) come pure scienza e la salubrità (66%) ha trovato sui media sociali era più probabile essere da costruzione. L'informazione sbagliata relativa ai raggiri era più probabile essere modificata, cioè, una miscela di informazioni autentiche e da costruzione (88%).

Il Jr. di Edson Tandoc di professore associato del banco piccolissimo piccolissimo di Kim della comunicazione ed informazioni e co-author del documento ha detto: “Mentre gli fatto-assegni di mezzi di informazione che cosa va virale, gli fatto-assegni egualmente riflettono la tendenza relativa all'informazione sbagliata che turbina intorno. Vediamo che i tipi di informazioni sbagliate che si spargono sono influenzati dalla situazione reale e in parte questo è che cosa li fa andare virali, perché sembrano essere tempestivi e pertinenti a che cosa sta accendendo.

“Nelle fasi precedenti della pandemia, la maggior parte della informazione sbagliata ha concentrato su cui sta accadendo fuori di Singapore come pure sull'origine e sui rimedi a COVID-19; quando ha colpito Singapore e le misure stavano stabilende, i messaggi di informazione sbagliata passati ad essere circa il sociale che distanzia ambasciatori che multano i trasgressori o i driver che sono multati per le maschere d'uso del panno.„

Fiducia nei media di Singapore migliori in mezzo di pandemia

L'importanza dei media nell'informazione sbagliata di combattimento durante la crisi di salubrità è stata ripetuta in un'indagine separata oltre di 2.000 singaporiani incaricati dall'istituto di Reuters per lo studio su giornalismo (RISJ) all'università di Oxford, che ha trovato che la fiducia nei media è aumentato in mezzo delle preoccupazioni indugianti sopra informazione sbagliata durante la pandemia.

L'indagine, fatta in collaborazione con i ricercatori al centro per integrità di informazioni e Internet (In-cubo) a NTU WKWSCI fa parte del rapporto di notizie globale recentemente pubblicato 2021 di Digital dell'istituto di Reuters e trovato che 50% ha detto potrebbero fidarsi della maggior parte del contenuto di notizie che consumano l'anno scorso, su 42% durante lo stesso periodo, prima del colpo Singapore di pandemia COVID-19.

Questa fiducia aumentata nelle notizie esiste accanto a preoccupazione prolungata sopra informazioni false online. Vicino a due terzi di quelli votati (64,8%) è rimanere interessata circa informazioni false online, una immersione marginale a partire dall'anno scorso (65,8%).

Assoc Proc Tandoc, che è egualmente Direttore al In-cubo di NTU, ha detto: “Questi risultati a Singapore, che ha trovato quell'interesse nelle notizie, anche dagli sbocchi tradizionali di notizie, sono aumentato durante la pandemia COVID-19, sono coerenti con quelli da molti paesi intorno al mondo. L'interesse aumentato nelle notizie durante la pandemia può spiegare l'aumento nel livello di fiducia nei mezzi di informazione mentre il pubblico ha contato sulle notizie per tenersi al corrente dello scoppio.„

Source:
Journal reference:

Lwin, M.O., et al. (2021) Mainstream News Media’s Role in Public Health Communication During Crises: Assessment of Coverage and Correction of COVID-19 Misinformation. Health Communication. doi.org/10.1080/10410236.2021.1937842.