Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La droga attuale può essere efficace nel trattamento del SARS-CoV-2

Gli scienziati dall'università di Chicago hanno trovato che il masitinib della droga può essere efficace nel trattamento del COVID-19.

La droga, che ha subito parecchi test clinici per le circostanze umane ma ancora non ha ricevuto l'approvazione per curare gli esseri umani, ha inibito la replica di SARS-CoV-2, il virus che causa COVID-19, nelle culture di cellula umana ed in un modello del mouse, piombo molto per abbassare i caricamenti virali.

La cristallografia a raggi x ci ha dato una forte indicazione di come questa droga funziona e siamo diventato sicuri che ha una probabilità lavorare in esseri umani.„

Drayman di Nir, università di Chicago

Il gruppo di ricerca, compreso gli scienziati dal Dipartimento per l'energia di Stati Uniti il laboratorio nazionale (DOE) del Argonne, anche trovato che la droga potrebbe essere efficace contro molti tipi di coronaviruses e di picornavirus. A causa del modo che inibisce la replica, egualmente è stato indicato per rimanere efficace di fronte alle varianti COVID-19.

“Inibitori della proteasi principale di SARS-CoV-2, come masitinib, potrebbe essere un nuovo modo potenziale curare i pazienti di COVID, particolarmente nelle fasi iniziali della malattia,„ ha detto Savas Tay dell'università di banco del Pritzker di Chicago di assistenza tecnica molecolare, che piombo la ricerca. “COVID-19 probabilmente sarà per molti anni con noi e i coronaviruses novelli continueranno a sorgere. L'individuazione delle droghe attuali che hanno beni antivirali può essere una parte essenziale di trattamento delle queste malattie.„

Il gruppo di ricerca ha usato i raggi x ultrabright della sorgente avanzata del fotone (APS), un Dipartimento per l'energia di Stati Uniti l'ufficio della funzione dell'utente di scienza a Argonne, per determinare le strutture del virus SARS-CoV-2 con la droga. I risultati sono stati pubblicati nella scienza.

Una corsa per trovare i trattamenti COVID-19

Quando i lockdowns COVID-19 hanno cominciato nel marzo 2020, il Drayman di Nir e di Tay, un collega postdottorale con l'università di Chicago che si specializza in virologia, ha cominciato a pensare a come potrebbero aiutare. Per cercare un migliore trattamento per la malattia, hanno cominciato schermando una libreria di 1.900 clinicamente droghe sicure contro OC43, un coronavirus che causa il raffreddore e può essere studiato nelle circostanze regolari di sicurezza biologica. Hanno usato le colture cellulari per determinare l'effetto della droga sull'infezione.

Poi hanno dato i 30 candidati principali della droga a Glenn Randall, professore di microbiologia all'università di Chicago, che li ha esaminati nelle colture cellulari contro il virus SARS-CoV-2 al laboratorio di Howard Taylor Ricketts. Le misure in laboratorio hanno rivelato quasi 20 droghe che inibiscono SARS-CoV-2.

Egualmente hanno inviato i candidati della droga ad altri collaboratori alla prova contro 3CL la proteasi, l'enzima all'interno dei coronaviruses che li permette di ripiegare dentro una cella. Hanno trovato che dei candidati della droga, il masitinib completamente ha inibito l'enzima virale 3CL dentro la cella, un fatto che è stato confermato da cristallografia a raggi x da Andrzej Joachimiak ed i suoi colleghi a Structural Biology Center (SBC) ai APS. La droga specificamente lega al sito attivo della proteasi 3CL ed inibisce ulteriore replicazione virale.

“Che ci ha dato una forte indicazione di come questa droga funziona e siamo diventato sicuri che ha una probabilità lavorare in esseri umani,„ Drayman ha detto.

Sebbene il masitinib corrente sia approvato soltanto per trattare i tumori del mastocita in cani, ha subito i test clinici umani per parecchie malattie, compreso il melanoma, il morbo di Alzheimer, la sclerosi a placche e l'asma. È stato indicato per essere sicuro in esseri umani ma causa gli effetti secondari, compreso i disordini gastrointestinali e l'edema ed ha potuto potenzialmente sollevare il rischio di un paziente per la malattia di cuore.

Droga efficace contro le varianti, altri virus

Dopo, i ricercatori hanno lavorato con i pari all'università di Louisville per provare la droga in un modello del mouse. Hanno trovato che ha diminuito il caricamento virale SARS-CoV-2 da più di 99 per cento ed hanno diminuito i livelli infiammatori di citochina in mouse.

Parallelamente, i ricercatori egualmente hanno cominciato a provare la droga nelle colture cellulari contro altri virus e trovare che era egualmente efficace contro i picornavirus, che comprendono l'epatite virale A, polio e rhinoviruses che causano il raffreddore.

Egualmente lo hanno provato nelle colture cellulari contro tre varianti SARS-CoV-2, alfa, beta e gamma ed hanno trovato che ha funzionato altrettanto bene contro di loro, poiché lega alla proteasi e non alla superficie del virus.

Ora, il gruppo sta lavorando con la ditta farmaceutica che ha sviluppato il masitinib (scienza di ab) al ritocco la droga per rendergli un antivirale ancor più efficace. Nel frattempo, il masitinib stesso ha potuto essere catturato ai test clinici umani in futuro per provarlo come trattamento COVID-19.

“Masitinib ha il potenziale di essere un efficace ora, particolarmente quando qualcuno in primo luogo è infettato ed i beni antivirali della droga avranno il più grande effetto,„ Drayman antivirale ha detto. “Questo non è il primo scoppio novello di coronavirus e non sta andando essere dura. Oltre ai vaccini, dobbiamo avere nuovi trattamenti disponibili aiutare coloro che è stato infettato.„

Source:
Journal reference:

Drayman, N., et al. (2021) Masitinib is a broad coronavirus 3CL inhibitor that blocks replication of SARS-CoV-2. Science. doi.org/10.1126/science.abg5827.