Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I messaggi di testo semplici possono aumentare l'assorbimento del vaccino COVID-19

La nuova ricerca UCLA guidata indica che i messaggi di testo semplici che sottolineano la disponibilità facile dei vaccini COVID-19 hanno amplificato con successo il numero della gente che ha ottenuto lo scatto.

I ricercatori, dalla scuola di medicina di David Geffen al UCLA, il banco del UCLA Anderson della gestione e Carnegie Mellon University, dicono i loro risultati sostenuti attraverso tutti i dati demografici, compreso i gruppi che sono stati titubanti ricevere il vaccino.

Abbiamo trovato che messaggi di testo che hanno sollecitato l'accessibilità del vaccino e che linguaggio incluso “di proprietà„ - quale “il vaccino appena è stato messo a disposizione per voi„ e “reclami oggi la vostra dose„ -; assorbimento vaccino significativamente aumentato.„

Dott. Daniel Croymans, autore senior di studio, medico di pronto intervento e Direttore medico di qualità a salubrità del UCLA

Per lo studio, pubblicato oggi nella natura pari-esaminata del giornale, i ricercatori hanno analizzato i dati da due ripartiti con scelta casuale, prove controllate condotte con i pazienti di salubrità del UCLA, la maggior parte sopra l'età di 65, che fossero ammissibili per il vaccino COVID-19 a gennaio e febbraio 2021.

Nella prima prova, circa 93.000 partecipanti che inizialmente erano stati comunicati dal email, dalla posta regolare o dal telefono della loro eleggibilità per il vaccino non hanno ricevuto un testo di seguito o quello ricevuto di quattro tipi di messaggi: un ricordo semplice del testo, un ricordo che ha compreso un video informativo, un ricordo con il linguaggio suddetto di proprietà, o un ricordo con sia il linguaggio di proprietà che il video. Tutti i ricordi hanno compreso un legame diretto ad una pagina permettendo che i pazienti programmino una nomina della vaccinazione all'interno del sistema di salubrità del UCLA, che è stato inteso per diminuire le barriere affinchè i pazienti agisse.

Gli autori hanno trovato che entro sei giorni di invio dei ricordi, la nomina valuta per coloro che aveva ricevuto i messaggi era quasi doppio che cosa erano per coloro che non ha avuto (13,2% contro 7,2%). Ed un mese dopo i ricordi del testo, le tariffe della vaccinazione erano più alte fra i pazienti che avevano ricevuto i testi (17,6% contro 13,9%). Questo approccio era particolarmente efficace con la gente che ha programmato regolarmente un'iniezione antinfluenzale stagionale ed i vantaggi hanno tenuto anche quando i ricercatori hanno rappresentato i pazienti che hanno ottenuto le vaccinazioni fuori del sistema di salubrità.

I messaggi di testo che il linguaggio incluso di proprietà ha portato una spinta supplementare nelle tariffe della vaccinazione e di nomina, gli autori hanno detto. Ma aggiungere il video non ha reso effetto rilevabile sul comportamento dei pazienti -; pochi destinatari anche hanno cliccato sopra il collegamento per osservarlo. Ciò ha sorpreso il co-cavo autore Hengchen DAI, un assistente universitario della gestione e le organizzazioni e processo decisionale comportamentistico al UCLA Anderson.

“È molto interessante che mentre un intervento basato sulla video sembra elevare le intenzioni della vaccinazione in una regolazione ipotetica in cui la gente è chiesta di guardare il video, questo intervento non rende i vantaggi in una regolazione reale in cui la gente è invitata a guardare il video e dove valutiamo il comportamento reale,„ DAI ha detto. “Chiaramente, più lavoro deve essere fatto per capire come efficacemente cambiare la perplessità vaccino.„

Nella seconda prova, più di 67,000 persone dalla prima prova che non aveva programmato una nomina gli otto giorni dopo la ricezione del primo testo di ricordo sono stati divisi in due gruppi. Un gruppo è stato inviato ad un secondo ricordo, mentre l'altro non era.

I ricercatori hanno trovato che il gruppo che ha ricevuto il secondo ricordo era 1,7% più probabili programmare una nomina per la loro prima dose nei sei giorni che il gruppo di NO--ricordo. Erano egualmente 1,1% più probabili portar a compimentoe e realmente ottenere lo scatto. Sebbene questo sia un piccolo cambio, i ricercatori precisano che la gente da questo gruppo può inizialmente essere più riluttante ad ottenere il vaccino, essendo ammissibile per un po di tempo e non programmando una nomina dopo una notifica iniziale ed il primo testo di ricordo.

I ricordi del testo sono efficaci e gli strumenti economici per motivare la gente attraverso tutti i dati demografici per ottenere il vaccino, che è particolarmente importante con la variante altamente contagiosa di delta sull'aumento, hanno detto la silvia Saccardo, un assistente universitario dell'autore del co-cavo nel dipartimento del sociale e delle scienze di decisione al Carnegie Mellon.

“Un ricordo semplice, che è redditizio, potrebbe spingere la gente a programmare la loro nomina,„ Saccardo ha detto. “Ottenere previsto per la prima dose era la più grande barriera. Una volta che programmata, la gente è andato alla nomina e poi ha ritornato per la loro seconda dose.„

Queste gomitate del testo possono essere applicabili ad altri comportamenti correlati con la salute, Croymans ha detto.

“Potremmo usarli per incoraggiare i pazienti ad ottenere schermati per cancro colorettale o connetterli agli educatori di salubrità per migliorare i risultati nei termini cronici, quale diabete,„ ha detto. “È uno strumento potenziale che potrebbe aiutare i medici ad aiutare i loro pazienti ad evitare la malattia seria o le complicazioni che potrebbero essere impedite.„

Source:
Journal reference:

Dai, H., et al. (2021) Behavioral Nudges Increase COVID-19 Vaccinations. Nature. doi.org/10.1038/s41586-021-03843-2.