Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il tributo psicologico di pandemia COVID-19 si è collegato con gli atteggiamenti anti-sistematici e la violenza politica

La pandemia COVID-19 è la crisi di salubrità globale più severa del XXI secolo. Mentre i media riferisce e direttive di polizza tende a mettere a fuoco sulla salubrità e sugli aspetti economici del pandemico, la nuova ricerca suggerisce che la pandemia egualmente stia destabilizzando la relazione fondamentale fra i cittadini e lo stato.

“La pandemia ha interrotto il nostro senso della vita normale, generante le frustrazioni, esclusione sociale senza precedenti e un intervallo di altre preoccupazioni,„ ha detto Henrikas Bartusevičius, un ricercatore con l'istituto di ricerca di pace Oslo e co-author su un documento pubblicato nella scienza psicologica del giornale. “Le nostre indagini indicano che il tributo psicologico di vivere con una pandemia egualmente ha rifornito antigovernativo ed atteggiamenti che antisystemic quello piombo alla violenza politica in una serie di paesi.„

Bartusevičius ed i suoi colleghi hanno chiesto a 6.000 adulti dagli Stati Uniti, dalla Danimarca, dall'Italia e dall'Ungheria se e come la pandemia COVID-19 aveva leduto negativamente la loro salubrità, finanze, relazioni e destre. Gli intervistati sono stati chiesti di riferire se ritenessero l'insoddisfazione con le loro società e governi e se fossero motivati per impegnarsi dentro o già si fossero impegnati nelle proteste o nella violenza politica.

I risultati da questa indagine hanno scoperto le associazioni notevoli fra il carico psicologico di COVID-19 e sentimenti e comportamenti altamente perturbatori, compreso l'uso della violenza per una causa politica. Al contrario, la ricerca non ha rivelato correlazioni coerenti fra il carico COVID-19 e la motivazione per impegnarsi nei moduli pacifici di attivismo.

Egualmente siamo stati sorpresi trovare che il carico COVID-19 non ha bisogno dei grilletti supplementari di motivare la violenza politica. È abbastanza apparentemente da sè.„

Henrikas Bartusevičius, ricercatore, istituto di ricerca di pace Oslo

Il carico COVID-19 è il tributo psicologico globale di vivere con una pandemia. È il totale complessivo degli sforzi della persona esperienze di una persona durante una pandemia e le risposte che i governi catturano contro di, quali le misure del lockdown, ai mandati della maschera e fisico-distanziare le direttive.

I ricercatori hanno trovato che negli Stati Uniti specificamente, quelli che avvertono un più alto carico COVID-19 erano egualmente più probabili riferire l'impegno nella violenza durante le proteste ed i counterprotests neri della materia di vite. I lockdowns pandemici ed associati possono contribuire alle frustrazioni che sono state liberate in questi eventi, i ricercatori hanno detto.

“Questo ha luogo la prima volta nell'era moderna che altamente ha individualizzato le democrazie occidentali ha affrontato una pandemia importante,„ ha detto il colpo Peterson, un ricercatore di Michael del co-author all'università di Aarhus in Danimarca. Prima della pandemia, c'era poca conoscenza circa a come le società avrebbero risposto o avrebbero fatto fronte ad una tal crisi. “I nostri presente uno di ricerca delle prime prove sul potenziale perturbatore delle pandemie e dei lockdowns associati,„ ha detto.

I ricercatori hanno trovato le differenze attraverso le nazioni, con i dichiaranti danesi che riferiscono il carico più basso COVID-19 ed i dichiaranti ungheresi che riferiscono il più alto. Tuttavia, non c'erano differenze notevoli negli effetti del carico COVID-19 attraverso i quattro paesi. Per esempio, sebbene il danese medio ritenesse più di meno caricato dalla pandemia che i dichiaranti in altri paesi, i danesi che hanno ritenuto caricati atteggiamenti e motivazioni anti-sistematici indicati per la violenza politica simile a quelle hanno riferito altrove.

I ricercatori hanno proposto parecchie spiegazioni potenziali per perché le pandemie possono piombo a malcontento sociale. La pandemia ed i lockdowns hanno afflitto diversamente i gruppi sociali particolari, le percezioni di produzione probabili di ingiustizia e la rabbia che, a loro volta, possono essere diretti contro i governi. Inoltre, il carico di COVID-19 può contribuire all'esclusione sociale ed all'emarginazione mentre la vita sociale normale scompare, in grado di rifornire gli atteggiamenti e le motivazioni di combustibile antisystemic per la violenza politica.

I ricercatori hanno concluso che in seguito alle pandemie, i programmi di ripristino dovrebbero fare più delle preoccupazioni di salute pubblica e l'economia; dovrebbero anche adoperarsi riparare la relazione fra i cittadini ed il sistema politico.

Source:
Journal reference:

Bartusevičius, H., et al. (2021) The psychological burden of the COVID-19 pandemic is associated with anti-systemic attitudes and political violence. Psychological Science. doi.org/10.1177/09567976211031847.