Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La proteina implicata nella crescita del tumore può proteggere dalle malattie neurodegenerative

Le celle traducono il loro materiale genetico alle tariffe rapide con precisione squisita per riprodurrsi, riparare il danno o persino combattere la malattia. Ma il trattamento può diregolarizzare e provocare la malattia. I sottoprodotti dei trattamenti erranti possono accumularsi come sporco negli attrezzi, particolarmente intorno ai neuroni, suddividenti i meccanismi della riparazione e causanti ulteriore danno e perfino i disordini neurodegenerative quale il morbo di Alzheimer.

Ora, un gruppo di ricerca internazionale può trovare che una proteina implicata nella crescita del tumore può potere contribuire a regolamentare la traduzione cellulare storta ed a proteggere da disintegrazione di un neurone. Hanno pubblicato i loro risultati il 13 luglio nei rapporti delle cellule.

“I ricercatori hanno cominciato a capire che le malattie neurodegenerative relative all'età potessero essere causate tramite capitalizzazione lenta ma costante dei prodotti tossici del peptide, che piombo alla morte dei neuroni, quali le placche dell'beta-amiloide che causano il morbo di Alzheimer,„ ha detto il cavo l'autore Katsura di carta Asano, professore a scuola post-laurea dell'università di Hiroshima delle scienze Integrated per vita ed anche nella divisione di biologia, Kansas State University. “la traduzione Ripetizione-associata di non AGOSTO (HA FUNZIONATO) è uno dei meccanismi che genera tali prodotti tossici.„

Nel ripiegare il loro materiale genetico, le celle cercano gli indicatori specificamente ordinati che segnalano il punto in cui dovrebbero iniziare e cessare la copia per fare una proteina specifica. Il segnale è tipicamente “AGOSTO,„ ma HA FATTO la traduzione non ha bisogno di questo segnale e può cominciare ad elaborare ad altri punti. Il problema è che HA FATTO la traduzione può finire i bit di copiatura di informazioni genetiche ripetute che si trasformano nell'accumulazione che tossica quello piombo al neurodegeneration.

Approfittando della nostra conoscenza sulla traduzione, abbiamo esaminato se la proteina regolatrice di traduzione 5MP può sopprimere HA FATTO la traduzione, che egualmente avrebbe soppresso la produzione dei prodotti tossici del peptide di ripetizione.„

Katsura Asano, autore di carta del cavo

Nelle circostanze malate, 5MP è una proteina che può potenzialmente trasformare una cella in buona salute in una cella del tumore. Nelle circostanze sane, 5MP imita una proteina in questione nella regolamentazione HA FATTO la traduzione. I ricercatori hanno usato la microscopia elettronica e computer-hanno diretto la modellistica per rivelare la struttura del complesso di preinitiation delle molecole di cui monti prima HA ESEGUITO l'inizio di traduzione. Hanno trovato che 5MP fa concorrenza alla proteina che imita in cellule umane e, quando estrae, diminuisce HA ESEGUITO la traduzione ed i sui sottoprodotti tossici.

Per capire meglio come questo che trova traduce ai risultati di malattia, i ricercatori hanno costruito le mosche con la sindrome X-associata fragile di atassia di tremito, un disordine neurodegenerative. Hanno trovato che quello che aumenta i livelli di 5MP nelle mosche commoventi ha represso la tossicità di un neurone ed ha migliorato la loro durata della vita.

“Catturato insieme, questi dati suggeriscono che la modulazione dei livelli 5MP potrebbe essere un obiettivo terapeutico possibile da cui diminuire selettivamente HA FATTO la traduzione in disordini di espansione di ripetizione,„ Asano abbia detto. “Più studi su 5MP ed il meccanismo della traduzione possono notevolmente contribuire alla comprensione ed alla cura delle malattie neurodegenerative.„

Source:
Journal reference:

Singh, C.R., et al. (2021) Human oncoprotein 5MP suppresses general and repeat-associated non-AUG translation via eIF3 by a common mechanism. Cell Reports. doi.org/10.1016/j.celrep.2021.109376.