Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il nuovo studio rivela le risposte immunitarie uniche a SARS-CoV-2, a Ebola ed al virus respiratorio sinciziale facendo uso dell'analisi del repertorio del linfocita B

L'emergenza del coronavirus 2 (SARS-CoV-2) di sindrome respiratorio acuto severo nel 2019, della pandemia successiva e dell'emergenza continua delle varianti novelle continua a rendere a malattia di coronavirus 2019 (COVID-19) un aspetto di preoccupazione globale di salute pubblica.

C'è una necessità imminente di capire come il corpo umano risponde alle infezioni novelle e questo è stato evidenziato dagli episodi recenti di scoppio del SAR, di MERS, di Zika e di Ebola. Questa conoscenza contribuirà a sviluppare i migliori trattamenti ed a gestire l'emergenza e la diffusione dei virus novelli.

Nel contesto del pandemico corrente, l'iniziale studia la coinvoluzione dei titoli dell'anticorpo del siero, indicati che mentre i titoli totali dell'anticorpo diminuiscono, le risposte di memoria di SARS-CoV-2-specific erano con insistenza presenti. Ciò attenua le preoccupazioni sopra la natura e la durata della memoria del linfocita B.

Risposta del linfocita B ed analisi del repertorio

Le immunoglobuline (Ig) hanno la variabilità enorme in associazione dell'antigene, a causa di cui possono mediare l'immunità contro gli agenti patogeni multipli, entrambe come anticorpi secernuti e come ricevitori del linfocita B (BCRs). La variabilità è determinata tramite la ricombinazione di V-D-J. Sopra una sfida specifica, i linfociti B con i geni di Ig che codificano gli anticorpi specifici di malattia sono ampliati. Ciò induce distorcere del repertorio a fare il maggior uso dei geni antigene-specifici che corrispondono alla sfida.

La transferasi terminale di deoxynucleotidyl (TdT) ed unirsi impreciso dei segmenti del gene provocano una complementarità altamente diversa che determina la regione (CDR) di regione. Questa regione è essenziale per l'associazione dell'antigene e può essere usata per identificare “i cloni„ dei linfociti B all'interno di un repertorio. Così l'analisi del repertorio può aiutare gli scienziati ad identificare i cambiamenti nei compartimenti di linfociti B effettore/di memoria ed a caratterizzare i geni che possono avere uso in terapeutica dell'anticorpo.

Un nuovo studio

Un nuovo studio è stato pubblicato sul " server " della pubblicazione preliminare del bioRxiv*, che adotta un approccio di amplificazione del repertorio del a lungo read per capire, confrontare e contrapporre meglio le risposte del linfocita B ai virus emergenti o endemici.

I campioni sono stati ottenuti dai pazienti COVID-19 durante e dopo i superstiti di malattia di virus di Ebola, di infezione (EBOV) dall'Africa occidentale e dal Regno Unito ed i volontari sfidati con il virus respiratorio sinciziale. I campioni sono stati paragonati ai campioni dai donatori in buona salute. In questo studio, gli scienziati hanno documentato la variazione nel repertorio attraverso gli stati di malattia e l'attenzione speciale pagata agli anziani, che sono conosciuti per essere più vulnerabili all'infezione.

Risultati principali

Il gruppo ha trovato un aumento generale di uso IGHV4-39 del repertorio di COVID-19 e di Ebola. Hanno spiegato che ci sono possibilmente raccoglitori unannotated di IGHV4-39 SARS-CoV-2 e che un cluster non spiega la più grande espansione in IGHV4-39 attraverso i repertori di Ebola e di COVID-19.

IGHV4-39 può promiscuo legare alle auto-proteine o può supportare una grande selezione dei beni obbligatori specifici. Fra tutti i cluster di sequenza considerati, 14 sono stati dominati dalle sequenze recuperate COVID-19/COVID-19 e soltanto 5 hanno abbinato i raccoglitori conosciuti. Ciò piombo gli scienziati concludere che c'erano precedentemente raccoglitori specifici sconosciuti SARS-CoV-2 presenti.

Gli studi precedenti hanno indicato che l'attivazione dell'T-indipendente è determinata dall'attivazione di CD40-independent TLR/TACl. Nello studio corrente, gli scienziati hanno osservato la commutazione iniziale a IgG1 senza esteso hypermutation. Le sequenze di COVID-19 IgA1 egualmente hanno indicato un livello più basso del hypermutation che il gruppo di controllo e le analisi di diversità hanno mostrato l'espansione dei cloni unmutated di IgM.

La maturazione di regione CDRH3 geni di IgG1 e IgG3 nei pazienti COVID-19 più di meno è stata eliminata dallo stato di IgM che IgG1 e IgG3 sano o tutti i altri repertori classe-passati. Nel caso di COVID-19, la maschera era di una risposta acerba iniziale della commutazione di IgM in primo luogo a IgG1 e poi a IgA1.

La ricerca precedente ha indicato che la gente più anziana in buona salute ha generalmente più anticorpi capaci di legare le auto-proteine. Gli scienziati hanno osservato un'più alta frequenza dei raccoglitori conosciuti della punta che ragruppano con i repertori COVID-19 nel più giovane gruppo. L'uso aumentato di IGHV3-30 è stato veduto soltanto in pazienti più anziani COVID-19 ed in quello di IGHV4-39 soltanto nel più giovane gruppo.

Nei dati di Ebola, anche 2-3 mesi dopo il ripristino con le prove negative di PCR, c'erano proporzioni elevate anormalmente dei cloni classe-passati con poca o nessuna direzione verso una sottoclasse particolare. Gli scienziati ritengono che questo potrebbe essere unico all'infezione di Ebola. Egualmente è stato osservato che le popolazioni del linfocita B della memoria del superstite di Ebola erano più diverse del gruppo di controllo.

In questo studio, gli scienziati hanno indicato che mentre i particolari delle risposte del linfocita B sono unici ad un'infezione particolare, il repertorio umano del gene dell'immunoglobulina può avere simili risposte attraverso malattie due o più differenti. La più ricerca è necessaria capire il bilanciamento di utile contro le risposte dello spettatore nelle malattie infiammatorie acute. Il fatto che i geni, quale IGHV4-39, compaiono in due malattie completamente differenti presta il credito alle ipotesi che la risposta immunitaria umorale di emergenza alla sfida può eludere il regolamento normale. Ciò può, successivamente, permettere la produzione degli anticorpi autoimmuni.

avviso *Important

il bioRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
Dr. Priyom Bose

Written by

Dr. Priyom Bose

Priyom holds a Ph.D. in Plant Biology and Biotechnology from the University of Madras, India. She is an active researcher and an experienced science writer. Priyom has also co-authored several original research articles that have been published in reputed peer-reviewed journals. She is also an avid reader and an amateur photographer.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Bose, Priyom. (2021, August 23). Il nuovo studio rivela le risposte immunitarie uniche a SARS-CoV-2, a Ebola ed al virus respiratorio sinciziale facendo uso dell'analisi del repertorio del linfocita B. News-Medical. Retrieved on December 03, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20210823/New-study-reveals-unique-immune-responses-to-SARS-CoV-2-Ebola-and-respiratory-syncytial-virus-using-B-cell-repertoire-analysis.aspx.

  • MLA

    Bose, Priyom. "Il nuovo studio rivela le risposte immunitarie uniche a SARS-CoV-2, a Ebola ed al virus respiratorio sinciziale facendo uso dell'analisi del repertorio del linfocita B". News-Medical. 03 December 2021. <https://www.news-medical.net/news/20210823/New-study-reveals-unique-immune-responses-to-SARS-CoV-2-Ebola-and-respiratory-syncytial-virus-using-B-cell-repertoire-analysis.aspx>.

  • Chicago

    Bose, Priyom. "Il nuovo studio rivela le risposte immunitarie uniche a SARS-CoV-2, a Ebola ed al virus respiratorio sinciziale facendo uso dell'analisi del repertorio del linfocita B". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20210823/New-study-reveals-unique-immune-responses-to-SARS-CoV-2-Ebola-and-respiratory-syncytial-virus-using-B-cell-repertoire-analysis.aspx. (accessed December 03, 2021).

  • Harvard

    Bose, Priyom. 2021. Il nuovo studio rivela le risposte immunitarie uniche a SARS-CoV-2, a Ebola ed al virus respiratorio sinciziale facendo uso dell'analisi del repertorio del linfocita B. News-Medical, viewed 03 December 2021, https://www.news-medical.net/news/20210823/New-study-reveals-unique-immune-responses-to-SARS-CoV-2-Ebola-and-respiratory-syncytial-virus-using-B-cell-repertoire-analysis.aspx.