Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il doppio vaccinato tre volte meno probabilmente verificare il positivo a COVID-19 che unvaccinated, dice lo studio

Gli sforzi della vaccinazione contro la malattia 2019 (COVID-19) di coronavirus hanno cominciato in molte parti del mondo. Fin qui, oltre 4,31 miliardo dosi già sono stati amministrati globalmente.

Mentre la vaccinazione di massa ha avuta un impatto tangibile sul contenimento di COVID-19, specialmente dove l'assorbimento è stato alto, l'emergenza delle varianti del coronavirus 2 (SARS-CoV-2) di sindrome respiratorio acuto severo, ha suscitato inquietudini circa l'efficacia globale dei vaccini correnti. Ciò è nel dicembre 2019 perché molti dei modelli correnti attualmente sono basati sul virus selvaggio tipo, che in primo luogo è stato individuato a Wuhan, Cina.

Alcune varianti di preoccupazione hanno esibito l'infettività aumentata e perfino una certa prova della resistenza parziale agli anticorpi di neutralizzazione suscitati dagli sforzi più iniziali e dai vaccini corrente impiegati. Di interesse particolare è stata la variante di delta, che in primo luogo è emerso all'inizio di quest'anno in India.

Nella nuova ricerca, gli scienziati all'istituto universitario imperiale Londra riferiscono che le persone vaccinate doppio potrebbero essere tre volte meno probabili che la gente unvaccinated da verificare il positivo ad infezione SARS-CoV-2.

Lo studio, che è comparso come un rapporto della pubblicazione preliminare sul " server " a spirale imperiale, risultati analizzati di reazione a catena della polimerasi (PCR).

I risultati del gruppo egualmente suggeriscono che le persone completamente vaccinate possano essere meno probabili passare il virus sopra ad altri poiché hanno pochi caricamenti virali che le persone unvaccinated.

Lo studio REACT-1

I risultati di studio sono venuto REACT-1 dallo studio guidato da imperiale, un programma di controllo significativo di coronavirus. I ricercatori hanno analizzato le tendenze di prevalenza ed i loro driver che usando i dati inversi della tampone-positività di reazione a catena della trascrizione-polimerasi (RT-PCR) da 12 rotondi, fra il 20 maggio ed il 7 giugno 2020 ed arrotondano 13, fra il 24 giugno ed il 12 luglio 2021, della valutazione in tempo reale dello studio della Comunità Transmission-1 (REACT-1), con il gruppo che invia i tamponi ai campioni scelti a caso non sovrapponibili della gente invecchiata 5 e sopra in Inghilterra.

Durante il periodo di studio, 0,63 per cento della gente sono stati infettati. Ciò rappresenta circa un aumento quadruplo confrontato all'ultima relazione dello studio, quando 0,15 per cento hanno avuti il virus il 7 giugno.

Gente vaccinata ed infezione SARS-CoV-2

Lo studio ha studiato le prove del tampone quasi di 100,000 persone in Inghilterra. Hanno eseguito il tampone che prova a casa ed i loro campioni sono stati analizzati dalla prova di PCR. Di questi, 537 persone hanno verificato il positivo, con una prevalenza globale di 0,63 per cento. Più ulteriormente, circa 254 di coloro che ha verificato il positivo sono stati infettati con la variante di delta.

Coloro che era unvaccinated hanno avuti un'più alta prevalenza tripla dell'infezione che coloro che aveva ricevuto entrambe le dosi di un vaccino, a 1,21 per cento confrontati a 0,40 per cento. Tuttavia, in 13 rotondi, 44 per cento delle infezioni sono accaduto in gente completamente vaccinata, riflettente l'efficacia imperfetta contro l'infezione malgrado l'alta vaccinazione globale livellano.

Il gruppo ha stimato l'efficacia vaccino contro l'infezione in 13 rotondi di 49 per cento, fra i partecipanti fra 18 e 64, che sono aumentato a 58 per cento quando considera soltanto i forti positivi. Inoltre, il gruppo ha stimato l'efficacia vaccino di regolato contro l'infezione sintomatica a 59 per cento.

Il gruppo ha concluso quello fra maggio e luglio 2021, malgrado gli sforzi di grande successo della vaccinazione con l'alto assorbimento vaccino, le infezioni sono state determinate dalla variante di delta e dall'alta prevalenza di infezione fra le più giovani e persone unvaccinated. Malgrado molta gente che riceve due dosi per diminuire la trasmissione efficacemente, la diffusione veloce della variante di delta rende gestendo la diffusione virale difficile.

“Sebbene la prevalenza più lenta di diminuzione o della crescita possa essere osservata durante l'estate nell'emisfero nord, mescolanza aumentata durante l'autunno in presenza della variante di delta può piombo alla crescita rinnovata, anche agli alti livelli della vaccinazione,„ i ricercatori conclusivi nello studio.

Il gruppo ha aggiunto che senza interventi supplementari per attenuare l'impatto della pandemia, mescolanza aumentata durante l'autunno in presenza della variante di delta può causare una crescita rinnovata dei casi, anche agli alti livelli della vaccinazione. Hanno suggerito che la sorveglianza continuata per riflettere la diffusione virale fosse necessaria globalmente.

Source:
Journal reference:
  • Elliot, P., Haw, D., Wang, H. et al. (2021). REACT-1 round 13 final reports: exponential growth, high prevalence of SARS-CoV-2, and vaccine effectiveness associated with Delta variant in England during May to July 2021. Spiral Imperial College London. https://spiral.imperial.ac.uk/handle/10044/1/90800
Angela Betsaida B. Laguipo

Written by

Angela Betsaida B. Laguipo

Angela is a nurse by profession and a writer by heart. She graduated with honors (Cum Laude) for her Bachelor of Nursing degree at the University of Baguio, Philippines. She is currently completing her Master's Degree where she specialized in Maternal and Child Nursing and worked as a clinical instructor and educator in the School of Nursing at the University of Baguio.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Laguipo, Angela. (2021, August 06). Il doppio vaccinato tre volte meno probabilmente verificare il positivo a COVID-19 che unvaccinated, dice lo studio. News-Medical. Retrieved on November 30, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20210806/Double-vaccinated-three-times-less-likely-to-test-positive-for-COVID-19-than-unvaccinated-says-study.aspx.

  • MLA

    Laguipo, Angela. "Il doppio vaccinato tre volte meno probabilmente verificare il positivo a COVID-19 che unvaccinated, dice lo studio". News-Medical. 30 November 2021. <https://www.news-medical.net/news/20210806/Double-vaccinated-three-times-less-likely-to-test-positive-for-COVID-19-than-unvaccinated-says-study.aspx>.

  • Chicago

    Laguipo, Angela. "Il doppio vaccinato tre volte meno probabilmente verificare il positivo a COVID-19 che unvaccinated, dice lo studio". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20210806/Double-vaccinated-three-times-less-likely-to-test-positive-for-COVID-19-than-unvaccinated-says-study.aspx. (accessed November 30, 2021).

  • Harvard

    Laguipo, Angela. 2021. Il doppio vaccinato tre volte meno probabilmente verificare il positivo a COVID-19 che unvaccinated, dice lo studio. News-Medical, viewed 30 November 2021, https://www.news-medical.net/news/20210806/Double-vaccinated-three-times-less-likely-to-test-positive-for-COVID-19-than-unvaccinated-says-study.aspx.