Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La sorveglianza zoonotica di malattia deve essere integrata nei sistemi di intelligenza di obbligazione di salubrità, gli esperti dicono

La sorveglianza delle malattie zoonotiche deve essere integrata nei sistemi di intelligenza di obbligazione di salubrità, se le pandemie future devono essere trattate efficacemente, secondo i professionisti globali di salubrità che scrivono nel giornale della società reale di medicina. Le malattie zoonotiche sono infezioni animali che possono essere trasferite dagli animali agli esseri umani ed includono il coronavirus che causa COVID-19.

Gli autori del documento, dal gruppo di ricerca di salubrità e di conflitto, l'College Londra di re, dicono che le malattie zoonotiche posano egualmente la più grande minaccia alla protezione di salubrità alle popolazioni umane ed animali.

Corrente ci sono pochi sistemi capaci di fornitura gli indicatori e degli avvisi per le malattie zoonotiche oltre la gestione del bestiame.

Gli animali del tambuccio, dello zoo e della protezione esistono nella grande prossimità alle popolazioni umane e con il video limitato sul posto, rimangono un bacino idrico potenzialmente ad alto rischio di malattia per le zoonosi. Gli animali domestici in paesi con reddito elevato sono tanto una minaccia quanto la fauna selvatica oft-citata nei servizi bagnati o in foreste pluviali equatoriali.„

Dott. Gemma Bowsher, autore principale

Gli animali della protezione in particolare sono popolazioni ad alto rischio, date gli loro alti livelli dello sforzo e della predisposizione agli agenti patogeni contagiosi. I ricercatori indicano uno scoppio 2017 di influenza aviaria H7N2 nelle protezioni del capone di New York come esempio di nuove vie della trasmissione attraverso una grande popolazione oltre di 300 animali e nella gente. Precedentemente identificato nei mercati del pollame della città, il virus non era stato conosciuto per attraversare nei caponi prima di questo evento.

Nel Regno Unito e U.S.A. non c'è controllo sanitario della popolazione per gli animali del tambuccio, con le pratiche veterinarie che hanno ad accesso limitato ai sistemi di allarme ad-hoc. Gli animali che muoiono in zoo nel Regno Unito, a differenza di U.S.A., non subiscono l'autopsia obbligatoria, l'equivalente dell'animale di un'autopsia umana, mancante un'opportunità cruciale di diagnosticare la malattia potenziale e confermata presente in popolazioni animali.

I ricercatori dicono che l'anticipazione e l'individuazione tempestiva degli eventi zoonotici potenziali dovrebbero essere un primo obiettivo di ordine per tutto l'ordine del giorno di sviluppo di obbligazione di salubrità sia nelle impostazioni globali che nazionali. Hanno aggiunto che il veterinario e le comunità mediche che lavorano nei sili sta ostruendo lo sviluppo di efficace ordine del giorno della ricerca di obbligazione di salubrità.

Il Dott. Bowsher ha detto: “Trascurare il potenziale per le infezioni animali di produrre e la malattia umana di propagazione è un errore di obbligazione di salubrità. L'efficace preparazione epi-pandemica futura richiede i sistemi migliori per “intelligenza di obbligazione neutrale di salubrità di specie„.„