Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio esplora le interazioni fra il genere e la precisione articolatoria per misurare l'attrattiva vocale

Che cosa rende una voce attraente? La domanda è l'argomento di vasto interesse, con le implicazioni ampie nelle nostre vite personali, nel posto di lavoro e nella società.

Nel giornale della società acustica dell'America, pubblicata dalla società acustica dell'America con AIP che pubblica, gli scienziati dall'università di California, Irvine e l'università di Utah descrivono la ricerca che esplora le interazioni fra il genere e la precisione articolatoria per misurare l'attrattiva vocale.

Molto ha ricevuto la saggezza e molte vetture vocali incoraggierebbero la gente a rallentare ed enunciare con attenzione per fare una migliore impressione sul loro pubblico. Tuttavia, quando si tratta degli studi empirici di come l'attrattiva della voce umana è giudicata, non potremmo trovare il lavoro precedente che studiamo se un collegamento reale esiste fra l'attrattiva percepita e la chiarezza globale dell'articolazione.„

Daniel Stehr, co-author di studio, istituto americano di fisica

Stehr ed i suoi pari sono stati sorpresi trovare, tuttavia, una differenza di genere importante nella chiarezza di discorso. Negli studi precedenti, la gente chiesta di trascrivere ha registrato le frasi rese a meno errori con i campioni di conversazione femminili.

Solitamente, una forte differenza fra i generi, conosciuti come il dimorfismo sessuale, è un'indicazione che i tratti vocali possono servire da indicazioni pertinenti all'attrattiva, un risultato probabile delle forze della selezione sessuale. Anche all'interno dei generi, la variabilità nei parametri acustici relativi a chiarezza di discorso le rende un'area fertile per la ricerca vocale dell'attrattiva.

Per misurare questa variabilità, i ricercatori hanno registrato 42 persone che eseguono le varie mansioni di discorso ed hanno usato i gruppi separati di partecipanti per valutare l'attrattiva vocale dei parlatori registrati. Hanno studiato quanto le componenti acustiche di chiaro discorso possono predire con successo le classificazioni dell'attrattiva, mettendo a fuoco sul concetto “di area di spazio di vocale„ -- un indice analitico quantitativo di chiarezza -- come funzionalità acustica principale.

I ricercatori hanno trovato questa funzionalità, tra l'altro, è forte premonitori delle classificazioni vocali dell'attrattiva, rappresentando un 73% notevole della varianza nelle classificazioni. Ma questi risultati erano veri soltanto per i parlatori femminili.

I ricercatori congetturano la mancanza di relazione fra l'attrattiva vocale maschio e le componenti acustiche di discorso chiaramente prodotto è collegato alle ipotesi evolutive costringenti eppure paradossali.

“Da un punto di vista di selezione sessuale, maschi con i tratti che sono leggermente più maschili della media è preferita tipicamente, che in questo contesto renderebbe i maschi con meno chiaro discorso più attraenti,„ ha detto Stehr. “Allo stesso tempo, l'area di spazio ristretta di vocale e la chiarezza più in basso percepita è associata con un intervallo dei disordini di motore di discorso, suggerente che una mancanza di chiarezza possa anche indicare la presenza di malattia ai nostri antenati.„

Source:
Journal reference:

Stehr, D. A., et al. (2021) Examining vocal attractiveness through articulatory working space. The Journal of the Acoustical Society of America. doi.org/10.1121/10.0005730.