Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La nuova istruzione unita ha pubblicato nell'opposizione ai limiti cumulativi della dose di radiazioni per la rappresentazione paziente

Quando un esame di imaging biomedico fornisce un vantaggio clinico, il solo rischio che dovrebbe essere considerato è l'esame stesso piuttosto che l'esposizione a radiazioni precedente di un paziente, secondo un'istruzione di tre gruppi scientifici che rappresentano i fisici, i radiologi ed i fisici medici di salubrità.

L'associazione americana dei fisici nella medicina, insieme con l'istituto universitario americano della radiologia e la società di fisica sanitaria, ha pubblicato un'istruzione unita nell'opposizione ai limiti cumulativi della dose di radiazioni per la rappresentazione paziente, citanti gli effetti contrari potenziali su cura paziente. L'istruzione ottiene in risposta ad una posizione avversaria parecchie organizzazioni ed ai documenti recentemente pubblicati sull'argomento di alto profilo.

“È la posizione dell'associazione americana dei fisici nella medicina (AAPM), dell'istituto universitario americano della radiologia (ACR) e della società di fisica sanitaria (HPS) che la decisione per eseguire un esame di imaging biomedico dovrebbe essere basata per i motivi clinici, compreso l'informazione disponibile dalla rappresentazione priore risulta e non sulla dose dalle esposizioni a radiazioni in relazione con la rappresentazione priori,„ secondo l'istruzione.

“AAPM lungamente ha consigliato, come raccomandato dalla Commissione internazionale su radioprotezione (ICRP), che giustificazione del vantaggio paziente potenziale e l'ottimizzazione successiva delle esposizioni di imaging biomedico è le azioni più appropriate catturare per proteggere i pazienti dalle esposizioni mediche inutili. Ciò è coerente con i principi fondamentali di radioprotezione nella medicina, vale a dire i limiti di quella dose di radiazioni del paziente sono inadeguati per le esposizioni di imaging biomedico.

“Di conseguenza, il AAPM si pronuncia contro usando i valori della dose, compreso la dose efficace, dagli esami priori della rappresentazione di un paziente allo scopo di processo decisionale medico. Facendo uso delle quantità quale la dose efficace cumulativa può, involontario o da polizza istituzionale o regolatrice, urtare negativamente le decisioni mediche e la cura paziente.

“Questa istruzione di posizione si applica all'uso della metrica tenere la carreggiata longitudinalmente la dose di un paziente dalle esposizioni a radiazioni mediche ed arguire il rischio stocastico potenziale loro. Non si applica all'uso delle dosi organo-specifiche allo scopo della valutazione dell'inizio degli effetti deterministici (per esempio, dose assorbita alla lente o all'interfaccia di occhio) o del realizzare la ricerca epidemiologica.„

Oltre ai tre firmatari, la posizione egualmente è firmata dalla società radiologica dell'America settentrionale.

AAPM sottolinea l'importanza della sicurezza paziente nella loro posizione. L'uso di radiazione deve sia essere giustificato che ottimizzato e dovrebbe offrire sempre un vantaggio potenziale al paziente che è maggior del suo rischio potenziale.

Questa istruzione è un ricordo importante che i pazienti possono ricevere il vantaggio clinico sostanziale dagli esami della rappresentazione. Mentre vogliamo vedere l'uso prudente di radiazione nell'imaging biomedico e molti dei nostri membri scientifici stanno lavorando ai mezzi di diminuzione della dose di radiazioni paziente globale, crediamo che sia un aspetto importante della sicurezza paziente e della cura clinica che le decisioni sull'uso degli esami della rappresentazione sono fatte solamente sul bisogno clinico di presentazione e non sulla dose di radiazioni priore.

AAPM è soddisfatto per partner con le nostre colleghe società - l'istituto universitario americano di radiologia e della società di fisica sanitaria - per portare una prospettiva largamente comune sull'emissione importante di se l'esposizione a radiazioni paziente precedente dovrebbe svolgere un ruolo nel processo decisionale medico futuro.„

Dobbins di James, Presidente di AAPM

AAPM cita la Commissione internazionale su radioprotezione, che sollecita che fissare i limiti di esposizione a radiazioni ai pazienti non è appropriato. Ciò è parzialmente dovuto una mancanza di uniformità nella metrica per il video dei dosaggi ed i punti ad un'esigenza della standardizzazione dei preventivi della dose.

La posizione indirizza soltanto i rischi stocastici da esposizione a radiazioni, che sono effetti di probabilità di cui riskfor un esame dato di rappresentazione, come cancro, è indipendente dal ofpriorradiation di quantità. Gli effetti deterministici, che sono incrementali e una risposta diretta all'esposizione, quale danno dell'interfaccia, sono un risultato di un insieme differente dei meccanismi biologici e non sono inclusi.

AAPM ha compilato una lista delle risposte alle domande frequentemente fatte sull'argomento della sicurezza medica di radiazione e una lista dei riferimenti alle pubblicazioni che supportano la posizione dell'organizzazione.