Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il forte aumento nel tempo dello schermo durante la pandemia può essere collegato per aumentare di miopia di infanzia

Un aumento nei casi di miopia (miopia) fra i bambini in Hong Kong può essere collegato ad una diminuzione significativa nel tempo che hanno potuti spendere all'aperto e un forte aumento nel tempo dello schermo durante la pandemia di coronavirus, suggerisce la ricerca pubblicata online nel giornale britannico dell'oftalmologia.

Da ora a settembre 2020, più di 180 paesi hanno avuti banchi chiusi e gli istituti universitari, pregiudicando un miliardo principianti, o 80% degli studenti del mondo, allo scopo di gestire il marzo del coronavirus, dicono i ricercatori.

I bambini male sono stati influenzati specialmente, con le attività all'aperto limitate o hanno vietato e socializzando limitato severamente. Hong Kong è egualmente una delle città il più densamente popolate del mondo, con la maggior parte dei residenti che vivono in palazzi multipiani e piccoli appartamenti con poco spazio all'aperto.

Un aumento nel tempo vicino dello schermo e di funzionamento e una diminuzione a tempo passato all'aperto sono stati implicati nella miopia, una circostanza in cui la forma dei cambiamenti di occhio, inducente i raggi luminosi a piegare in modo errato (rifrangere), mettendo a fuoco le immagini davanti, invece sulla superficie di, la retina.

La miopia in bambini importa perché li mette a rischio delle complicazioni di sviluppo che aumentano più successivamente il rischio di vista/cecità alterate irreversibili nella vita, dice i ricercatori.

Per scoprire se comportamentistico applicato e lo stile di vita cambiano durante la pandemia potrebbe pregiudicare la visione dei bambini, i ricercatori ha studiato gli occhi di 1793 bambini, tutti di chi fa parte dei bambini di Hong Kong Eye lo studio (HKCES). Ciò è uno studio basato sulla popolazione in corso sui termini di occhio fra 6-8 anni.

Circa i 709 dei bambini sono stati reclutati allo studio all'inizio della pandemia (dicembre 2019 al gennaio 2020) e sono stati riflessi per intorno 8 mesi; 1084 bambini avevano fornito lo studio prima dell'inizio della pandemia ed erano stati riflessi per intorno 3 anni.

L'acuità visiva dei bambini--la capacità di vedere chiaramente--è stato misurato ed hanno riempito i questionari sul loro stile di vita, compreso quanto tempo hanno passato all'aperto e su lavoro vicino, all'entrata di studio e durante le visite successive della clinica.

Intorno 1 in 5 (19,5%) dei bambini nel gruppo COVID-19 ha sviluppato la miopia fra gennaio e agosto 2020, rispetto ad intorno 1 in 3 (37%) di quelli nel gruppo pre-COVID-19 durante tre anni.

E dopo avere scomposto nell'età, il genere, durata del periodo di video, miopia parentale e quanto tempo è stato speso all'aperto e su lavoro vicino, i numeri dei nuovi casi di miopia erano più alti fra i bambini nel gruppo COVID-19.

L'incidenza di un anno stimata di miopia era 28%, 27% e 26%, rispettivamente, per 6, 7 e bambini di 8 anni nel COVID-19 raggruppano, rispetto a 17%, a 16% ed a 15%, rispettivamente, per 6, 7 ed i bambini di 8 anni nel gruppo pre-COVID-19.

Questi cambiamenti hanno coinciso con una riduzione del tempo i bambini spesi all'aperto, a partire intorno ad un'ora e 15 minuti ad intorno 24 minuti/giorno e un aumento in schermo cronometrano a partire da intorno 2,5 ore/giorno ad intorno 7 ore/giorno.

I ricercatori egualmente hanno paragonato il gruppo corrente COVID-19 ai risultati del loro studio precedente, che hanno esaminato lo sviluppo di miopia in bambini delle stesse età in Hong Kong.

Nello studio precedente, 13% dei bambini ha sviluppato la circostanza durante 1 anno. Ciò paragona a 19,5% del gruppo COVID-19 nello studio corrente su un periodo di scarsità di 8 mesi, prestatore ulteriore peso ad un collegamento fra la pandemia e un rischio intensificato di miopia, suggerisca i ricercatori.

Ciò è uno studio d'osservazione e come tale, non può stabilire la causa, aggiunta a cui la ricerca ha compreso i dati del questionario, che contano sul richiamo.

Ed i risultati non potrebbero riflettere l'impatto di COVID-19 in altre parti del mondo, in cui distanziare, la quarantena e le polizze sociali della chiusura del banco possono essere differenti, avvertono i ricercatori.

Tuttavia, scrivono: “Malgrado tutte queste limitazioni insormontabili di studio, i nostri risultati iniziali ancora indicano ad una progressione in modo allarmante della miopia che le cedole si appropriano l'atto correttivo.„

E concludono: “Servire [essi] per avvertire i professionisti di cura dell'occhio ed anche responsabili politici, educatori e genitori, che gli sforzi collettivi sono necessari impedire la miopia di infanzia, una crisi di salute pubblica potenziale come conseguenza di COVID-19.„

Source:
Journal reference:

Zhang, X., et al. (2021) Myopia incidence and lifestyle changes among school children during the COVID-19 pandemic: a population-based prospective study. British Journal of Ophthalmology. doi.org/10.1136/bjophthalmol-2021-319307.