Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Una rassegna sistematica degli studi in vitro che valutano l'efficacia dei risciacqui di bocca su SARS-CoV-2

La malattia 2019 (COVID-19) di coronavirus è causata dalla sindrome respiratorio acuto severo coronavirus-2 (SARS-CoV-2). SARS-CoV-2, che appartiene alla famiglia Coronaviridae del genere Betacoronavirus, in primo luogo è stato riferito a Wuhan, Cina nel dicembre 2019.

SARS-CoV-2 è estremamente contagioso ed è trasmesso attraverso le goccioline umane infettate mentre tossisce, starnutendo, o persino mentre parla. Il 20 agosto 2021, SARS-CoV-2 ha infettato oltre 211 milione mondiale ed ha causato le morti di più di 4,4 milioni.

Studio: Studi in vitro che valutano l'efficacia dei risciacqui di bocca su Sars-Cov-2: Una rassegna sistematica. Credito di immagine: suma2020/Shutterstock.com

Sfondo

Le celle epiteliali delle mucose orali sono state riferite per avere un'alta espressione del ricevitore dell'enzima di conversione dell'angiotensina 2 (ACE2). La proteina della punta (s) di SARS-CoV-2 lega con ACE2 per infettare la cellula ospite.

Recentemente, gli scienziati hanno scoperto che la saliva dei pazienti infettati COVID-19 contiene un alto caricamento virale nella prima settimana dopo l'inizio dei sintomi. Anche in pazienti asintomatici, la presenza di alto caricamento virale nell'orofaringe egualmente è stata osservata.

Questi studi, quindi, indicano il ruolo della cavità orale nella diffusione di SARS-CoV-2. Per queste ragioni, i professionisti dentari sono estremamente vulnerabili all'infezione COVID-19 come conseguenza del modo del trattamento che le richiede di essere vicino ai pazienti.

Molti prodotti del risciacquo di bocca hanno beni antivirali. Parecchie organizzazioni, quali il centro di controllo delle malattie e la prevenzione americani, hanno proposto l'uso di tali risciacqui di bocca prima di una procedura dentaria per abbassare la diffusione di SARS-CoV-2.

Circa lo studio

Un nuovo studio pubblicato nel giornale degli obiettivi di salute pubblica e di infezione per valutare l'organismo corrente della ricerca in vitro pubblicata si è riferito all'efficacia dei colluttori nell'impedire la trasmissione SARS-CoV-2.

A questo scopo, i ricercatori hanno recuperato complessivamente 162 titoli, di cui tredici hanno avuti un esame a testo integrale. Tuttavia, soltanto otto sono stati inclusi in questo studio.

Questo esame sistematico ha rivelato l'efficacia delle molecole in colluttori differenti su SARS-COV-2. Fra i colluttori provati, lo iodio di Povidone (PVP-I) che contiene il colluttorio è stato riferito per essere più efficace contro SARS-CoV-2.

Credito di immagine: La nuova Africa/Shutterstock.com

Ingredienti attivi del colluttorio e COVID-19

PVP-I

PVP-I è un agente battericida e virucidal che è efficace contro parecchi membri del betacoronavirus quali SAR-CoV e il coronavirus respiratorio di sindrome di Medio Oriente (MERS-CoV). PVP-I danneggia le strutture dell'acido nucleico di questi virus ed interrompe le proteine di superficie infine per bloccare l'associazione virale alle celle.

Gli studi considerati in questo esame hanno fornito la prova robusta che PVP-I potesse inattivare SARS-CoV-2, anche dopo che un secondo contatto brevi 15 ed alle concentrazioni basse. Questo esame egualmente ha evidenziato gli effetti citotossici connessi con PVP-I. A questo scopo, PVP-I sembra essere tossico per le mucose orali e nasali ad una concentrazione più superiore 2,5% e 5%, rispettivamente.

Sebbene i colluttori disponibili nel commercio che contengono PVP-I non raggiungano le concentrazioni suddette, questo è uno dei parametri più importanti che devono essere valutati mentre sviluppano le nuove formulazioni. D'importanza, il risciacquo di bocca di PVP-I deve essere evitato dalle donne incinte e dalle persone che sono allergiche a iodio. Ulteriormente, le persone con la tiroide di fondo o coloro che sta ricevendo la terapia radioattiva dello iodio devono astenersi da dal risciacquo di bocca di PVP-I.

Etanolo

Lo studio corrente egualmente ha trovato che SARS-CoV-2 è altamente sensibile ad un'alta concentrazione di etanolo (60%-70%), che è comunemente usato per decontaminazione di superficie. Questa concentrazione di etanolo è comunemente usata come conseguenza della sua capacità di interferire con la busta del lipido, che successivamente piombo ad inattivazione del virus.

Alcuni colluttori disponibili nel commercio contengono una concentrazione molto bassa di etanolo. Parecchi studi hanno indicato che la combinazione di concentrazione bassa di etanolo e di petroli essenziali è efficace contro i virus avvolti.

Composti dell'ammonio

Altre componenti bioactive che sono utilizzate in colluttori sono ammonio quaternari come il cloruro ed il cloruro di benzalconio di dequalinium. Questi componente attivi egualmente sono stati esaminati per determinare la loro efficacia nella diminuzione del caricamento virale SARS-CoV-2 nella cavità orale. Tuttavia, il meccanismo dietro la loro attività antivirale non è stato documentato.

Perossido di idrogeno

Molti ricercatori egualmente hanno studiato l'efficacia del perossido di idrogeno (NOIOSO22) nella diminuzione dei caricamenti virali. Questa componente è stata trovata efficacemente per inattivare i virus, quali influenza A e virus di B, adenovirus e rhinoviruses.

Danni22 NOIOSI l'acido nucleico del virus e degli aumenti la permeabilità della membrana cellulare. Tuttavia, gli studi precedenti hanno rivelato quello UFF22 non riuscito per diminuire significativamente i titoli virali. Un'altra ragione per la quale UFF22 non è una componente ideale dei colluttori è che è più citotossica di PVP-I, anche dopo che è diluita.

Clorexidina

Un altro principio attivo comune in colluttori è clorexidina (CHX), che possiede i beni battericidi e batteriostatici. Questo principio attivo è efficace contro i virus avvolti, quali il herpesvirus 1, l'influenza A ed il citomegalovirus.

Conclusione

Una delle limitazioni dello studio corrente è che parecchi aspetti e gruppi metodologici di confronto hanno variato fra gli studi. Tuttavia, gli autori hanno indicato che tutta la prova dagli studi in vitro indica che PVP-I ha più alta attività antivirale confrontata ad altre molecole comunemente usate.

I ricercatori hanno sottolineato che gli studi più clinici devono essere intrapresi per convalidare l'efficacia dei principi attivi presenti in colluttori discussi in questo esame.

Journal reference:
Dr. Priyom Bose

Written by

Dr. Priyom Bose

Priyom holds a Ph.D. in Plant Biology and Biotechnology from the University of Madras, India. She is an active researcher and an experienced science writer. Priyom has also co-authored several original research articles that have been published in reputed peer-reviewed journals. She is also an avid reader and an amateur photographer.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Bose, Priyom. (2021, August 20). Una rassegna sistematica degli studi in vitro che valutano l'efficacia dei risciacqui di bocca su SARS-CoV-2. News-Medical. Retrieved on December 04, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20210820/A-systematic-review-of-in-vitro-studies-evaluating-the-efficacy-of-mouth-rinses-on-SARS-CoV-2.aspx.

  • MLA

    Bose, Priyom. "Una rassegna sistematica degli studi in vitro che valutano l'efficacia dei risciacqui di bocca su SARS-CoV-2". News-Medical. 04 December 2021. <https://www.news-medical.net/news/20210820/A-systematic-review-of-in-vitro-studies-evaluating-the-efficacy-of-mouth-rinses-on-SARS-CoV-2.aspx>.

  • Chicago

    Bose, Priyom. "Una rassegna sistematica degli studi in vitro che valutano l'efficacia dei risciacqui di bocca su SARS-CoV-2". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20210820/A-systematic-review-of-in-vitro-studies-evaluating-the-efficacy-of-mouth-rinses-on-SARS-CoV-2.aspx. (accessed December 04, 2021).

  • Harvard

    Bose, Priyom. 2021. Una rassegna sistematica degli studi in vitro che valutano l'efficacia dei risciacqui di bocca su SARS-CoV-2. News-Medical, viewed 04 December 2021, https://www.news-medical.net/news/20210820/A-systematic-review-of-in-vitro-studies-evaluating-the-efficacy-of-mouth-rinses-on-SARS-CoV-2.aspx.