Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Ha potuto un metabolita dell'impianto in liverworts essere un antivirale potente contro SARS-CoV-2 ed altri virus a RNA?

la tecnologia del mRNA è stata essenziale nella protezione contro il coronavirus respiratorio acuto severo originale 2 (SARS-CoV-2). Eppure, ci sono stati alcuni oppositori vocali contro il vaccino, suscitando inquietudini sopra la sicurezza e l'efficacia dei vaccini. Mentre ottenere vaccinato rimane il migliore modo proteggersi ed altri, alcuni scienziati stanno ottenendo indietro alla natura per guida nello sviluppare la medicina antivirale naturale.

Un nuovo studio dal centro nazionale per biotecnologia e l'istituto medicinale di chimica suggerisce la madre natura consegnata - sotto forma di liverworts. Hanno trovato che il polymorpha di Marchantia delle briofite, anche conosciuto come i liverworts dell'ombrello, potrebbe lavorare come trattamento antivirale potenziale.

Un metabolita dell'impianto in liverwort che è trovato in clorofilla è chiamato pheophorbide la a (pheoA). I risultati lo mostrano che può impedire l'entrata virale nelle celle. I sui effetti antivirali erano egualmente efficaci contro altri virus a RNA del positivo-filo quali il Nilo occidentale, HCV ed altri coronaviruses.

PheoA egualmente ha un effetto additivo e una piccola sinergia con remdesivir. Di conseguenza, il trattamento combinato ha potuto migliorare l'efficacia dei remdesivir.

I ricercatori scrivono:

“I nostri risultati indicano che PheoA video una potenza notevole e un indice analitico terapeutico soddisfacente e suggeriscono che possa essere considerato come candidato potenziale per la terapia antivirale contro SARS-CoV-2.„

Lo studio “SARS-CoV-2 della ricerca teme il verde: il catabolito Pheophorbide a della clorofilla è un antivirale potente„ è disponibile sul " server " del bioRxiv* della pubblicazione preliminare.

Dettagli di studio

Il gruppo di ricerca ha confrontato il potenziale antivirale di parecchi impianti del liverwort con SARS-CoV-2. Hanno usato un metodo cromatografico bioattività-guida con spettrometria di massa per identificare il metabolita Pheo A dell'impianto come candidato potenziale.

Attività antivirale ed il meccanismo di PheoA di atto

I risultati di studio indicano che PheoA potrebbe inattivare i virus a RNA quale SARS-CoV-2 impedendo l'infezione virale iniziale in celle.

La mancanza virtuale di attività di PheoA ai livelli dell'post-entrata può essere spiegata dal fatto che PheoA può agire soltanto sulla particella virale, o che PheoA richiede i periodi di incubazione più lunghi per penetrare la cella e per interferire con i punti a valle del ciclo di vita del virus,„ ha spiegato i ricercatori.

Il meccanismo di PheoA di atto è through mirando alle particelle virali per inattivarli ed impedire l'infezione SARS-CoV-2.

I ricercatori anche esplorati come rende il virus non infettivo. Gli studi precedenti hanno suggerito che PheoA potrebbe alterare i beni del doppio strato lipidico virale della busta.

I risultati hanno mostrato che PheoA è selettivo nella sua inattivazione come soltanto ha fermato l'infezione nei virus a RNA del positivo-filo. Al contrario, gli effetti antivirali di PheoA erano inesistenti con i virus a RNA del positivo-filo quale VSV. Ciò indica che PheoA probabilmente agisce modulando la composizione lipidica della membrana virale.

Vantaggi di PheoA

PheoA è sembrato simile in composizione a protoporfirina animale IX, che è stata conosciuta per i forti effetti antivirali. Ma un vantaggio di PheoA sopra protoporfirina IX è che è non tossico.

PheoA è egualmente più accessibile poichè può acquistarsi dall'impianto e dalla clorofilla delle alghe. Avere attività di chlorophyllase esposta al calore ha prodotto più PheoA.

I ricercatori egualmente notano che PheoA potrebbe amplificare l'efficacia di remdesivir. PheoA si è aggiunto nelle dosi aumentanti a remdesivir nelle colture cellulari. I risultati hanno mostrato un effetto additivo senza inibizione trasversale nell'attività antivirale. Inoltre, PheoA ha mostrato la leggera attività sinergica con remdesivir.

Questi risultati indicano che le combinazioni di PheoA con altri antivirals possono risultare utile, come è stato osservato dal suo effetto additivo congiuntamente a remdesivir nei modelli di infezione della coltura cellulare.„

avviso *Important

il bioRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
Jocelyn Solis-Moreira

Written by

Jocelyn Solis-Moreira

Jocelyn Solis-Moreira graduated with a Bachelor's in Integrative Neuroscience, where she then pursued graduate research looking at the long-term effects of adolescent binge drinking on the brain's neurochemistry in adulthood.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Solis-Moreira, Jocelyn. (2021, August 05). Ha potuto un metabolita dell'impianto in liverworts essere un antivirale potente contro SARS-CoV-2 ed altri virus a RNA?. News-Medical. Retrieved on December 08, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20210805/Could-a-plant-metabolite-in-liverworts-be-a-potent-antiviral-against-SARS-CoV-2-and-other-RNA-viruses.aspx.

  • MLA

    Solis-Moreira, Jocelyn. "Ha potuto un metabolita dell'impianto in liverworts essere un antivirale potente contro SARS-CoV-2 ed altri virus a RNA?". News-Medical. 08 December 2021. <https://www.news-medical.net/news/20210805/Could-a-plant-metabolite-in-liverworts-be-a-potent-antiviral-against-SARS-CoV-2-and-other-RNA-viruses.aspx>.

  • Chicago

    Solis-Moreira, Jocelyn. "Ha potuto un metabolita dell'impianto in liverworts essere un antivirale potente contro SARS-CoV-2 ed altri virus a RNA?". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20210805/Could-a-plant-metabolite-in-liverworts-be-a-potent-antiviral-against-SARS-CoV-2-and-other-RNA-viruses.aspx. (accessed December 08, 2021).

  • Harvard

    Solis-Moreira, Jocelyn. 2021. Ha potuto un metabolita dell'impianto in liverworts essere un antivirale potente contro SARS-CoV-2 ed altri virus a RNA?. News-Medical, viewed 08 December 2021, https://www.news-medical.net/news/20210805/Could-a-plant-metabolite-in-liverworts-be-a-potent-antiviral-against-SARS-CoV-2-and-other-RNA-viruses.aspx.