Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio in cani può piombo per migliorare la comprensione di come i gliomi pregiudicano il sistema immunitario

Un nuovo studio rivela che gliomi di prima scelta, o tumori cerebrali, in celle più immuni contenute cani connesse con la soppressione della risposta immunitaria che i gliomi di qualità inferiore.

Il lavoro, che è l'esame più esteso di infiltrazione delle cellule immuni in glioma canino fin qui, aggiunge all'organismo di prova che questi tumori cerebrali potrebbero reclutare le celle che aiutano nell'immunosoppressione. I risultati hanno potuto avere implicazioni per ai i trattamenti basati a immunoterapia futuri del glioma sia in esseri umani che in cani.

Le celle di Glial sono celle di sostegno situate in tutto il cervello ed il midollo spinale. Quando quelle celle diventano cancerogene, il tumore risultante è chiamato un glioma. In cani, i gliomi sono il secondo tipo comune di tumore nel sistema nervoso centrale e rappresentano circa 35% di tutti i cancri intracranici. Il tempo di sopravvivenza mediano per i cani con glioma trattato con la radioterapia varia da nove a 14 mesi, che è simile al momento di sopravvivenza mediano di 14 mesi per gli esseri umani curati con una combinazione di chirurgia, di radiazione e di chemioterapia.

Ci sono tre tipi di gliomi canini: oligodendroglioma, astrocytoma o glioma indefinito. Ciascuno di questi sottotipi può più ulteriormente essere classificato come minimo o di prima scelta basato su determinate funzionalità microscopiche. Sebbene il sottotipo ed il grado del glioma pregiudichino la scelta del trattamento e di sopravvivenza in esseri umani, è corrente sconosciuta se la stessa è vera per i cani.

L'immunoterapia sfrutta la potenza del sistema immunitario dell'organismo attaccare il cancro. Sebbene l'immunoterapia abbia indicato la promessa in determinati tipi di cancri, non è riuscita in glioma in esseri umani, possibilmente perché i gliomi sono stati indicati per sopprimere il sistema immunitario per facilitare la crescita del tumore. I ricercatori stanno provando a capire meglio l'interazione fra glioma ed il sistema immunitario con le speranze del miglioramento dei risultati terapeutici.

Se vogliamo perseguire l'immunoterapia per glioma, in primo luogo dobbiamo capire come questi tumori interagiscono con il sistema immunitario. Ci sono molte funzionalità comuni fra glioma canino ed umano, che fa la ricerca del sistema immunitario in glioma canino un buon approccio a rivolgere le domande circa questo cancro sia in esseri umani che in cani.

Gregory Krane, autore di studio primi e patologo del veterinario, North Carolina State University

Krane recentemente ha ricevuto il suo Ph.D. dalla North Carolina State University

Il gruppo di ricerca multi-istituzionale ha esaminato 73 gliomi differenti ottenuti dai pazienti veterinari veduti alle state college di NC di medicina veterinaria fra 2006 e 2018. Utilizzando l'etichettatura immunohistochemical e l'analisi sulla base di immagini automatizzata, il gruppo ha identificato i numeri di ogni tipo di cella immune in ogni tumore: Linfociti di B, linfociti T, linfociti T regolatori (Tregs) e macrofagi. Il gruppo ha trovato gli più alti numeri di Tregs e non ha polarizzato i macrofagi in alto- contro i tumori di qualità inferiore, ma differenze per altre celle immuni fra i tipi differenti del tumore o i gradi.

“Tregs inibisce gli aspetti della risposta immunitaria,„ Krane dice. “In persone sane, questa impedisce la malattia autoimmune. Ma i cancri possono reclutare ed attivare Tregs per impedire il sistema immunitario l'attacco del tumore. Abbiamo trovato che Tregs era più abbondante in gliomi di prima scelta che in gliomi di qualità inferiore. Supponiamo che Tregs possa partecipare all'immunosoppressione glioma-mediata, sebbene quello richieda ulteriore ricerca.„

Il gruppo di ricerca egualmente ha contato il numero dei macrofagi in ogni tumore, che può essere polarizzato alla conclusione di uno spettro citato come M1 o a m2 di polarizzazione. In un senso generale, i macrofagi di M1-polarized sono pro-infiammatori ed antitumorali ed i macrofagi di M2-polarized sono l'opposto. Hanno trovato che la popolazione del macrofago in gliomi di prima scelta tesi per essere polarizzato verso il fenotipo di m2.

“Questo il macrofago i dati di polarizzazione che possono ampliare l'ipotesi di immunosoppressione del glioma fornendo un altro meccanismo da cui i gliomi possono sopprimere il sistema immunitario nel cane,„ Krane dice.

Krane è promettente che questo studio può piombo ad una migliore comprensione di come i gliomi pregiudicano il sistema immunitario e finalmente alle immunoterapie migliori per glioma. “Facendo uso del cane come modello preclinico per la comprensione della risposta immunitaria a glioma potrebbe piombo ai trattamenti che aiuteranno sia i cani che la gente,„ Krane dice. “Comunque avanzi il lavoro è necessario, i nostri dati forniscono un certo supporto per utilizzare i pazienti canini con glioma per valutare le terapie che mirano a Tregs o la polarizzazione del macrofago progettata per uso in esseri umani.„

Source:
Journal reference:

Krane, G. A., et al. (2021) Immunohistochemical evaluation of immune cell infiltration in canine gliomas. Veterinary Pathology. doi.org/10.1177/03009858211023946.