Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La mancanza di standard globali per i certificati di coronavirus ostacola la riuscita entrata in vigore, avverte il rapporto

La mancanza di standard globali per i certificati di coronavirus è una barriera chiave alla loro riuscita entrata in vigore intorno al mondo, un nuovo rapporto avverte.

Gli esperti hanno richiesto le norme internazionali ampiamente accettate per documentazione che registra la vaccinazione Covid-19 e lo stato di salute, sebbene applicarli fossero rapidamente difficili.

L'università di ricerca di Exeter richiede i responsabili della politica per assicurare che fornitori del certificato di stato di salute di coronavirus si attenga ai principi fondamentali di protezione dei dati, compresi legalità, l'imparzialità e la trasparenza, limitazione di scopo, minimizzazione di dati, accuratezza, limitazione di stoccaggio, integrità e riservatezza e la responsabilità. Identifica tre barriere chiave all'entrata in vigore - mancanza di fiducia, mancanza di standard globali e mancanza di un approccio integrato.

Il rapporto raccomanda i certificati soltanto è usato durante la pandemia in moda da interrompere il loro uso una volta il WHO dichiari che Covid-19 non è più un'emergenza di salute pubblica di preoccupazione internazionale.

Egualmente dice che i responsabili della politica dovrebbero assicurarsi che i fornitori del certificato di stato di salute Covid-19 sviluppino la protezione dei dati nella progettazione di questi certificati per difetto e che la riservatezza e l'obbligazione delle informazioni raccolte ed elaborate sono mantenute. I fornitori di questi certificati dovrebbero impedire tutto l'accesso non autorizzato, perdita accidentale, danno, o distruzione dei dati.

Il rapporto presenta la ricerca indipendente costituita un fondo per dal consiglio della ricerca economico e sociale (ESRC) come componente risposta rapida di s BRITANNICA dell'innovazione & della ricerca (UKRI) 'a Covid-19.

La ricerca piombo dal Dott. Ana Beduschi, che ha effettuato le revisioni bibliografiche e le valutazioni delle fonti del diritto primarie e secondarie. La ricerca era egualmente informata da venti interviste semi-strutturate con i tecnologi e gli esperti nell'identità digitale e dalla certificazione condotta fra dicembre 2020 e marzo 2021. Lo studio egualmente ha tratto giovamento dalle comprensioni e dai punti di vista degli esperti che hanno partecipato a due laboratori nel marzo 2021 e maggio 2021.

Mettendo a fuoco soltanto sulle soluzioni tecnologiche per i certificati di stato di salute Covid-19 non è sufficiente. Poichè questi certificati hanno un impatto diretto sulle destre della gente, c'è una necessità cruciale di considerare le leggi ed i regolamenti, compreso quelle sulla segretezza di dati e sui diritti dell'uomo.„

Dott. Ana Beduschi, università di Exeter

“Se efficacemente applicato, i certificati di stato di salute Covid-19 possono contribuire a gestire gli effetti della pandemia corrente. Tuttavia, la loro introduzione posa le sfide significative alla segretezza, all'uguaglianza e alla non distinzione di dati. L'urgenza che circonda l'approvazione di queste misure non dovrebbe piombo ai governi che srotolano i certificati di stato di salute Covid-19 nella rapidità senza la protezione dei dati appropriata ed i diritti dell'uomo, hanno detto il Dott. Beduschi.

“I responsabili della politica devono stendere un bilancio adeguato fra la protezione le destre e delle libertà di tutte le persone e la salvaguardia degli interessi pubblici, mentre gestiscono gli effetti della pandemia,„ Dott. aggiunto Beduschi.

Il rapporto ha sottolineato che i certificati di stato di salute Covid-19 dovrebbero essere disponibili a tutti, non solo quelli con gli alti livelli di saper leggere e scrivere digitale ma ha evidenziato i rischi di frode connessi con i certificati cartacei. La ricerca egualmente ha sottolineato l'esigenza delle applicazioni sicure ed ha incluso le tecnologie quali i codici di QR.