Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La sepsi durante la gravidanza si è collegata alle più alte probabilità delle complicazioni che circondano il parto

Le persone che sono ospedalizzate durante la gravidanza dovuto sepsi hanno più alte probabilità delle complicazioni che circondano il parto, secondo uno studio piombo dai ricercatori a Uc San Francisco. Lo studio ha trovato che le gravidanze complicate da sepsi sono state associate con un rischio aumentato di consegna cesarean, di emoraggia post partum e di consegna prematura, evidenzianti il rischio di tutta l'infezione severa durante la gravidanza.

“Se le donne incinte fossero ammesse per l'infezione severa, anche dopo che sono scaricate e recuperano da quell'infezione, c'era un rischio aumentato di complicazioni relative alla gravidanza che sono associate con disfunzione placentare di memoria,„ ha detto Stephanie Gaw, MD, PhD, assistente universitario dell'ostetricia, ginecologia & scienze riproduttive a UCSF ed autore senior del documento, che compare 3 settembre 2021, nella rete di JAMA aperta.

La sepsi è uno stato pericoloso causato da una risposta insolitamente severa ad un'infezione, che piombo ad infiammazione diffusa nell'errore dell'organo, potenzialmente, e dell'organismo e nella morte. La sepsi materna è la seconda causa principale della mortalità materna negli Stati Uniti, secondo il centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC).

La sincronizzazione dell'infezione egualmente urta i risultati per la madre ed il bambino. Lo studio di gruppo ha trovato che pazienti con sepsi prima che la consegna fosse due volte probabile avere disfunzione placentare confrontata ai pazienti incinti senza sepsi.

Durante lo studio, l'età gestazionale media ai tempi dell'infezione era di 24,6 settimane. L'infezione iniziale, a meno di 24 settimane della gestazione, è stata associata con il più grande rischio di disfunzione placentare, di disturbo ipertensivo materno e di neonati che erano piccoli per l'età gestazionale.

Conseguenze a valle di COVID o di altre infezioni

Sebbene lo studio usi i dati pre-pandemici, Gaw dice che i risultati sono un riflesso importante delle conseguenze a lungo termine potenziali di tutta l'infezione acuta.

“Anche dopo che avete recuperato da COVID, o da qualunque altra infezione, ci possono essere conseguenze a valle a cui dovremmo prestare attenzione,„ Gaw hanno detto, notando che le donne con le infezioni settiche durante la gravidanza dovrebbero ricevere la sorveglianza aumentata per il resto della loro gravidanza.

Avere un bambino che era piccolo per l'età gestazionale era più comune se aveste sepsi durante la gravidanza che se non faceste, anche dopo gestire per altri fattori di rischio. Una cosa che potrebbe essere cambiata nella pratica in vigore di visita prenatale sarebbe di aggiungere un altro ultrasuono per riflettere la crescita del bambino. Nel terzo acetonide, quello non è stato fatto ordinariamente per tutti questi pazienti ed ordinariamente non è fatto nella pratica clinica ora.„

Stephanie Gaw, MD, PhD, assistente universitario di ostetricia, ginecologia & scienze riproduttive, UCSF

In primo luogo per valutare le conseguenze successive dell'infezione

Lo studio di UCSF era il primo del suo genere per esaminare i risultati di gravidanza fra le persone che recuperano dalle loro infezioni prima della consegna.

“Tutti gli studi priori hanno esaminato soltanto la sepsi e la consegna durante la stessa ammissione, in modo dalla consegna subito dopo sepsi,„ ha spiegato Gaw. “Ma con la maggior parte dei casi di sepsi che accadono durante la gravidanza, le mamme sono curate con gli antibiotici o altri farmaci ed essi migliorano. Nessuno aveva esaminato che cosa accade alle mamme che sono realmente malate ad un certo punto durante la loro gravidanza, recuperano da quell'episodio acuto e vanno a casa. Accendono avere gravidanze normali? Faccia i bambini approvano?„

Per scoprire, Gaw e un gruppo dei ricercatori hanno esaminato 14.565 pazienti che hanno consegnato a UCSF su un periodo di sei anni dal 2012 al 2018. C'erano 59 persone nel gruppo di sepsi che ha recuperato dalla malattia ed è stato scaricato e 14.506 persone nel gruppo di non sepsi. Nel gruppo di sepsi, le infezioni più comuni erano infezioni di apparato urinario (24 pazienti, 41%) ed infezioni polmonari (22 pazienti, 37%).

Nelle analisi di un sottogruppo di 26 pazienti, l'età gestazionale più giovane ai tempi dell'infezione (meno di 24 settimane) è stata associata con le più alte probabilità di disfunzione placentare (46% dei pazienti), la malattia ipertesa della gravidanza (31% dei pazienti) ed i neonati piccoli per l'età gestazionale (23%).

I pazienti con sepsi erano più giovani, con un'età media della consegna di 30,6 anni, confrontata più probabile a 33,1 anni per lo studio complessivo, avere diabete di pregestational ed hanno avuti più alti punteggi dell'indice di massa corporea di pregestational. Dopo avere registrato per ottenere i confounders possibili, compreso l'età materna, il numero dei parti precedenti, l'indice di massa corporea (BMI) ed i comorbidities medici, lo studio hanno trovato che i pazienti con sepsi durante la gravidanza hanno avuti 2 più alte probabilità della volta delle complicazioni perinatali.

Gaw, che egualmente studia la malaria in donne incinte intorno al globo, spera che lo studio piombo alla più ricerca circa la risposta della madre all'infezione nella gravidanza e nei trattamenti per migliorare i risultati per la madre ed il bambino. “Abbiamo bisogno di più dati di identificare gli interventi potenziali - se una donna ottiene la malaria, COVID, o un altro tipo di infezione - per rallentare il trattamento infiammatorio, di modo che questi cambiamenti a lungo termine e permanenti alla placenta non accadono,„ lei abbiamo detto.

Source:
Journal reference:

Blauvelt, C.A., et al. (2021) Perinatal Outcomes Among Patients With Sepsis During Pregnancy. JAMA Network Open. doi.org/10.1001/jamanetworkopen.2021.24109.