Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La maggior parte dei paesi nel venire a mancare del mondo per indirizzare sfida di demenza

Soltanto un quarto dei country universalmente ha una politica nazionale, strategia o la pianificazione per la gente supportante con demenza e le loro famiglie, secondo il WHO è “relazione globale sulla risposta di salute pubblica a demenza„, rilasciata oggi. La metà di questi country è in WHO è regione europea, con il resto diviso fra le altre regioni. Eppure anche in Europa, molte pianificazioni stanno espirando o già hanno espirato, indicando un'esigenza dell'impegno rinnovato dai governi.

Allo stesso tempo, il numero della gente che vive con la demenza sta sviluppandosi secondo il rapporto: Il WHO stima che più di 55 milione di persone (8.1% delle donne e 5,4% degli uomini in 65 anni) stiano vivendo con la demenza. Questo numero è stimato per aumentare da ora al 2030 a 78 milioni e a 139 milioni da ora al 2050.

La demenza è causata da varie malattie e ferite che pregiudicano il cervello, quali il morbo di Alzheimer o il colpo. Pregiudica la memoria ed altre funzioni conoscitive come pure la capacità eseguire le mansioni di ogni giorno. L'inabilità connessa con demenza è un driver chiave dei costi relativi alla circostanza. Nel 2019, il costo globale di demenza è stato stimato per essere US$ 1,3 trilione. Il costo è aggettato aumentare da ora al 2030 a US$ 1,7 trilione, o a US$ 2,8 trilione se incrementi corregti dei costi di cura.

La demenza ruba milioni di persone delle loro memorie, indipendenza e dignità, ma egualmente ruba il resto di noi della gente che conosciamo e che amiamo. Il mondo sta venendo a mancare la gente con demenza e quello danneggia tutti noi. Quattro anni fa, i governi hanno acconsentito un chiaro insieme degli obiettivi per migliorare la cura di demenza. Ma gli obiettivi da solo non sono abbastanza. Abbiamo bisogno dell'azione concordata di assicurare che tutta la gente con demenza possa vivere con il supporto e la dignità che meritano.„

Dott. Tedros Adhanom Ghebreyesus, Direttore Generale dell'organizzazione mondiale della sanità

Più supportano necessario, specialmente in paesi bassi e con reddito medio

Il rapporto evidenzia il bisogno urgente di rinforzare il supporto al livello nazionale, sia in termini di cura per la gente con demenza che a favore della gente che fornisce quella cura, sia negli ambienti informali convenzionali che.

La cura richiesta per la gente con demenza comprende la sanità primaria, la cura dello specialista, i servizi a livello comunitario, il ripristino, la cura a lungo termine e la cura palliativa. Mentre la maggior parte dei paesi (89%) che riferiscono al WHO è osservatorio globale di demenza dicono che forniscono alcuni servizi a livello comunitario per demenza, la disposizione è più alta in paesi con reddito elevato che in paesi bassi e con reddito medio. Il farmaco per demenza, i prodotti di igiene, le tecnologie assistive e gli adeguamenti della famiglia sono egualmente più accessibili in paesi con reddito elevato, con un maggior livello di risarcimento, che in paesi più a basso reddito.

Il tipo ed il livello di servizi forniti dai settori e di salubrità di cura sociale egualmente determina il livello di cura informale, che soprattutto è fornita dai membri della famiglia. La cura informale rappresenta circa la metà del costo globale di demenza, mentre i costi di cura sociali compongono più di un terzo. In paesi bassi e con reddito medio, la maggior parte dei costi di cura di demenza sono attribuibili a cura informale (65%). In paesi più ricchi informali e nei costi di cura sociali ogni importo a circa 40%.

Nel 2019, personale che dispensa le cure spesa in media cinque ore al giorno che forniscono supporto per la vita quotidiana alla persona che stavano preoccupando per con demenza; 70% di quella cura è stato fornito dalle donne. Dato il finanziario, lo stress psicologico sociale ed affrontato dalla personale che dispensa le cure, accesso all'informazione, addestramento e servizi come pure contributo finanziario sociale e, è particolarmente importante. Corrente, 75% dei paesi riferiscono che offrono un certo livello di sostegno per la personale che dispensa le cure, sebbene ancora, questi siano soprattutto paesi con reddito elevato.

Nuova iniziativa migliorare ricerca coordinata di demenza

Una serie di test clinici infruttuosi per i trattamenti per demenza, combinati con gli alti costi di ricerca e sviluppo, piombo ad interesse diminuente nei nuovi sforzi. , Tuttavia, c'è stato un aumento recente in finanziamento della ricerca di demenza, pricipalmente nei paesi con reddito elevato quali il Canada, il Regno Unito e gli Stati Uniti d'America. Gli ultimi hanno aumentato nel 2020 il suo investimento annuale nella ricerca del morbo di Alzheimer da US$ 631 milione nel 2015 ad un US$ stimato 2,8 miliardo.

“Per avere una migliore possibilità di successo, gli sforzi di ricerca di demenza devono avere una chiara direzione ed essere coordinato meglio,„ ha detto il Dott. Tarun Dua, testa dell'unità di salubrità del cervello al WHO. “Ecco perché il WHO sta sviluppando la cianografia della ricerca di demenza, un meccanismo globale di coordinamento per fornire la struttura agli sforzi di ricerca e per stimolare le nuove iniziative.„ Un fuoco importante degli sforzi di ricerca futuri dovrebbe essere l'inclusione della gente con demenza e la loro personale che dispensa le cure e famiglie. Corrente due terzi dei paesi che riferiscono all'osservatorio globale di demenza fanno partecipare la gente con demenza “raramente„ o per niente.

Buon progresso nelle campagne di sensibilizzazione

Più positivamente, i paesi in tutte le regioni hanno realizzato i buoni progressi nell'applicare le campagne di sensibilizzazione per migliorare la comprensione pubblica della demenza, con la forte direzione da società civile. Due terzi dei paesi che riferiscono all'osservatorio hanno eseguito le campagne di sensibilizzazione. E due terzi hanno agito migliorare l'accessibilità degli ambienti fisici e sociali per la gente con demenza e fornire la formazione e l'istruzione ai gruppi della popolazione fuori del settore e di salubrità di cura sociale, quali i volontari, la polizia, i corpi nazionali dei vigili del fuoco ed i primi radar-risponditore.