Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il candidato vaccino del HIV trialed in Africa Subsahariana è a corto

Un candidato vaccino del HIV trialed in Africa Subsahariana non offre la protezione sostanziale contro infezione HIV fra le giovani donne, gli organizzatori di studio dicono.

Secondo un'istruzione pubblicata questa settimana (31 agosto) da Johnson & Johnson (J&J), la casa farmaceutica degli Stati Uniti che ha prodotto il candidato vaccino del HIV, lo studio di Imbokodo della mezzo fase ha cominciato nel 2017, iscrizione completa raggiunta nel 2019 e le vaccinazioni completate il 30 giugno 2020.

Dopo 24 mesi di seguito, 51 di 1.079 dei partecipanti che hanno ricevuto il candidato vaccino hanno acquistato il HIV rispetto a 63 di 1.109 chi non hanno ricevuto il candidato vaccino, mostrando l'efficacia vaccino di soltanto 25,2 per cento.

Il labirinto di Mitchell, direttore esecutivo di AVAC, l'avvocatura globale per la prevenzione del HIV, dice SciDev.Net che la droga aveva indicato “i risultati di promessa negli studi sugli animali e nelle prove umane più iniziali e più piccole„.

Il labirinto dice che l'idea era affinchè il vaccino di Imbokodo sia almeno 50 per cento efficaci e che il risultato finale era molto deludente.

Lo studio ha fatto partecipare le donne degli anni delle età 18 - 35 nel Malawi, nel Mozambico, nel Sudafrica, nello Zambia e nello Zimbabwe, con i partecipanti che ricevono complessivamente quattro dosi oltre 12 mesi.

Il Gray di Glenda, testa del Consiglio di ricerca medica sudafricano (SAMRC), che ha contribuito ad applicare lo studio di Imbokodo, acconsente che i 25,2 per cento di efficacia sono troppo bassi per rendere il vaccino utile.

Continuiamo a stare per solidarietà con la gente che vive con e vulnerabile al HIV e rimaniamo commessi ad avanzare la nostra ricerca contro questo virus devastante.„

Paul Stoffels, ufficiale scientifico principale di J&J

Il Gray di SAMRC dice che un'altra prova con il vaccino, conosciuto come Ad26, sta continuando in America ed Europa facendo uso di un regime ottimizzato del ripetitore.

“Le elasticità ottimizzate di questo ripetitore più alte e le più vaste risposte immunitarie che il ripetitore utilizzato in Imbokodo,„ Gray spiega. “I partecipanti di studio sono uomini che fanno sesso con gli uomini e le popolazioni del transessuale in America settentrionale, America Latina ed Europa.„

Oluwatosin Alaka, un ufficiale senior di programma alla nuova società del vaccino del HIV e dell'avvocatura del Microbicide in Nigeria, dice che mentre l'Africa attende un nuovo vaccino del HIV, questo è il momento affinchè i responsabili della politica sensibilizzi gli Africani sugli strumenti che di prevenzione del HIV potrebbero utilizzare prima dell'esposizione, destra sul punto della trasmissione del HIV e, dopo l'infezione con il virus.

“Quelli ad ad alto rischio di acquisto del virus dovrebbero usare più di un'opzione come la preparazione [una medicina di prevenzione del HIV] ed i preservativi,„ Alaka spiega, aggiungendo che mentre la preparazione contribuisce ad impedire il HIV, non impedisce uno ottenere incinto né protegge uno dal contatto dell'altro sessualmente - le infezioni trasmesse.

Source: