Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'impatto negativo della pandemia COVID-19 sulla salute mentale adulta nel Regno Unito

Un esame della letteratura disponibile sull'impatto della pandemia di malattia 2019 di coronavirus (COVID-19) sulla salute mentale adulta nel Regno Unito dalla salute pubblica Inghilterra ha rivelato un declino nella salute mentale attraverso la popolazione BRITANNICA dall'inizio della pandemia. La recensione, che è attualmente disponibile sul " server " della pubblicazione preliminare del medRxiv*, ha preveduto una descrizione dettagliata dei fattori di rischio possibili e dei comportamenti protettivi.

Studio: LStudio: L'impatto della pandemia COVID-19 sulla salute mentale adulta nel Regno Unito: Una rassegna sistematica rapida. Credito di immagine: CameraCraft/Shutterstock

Sfondo

Lo scoppio di COVID-19, una malattia novella causata dal coronavirus 2 (SARS-CoV-2) di sindrome respiratorio acuto severo, ha urtato significativamente molti paesi socioeconomici e le strutture di sanità, compreso il Regno Unito. Come risultato dei lockdowns nazionali multipli e delle misure di controllo rigorose, una considerevole percentuale di popolazione BRITANNICA ha affrontato la perdita del posto di lavoro temporanea o permanente. Come riferito da parecchi studi, l'insicurezza finanziaria dovuto le restrizioni in relazione con pandemica ha urtato negativamente la salute mentale della popolazione adulta nel Regno Unito.

Nello studio corrente, gli scienziati hanno esaminato sistematicamente tutta la letteratura disponibile che descrive l'impatto della pandemia COVID-19 sulla salute mentale adulta nel Regno Unito. Inoltre, hanno esaminato quali popolazioni sono state influenzate la maggior parte dalla pandemia e dai fattori protettivi che possono essere usati come interventi complementari per amplificare la salute mentale.

Progettazione di studio

Nell'esame, gli scienziati hanno compreso tutti gli articoli pubblicati e prestampa la segnalazione dei risultati quantitativi o qualitativi primari sulla salute mentale adulta nel Regno Unito durante la pandemia. Specificamente hanno analizzato la depressione, l'ansia, lo sforzo, l'autolesionismo ed il suicidio come sintomi il più comunemente con esperienza di salute mentale. Hanno schermato più di 4000 articoli pubblicati fra marzo 2020 e marzo 2021 e definitivo hanno selezionato 102 articoli per l'esame.  

Osservazioni importanti

Come riportato nella recensione, la prevalenza dei problemi sanitari di salute mentale avversi aumentati significativamente di popolazione adulta BRITANNICA durante il primo lockdown nel marzo 2020 ha confrontato agli anni pre-pandemici.

Ansia e depressione

Un aumento importante nei casi della depressione e di ansia è stato osservato quando il primo lockdown è stato presentato, seguito da un declino graduale. Al contrario, i rinvii più poco di quanto previsti ai servizi medico-sanitari di salute mentale di pronto intervento sono stati osservati durante il lockdown. Ciò ha potuto essere a causa dell'indisponibilità delle nomine del GP o del timore di contratto della malattia. Per quanto riguarda i rinvii ai servizi secondari di cura, un aumento graduale ed a lungo termine è stato osservato dopo un calo iniziale all'inizio del primo lockdown.

Autolesionismo e suicidio

A Oxford ed il derby, i casi comparativamente diminuiti di autolesionismo sono stati riferiti in ospedali durante il primo lockdown. Fra i casi riferiti di autolesionismo, la mancanza di servizi di sostegno, l'isolamento e l'abuso fisico o psicologico sono stati identificati come cause primarie. Al contrario, Birmingham ha sperimentato una segnalazione aumentata dei casi di autolesionismo durante il lockdown.  

Non c'era prova che indica tutto il cambiamento nelle tariffe di suicidio durante la pandemia; tuttavia, più adulti hanno riferito avvertire i pensieri del suicidio.

In generale, una correlazione è stata trovata fra lo sforzo ed ansia in relazione con pandemica ed immagine negativa dell'organismo, l'insoddisfazione dell'organismo ed abittudine alimentare anormali.

Che cosa sono i fattori di rischio possibili?

Il più alto impatto della pandemia sulla salute mentale è stato osservato fra le donne, i giovani adulti, la gente che appartengono alla comunità di LGBTQ, socioeconomico gli indigenti, la gente con gli stati di salute preesistenti e la gente che ha contrattato COVID-19.

L'incidenza dei pensieri fisici e psicologici di abuso, di autolesionismo e di suicidio, della solitudine e di sovra-bere era più alta fra le donne che gli uomini. Tuttavia, il ripristino dalle emissioni di salute mentale avverse era più veloce per le donne che gli uomini.

Fra i giovani adulti, gli studenti erano specialmente a rischio della depressione, l'ansia e la solitudine. I giovani generalmente con reddito basso o una cronologia della malattia mentale hanno avvertito più ansia durante il lockdown. La salute mentale peggiore è stata sperimentata dalla gente con insicurezza finanziaria, dalla gente disoccupata e da quelle che contano sui vantaggi di governo.

Un impatto relativamente più alto del lockdown sulla salute mentale è stato osservato nella gente che vive da solo o che avverte una relazione difficile con un partner. Similmente, un peggioramento graduale della salute mentale è stato osservato nella gente che vive con i bambini.

L'inaccessibilità ai servizi di supporto medico e del sociale aveva urtato negativamente la salute mentale dei bambini e di giovani adulti con le inabilità fisiche o mentali e quelle con demenza.

I pazienti ospedalizzati COVID-19 hanno avvertito i sintomi più post - traumatici di disordine di sforzo di quanto i pazienti non ospedalizzati con i sintomi più delicati. La gente che ha passato più tempo che guarda COVID-19 ha riferito generalmente le notizie, o quelle con una sensibilità della solitudine dovuto auto-isolamento, ha avvertito la più depressione ed ansia.

Che cosa sono i fattori protettivi?

La gente che è rimanere ha connesso agli amici ed alla famiglia ha avvertito le migliori conseguenze di salute mentale. Similmente, la gente con un animale domestico ha avvertito la buona salute mentale durante il lockdown.

Per quanto riguarda i fattori collegati allo stile di vita, la gente che ha praticato regolarmente l'yoga, la meditazione, o altri esercizi fisici hanno avvertito un miglioramento globale nella salute mentale durante il lockdown.

Significato di studio

Un impatto negativo della pandemia COVID-19 è stato osservato nella popolazione adulta del Regno Unito. Come identificato nel rapporto corrente, mantenere uno stile di vita sano e rinforzare le reti sociali sono il tasto per mantenere un buon stato di salute mentale durante le pandemie.  

avviso *Important

il medRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
Dr. Sanchari Sinha Dutta

Written by

Dr. Sanchari Sinha Dutta

Dr. Sanchari Sinha Dutta is a science communicator who believes in spreading the power of science in every corner of the world. She has a Bachelor of Science (B.Sc.) degree and a Master's of Science (M.Sc.) in biology and human physiology. Following her Master's degree, Sanchari went on to study a Ph.D. in human physiology. She has authored more than 10 original research articles, all of which have been published in world renowned international journals.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Dutta, Sanchari Sinha. (2021, August 27). L'impatto negativo della pandemia COVID-19 sulla salute mentale adulta nel Regno Unito. News-Medical. Retrieved on December 06, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20210827/The-negative-impact-of-the-COVID-19-pandemic-on-adult-mental-health-in-the-UK.aspx.

  • MLA

    Dutta, Sanchari Sinha. "L'impatto negativo della pandemia COVID-19 sulla salute mentale adulta nel Regno Unito". News-Medical. 06 December 2021. <https://www.news-medical.net/news/20210827/The-negative-impact-of-the-COVID-19-pandemic-on-adult-mental-health-in-the-UK.aspx>.

  • Chicago

    Dutta, Sanchari Sinha. "L'impatto negativo della pandemia COVID-19 sulla salute mentale adulta nel Regno Unito". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20210827/The-negative-impact-of-the-COVID-19-pandemic-on-adult-mental-health-in-the-UK.aspx. (accessed December 06, 2021).

  • Harvard

    Dutta, Sanchari Sinha. 2021. L'impatto negativo della pandemia COVID-19 sulla salute mentale adulta nel Regno Unito. News-Medical, viewed 06 December 2021, https://www.news-medical.net/news/20210827/The-negative-impact-of-the-COVID-19-pandemic-on-adult-mental-health-in-the-UK.aspx.