Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio mostra un aumento nella casa che beve durante la pandemia COVID-19

Durante i mesi pandemici COVID-19 dei marzo 2020 al settembre 2020, le vendite della vendita al dettaglio dell'alcool degli Stati Uniti aumentate hanno confrontato alle tendenze usuali mentre di servizio ristoro e le vendite beventi dei posti sono diminuito contrassegnato durante lo stesso periodo, secondo un nuovo studio al banco del postino di Columbia University della salute pubblica. Questi risultati indicano un aumento nella casa che beve negli Stati Uniti. I risultati sono pubblicati online nell'alcool del giornale.

I ricercatori hanno usato i dati di vendite della vendita al dettaglio dell'alcool della birra, del vino e degli approvvigionamenti del negozio di alcolici (BWLS) dal gennaio 1992 al settembre 2020 dall'indagine mensile di commercio al dettaglio, che fornisce i preventivi di vendite a di servizio ristoro e di vendita al dettaglio. I cambiamenti di vendite dell'alcool negli Stati Uniti in tutto la pandemia COVID-19 sono stati usati come indicatore di bere casalingo. Le variazioni calcolarici nelle vendite mensili hanno permesso agli autori di evidenziare le differenze annuali nelle vendite mensili di BWLS fra gli anni consecutivi dal 1992 al 2020.

I nostri risultati sembrano confermare un aumento nella casa che beve durante il periodo, in grado di potenzialmente piombo all'più alto consumo dell'alcool ed ai risultati avversi in relazione con l'alcool di salubrità,„ hanno detto

Castaldelli-Maia di João Mauricio, MD, PhD, collega postdottorale di NIDA-INVEST, dipartimento di epidemiologia, banco del postino di Colombia e primo autore

C'era un importante crescita nelle vendite al minuto dell'alcool durante l'inizio del pandemico, raggiungente un plateau nel terzo trimestre di 2020. Dal marzo 2020 al settembre 2020, c'erano 41,9 miliardo dollari nelle vendite del negozio di alcolici, rappresentanti un aumento di 20 per cento e di 18 per cento confrontati allo stesso periodo nel 2019 ed al periodo di sette mesi precedente (cioè, agosto 2019 al febbraio 2020), rispettivamente. Inoltre, l'alimento e le vendite al dettaglio beventi del posto sono diminuito da 27 per cento durante i mesi chiave della pandemia, marzo al settembre 2020.

Confrontando le vendite di BWLS nel primo tre quarti degli anni consecutivi fra 1992 e 2020, il più alta variazione era un aumento di 7,5 miliardo-dollari in queste vendite fra il primo tre quarti di 2019 e di 2020.

L'alimento e le vendite al minuto beventi del posto (FSDP) sono diminuito da più di 50 per cento dal febbraio 2020 all'aprile 2020. Dopo questo, le vendite per queste imprese hanno aumentato ma non hanno raggiunto i livelli pre-COVID-19. Nel settembre 2020, le vendite di FSDP erano circa 15 per cento sotto i livelli pre-COVID-19 mentre la birra, il vino e le vendite del negozio di alcolici hanno aumentato di 17 per cento e sono rimanere intorno a questo livello durante la pandemia COVID-19.

Eccessivo bere della casa ha potuto essere un modo disfunzionale di fare fronte allo sforzo relativo alla necessità di quarantine ed alle preoccupazioni circa un futuro incerto, secondo i ricercatori. Un'altra questione critica è che bevendo a casa è stato associato con violenza domestica.

“Durante la pandemia, aumenti nell'uso dell'alcool a casa potrebbe potenzialmente esacerbare gli effetti di isolamento sociale su violenza domestica,„ suggerisce la Castaldelli-Maia. “Per esempio, i dati del dipartimento di polizia degli Stati Uniti illustrano che c'era un aumento di per cento 10-27 nelle chiamate riguardo a violenza domestica durante gli ordini casalinghi COVID-19 attraverso le diverse posizioni nel paese -- dall'Alabama e dal Texas nell'Oregon e New York, sebbene sia poco chiaro se bere domestico ha svolto un ruolo in tali risultati.„

“Mentre ancora molto è lasciato per capire circa i comportamenti di uso dell'alcool durante la pandemia COVID-19, crediamo che sia importante fare gli sforzi più aggressivi per avvertire la popolazione circa i rischi connessi con il consumo domestico aumentato dell'alcool durante la pandemia,„ ha detto la silvia Martins, il MD, il PhD, il professore associato dell'epidemiologia al banco del postino di Colombia e l'autore senior. “È egualmente importante studiare i comportamenti di uso dell'alcool fra le persone ad ad alto rischio dell'infezione da SARS-CoV-2 quali i lavoratori di linea di battaglia e fra quelli che vivono da solo per i periodi più lunghi di isolamento.„

Source:
Journal reference:

Castaldelli-Maia, J.M., et al. (2021) The concerning increasing trend of alcohol beverage sales in the U.S. during the COVID-19 pandemic. Alcohol. doi.org/10.1016/j.alcohol.2021.06.004.