Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori intraprendono gli studi internazionali di perplessità vaccino

La perplessità verso i vaccini COVID-19 minaccia di alterare il progresso costante che è fatto verso il raggiungimento dell'immunità diffusa, con una popolazione non vaccinata sufficiente per permettere che SARS-CoV-2 persista ferocemente in alcune posizioni. I fattori relativi alle preoccupazioni della sicurezza ed alla diffidenza delle ditte farmaceutiche ed i governi intorno al mondo sono stati ampliati dalla mancanza-segnalazione dei fatti e delle bugie autentiche e lo studio di come alcune persone addivengono ad una tal decisione di fronte a prova in modo schiacciante è un campo.

Il modello di credenze di salubrità è un metodo di misura dei comportamenti di salubrità. In uno studio recentemente pubblicato nel vaccino del giornale, questo metodo è utilizzato specificamente per studiare la perplessità vaccino COVID-19, considerante che la perplessità è altamente variabile non solo fra le persone e la posizione ma anche riguardo alla medicina specifica in questione.

Un questionario online è stato sviluppato che ha sondato la severità percepita radar-risponditore della malattia per se stessi o altri, la disponibilità del vaccino e di tutti gli effetti collaterali sospettati, l'efficacia del vaccino per se stessi o altri, la fiducia del governo e credenza nelle teorie di cospirazione.

Tutti i dichiaranti erano adulti che vivono in Australia, U.S.A., nel Canada, nel Regno Unito, o in Nuova Zelanda. Queste contee sono state selezionate per similarità culturale con la disparità del carico COVID-19. Nel totale, 4.303 risposte utilizzabili sono state riunite dal gruppo. Questi hanno abbinato i dati demografici del pæse d'origine complessivamente, eccetto nel caso dei dichiaranti dalla Nuova Zelanda e U.S.A. che ha reddito mediano più basso che le medie del cittadino. L'età media dei dichiaranti australiani che sono sopra la media nazionale, 59,5 anni ha confrontato a 44,5 e sopra la media dei dichiaranti da altre nazioni, a 45,8 anni.

Percezioni primarie del pro-vaccino

Tutti dati riuniti dai questionari sono stati pesati e che collazionato stati in un punteggio, permettendo che gli autori allinino i fattori ed arguiscano i più grandi rischi a perplessità vaccino. La prima individuazione era che persone che percepiscono COVID-19 poichè una malattia pericolosa a se stessi è sensibilmente più probabile ottenere vaccinata che coloro che non fa. Quelli che ritengono che la malattia sia pericolosa ad altre sono alambicco più probabile da ottenere vaccinato.

Il rischio percepito di se stesso o di altri che è infettati ha avuto ancora comunque un impatto positivo meno significativo sull'accettazione vaccino, ancora con le persone che sono accettazione dei vaccini quando il rischio percepito di infezione ad altre, piuttosto che la persona, era alto. L'efficacia percepita del vaccino per se stesso o la comunità egualmente ha correlato con l'accettazione vaccino, anche mostrante questo reticolo dell'effetto della vaccinazione su altre che sono un più grande fattore.

Percezioni primarie del anti-vaccino

La fiducia nel governo per approvare una cassaforte e un efficace vaccino era il fattore più significativo concernente perplessità vaccino. Ciò è stata seguita dal presupposto che un numero abbastanza grande di altre persone otterrà vaccinato per indurre l'immunità del gregge e poi da quelle con le credenze di teoria di cospirazione riguardo ai vaccini. La disponibilità vaccino percepita era il meno fattore importante fra quelle senza le intenzioni di ottenere il vaccino.

L'impatto della maggior parte di questi fattori non ha differito significativamente proporzionalmente fra le nazioni, eccezione fatta per U.S.A. nel caso della severità percepita di malattia ed efficacia, disponibilità e la sicurezza vaccino percepite. Qui, questi fattori hanno avuti un'influenza molto maggior sopra se una persona aveva scelto di essere vaccinata.

Al contrario, il Canada ha avuto una relazione più debole fra la severità di malattia e l'efficacia percepite del vaccino per una persona, con questi fattori che sono meno decisivi nelle intenzioni vaccino. Effettivamente, queste contee hanno avute il più grande e meno correlazione in entrambe le direzioni, con quelli che intendono ottenere ha vaccinato in U.S.A. che valuta il virus più estremamente ed il vaccino più efficaci e quelli che non intendono ottenere hanno vaccinato l'opposto.

Nel frattempo, i dichiaranti nel Canada hanno espresso la stessa correlazione ma molto di meno intensamente. Il Regno Unito è stato urtato quasi severamente quanto U.S.A. in termini di morte proporzionata. Queste contee erano più probabili avere queste più forti credenze che le contee influenzate molto significativamente, quali l'Australia o la Nuova Zelanda.

Gli altri fattori e formazione

Le credenze del collettivista ed altruistiche sono state correlate positivamente con la probabilità di una persona che è o che pianificazione ottenere vaccinata. Inoltre, gli adulti più anziani erano egualmente più probabili essere vaccinati.

I disoccupati ma il lavoro di ricerca hanno avuti tassi alti di intenzione vaccino, mentre i disoccupati ma il lavoro di ricerca erano improbabili da ottenere vaccinati, probabilmente dovuto la chiamata dai datori di lavoro per uno stato vaccinato.

Il livello di formazione e la vaccinazione precedente contro influenza erano egualmente forti preannunciatori dell'intenzione vaccino, rifiutanti con il tempo dall'ultimo ripetitore di influenza. L'età, il sesso, lo stato rurale o urbano, la religiosità, il reddito, il tipo di famiglia, la tendenza politica e parecchi altri fattori sono stati trovati per avere non significativo riguardante le intenzioni vaccino.

Il punto culminante del gruppo che, poichè la maggior parte del fattore importante nella decisione da vaccinare è la fiducia nell'approvazione di governo del vaccino, è critico assicurare alla trasparenza nella diffusione delle informazioni per quanto riguarda efficacia, la sicurezza ed altri trattamenti di prova alla popolazione.

Le informazioni sono il meccanismo principale da cui la perplessità vaccino può essere diminuita e le informazioni accurate ed affidabili che correggono teorie di cospirazione di circolazione potrebbero migliorare le intenzioni vaccino.

I metodi diretti di diffusione di informazioni, quale la comunicazione da un professionista del settore medico-sanitario, sono spesso il più efficace. Tuttavia, dato il problema su vasta scala di perplessità vaccino, questo approccio non può raggiungere un numero sufficiente.

I metodi multimedi possono essere impiegati, sebbene, in una grande proporzione di casi, la tendenziosità di conferma ed altri errori limitino l'efficacia di tali misure contro quelle con le credenze della anti-vaccinazione. L'enfasi sulla protezione la comunità più ampia e dei membri della famiglia vulnerabili sembra essere uno di più forti fattori nell'accettazione vaccino. Mettendo a fuoco su questo messaggio con la messa in evidenza di perdite ulteriori probabilmente da incontrare se la perplessità vaccino persiste può essere la migliore strategia che va in avanti.

Journal reference:
Michael Greenwood

Written by

Michael Greenwood

Michael graduated from Manchester Metropolitan University with a B.Sc. in Chemistry in 2014, where he majored in organic, inorganic, physical and analytical chemistry. He is currently completing a Ph.D. on the design and production of gold nanoparticles able to act as multimodal anticancer agents, being both drug delivery platforms and radiation dose enhancers.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Greenwood, Michael. (2021, August 30). I ricercatori intraprendono gli studi internazionali di perplessità vaccino. News-Medical. Retrieved on December 03, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20210830/Researchers-conduct-an-international-study-of-vaccine-hesitancy.aspx.

  • MLA

    Greenwood, Michael. "I ricercatori intraprendono gli studi internazionali di perplessità vaccino". News-Medical. 03 December 2021. <https://www.news-medical.net/news/20210830/Researchers-conduct-an-international-study-of-vaccine-hesitancy.aspx>.

  • Chicago

    Greenwood, Michael. "I ricercatori intraprendono gli studi internazionali di perplessità vaccino". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20210830/Researchers-conduct-an-international-study-of-vaccine-hesitancy.aspx. (accessed December 03, 2021).

  • Harvard

    Greenwood, Michael. 2021. I ricercatori intraprendono gli studi internazionali di perplessità vaccino. News-Medical, viewed 03 December 2021, https://www.news-medical.net/news/20210830/Researchers-conduct-an-international-study-of-vaccine-hesitancy.aspx.