Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La nuova analisi fornisce informazioni tempestive sulle disparità nella fiducia vaccino fra gli adulti degli Stati Uniti

Un'analisi pari-esaminata dei dati nazionali di indagine degli Stati Uniti di 75.000 adulti mostra, da gennaio alla fine di marzo, “un aumento vicino di 18 punti percentuali„ degli adulti che hanno avuti il colpo vaccino COVID-19 o sono disposti a fare lo hanno.

Tuttavia, la credenza che un vaccino non è necessario anche aumentato da più di “5 punti percentuali„ fra gli adulti che li hanno detti probabilmente non non, o definitivamente non otterrà vaccinata. Le credenze variano secondo l'età della gente, la corsa, l'ambiente socioeconomico e la loro geografia.

I risultati, Access aperto pubblicato oggi negli annali del giornale di medicina, mostrano - in particolare - quello i più giovani adulti; la gente che è il nero del non Latino-americano o altro/corse multiple; quelli di stato socioeconomico più basso; e la gente che vive nella regione sudorientale del paese, rimanente il più minimo probabilmente per avere il vaccino - o volente agire in tal modo da gennaio al marzo 2021.

La gente che precedentemente aveva avuta COVID-19, o era incerta se lo avessero avuto, era egualmente meno probabile intendere ottenere vaccinata.

In generale, sebbene, la gente che è riluttante verso il vaccino rappresenti soltanto intorno 10% del pubblico degli Stati Uniti. Chi, secondo i risultati di questa indagine, citano non fidarsi del governo (40%) o non fidarsi dell'efficacia del vaccino (45%) quanto alle loro ragioni per non volere il vaccino.

Per quanto riguarda il più grande gruppo - quelli che specificano probabilmente dal jabbed da ma dall'non essere da così ancora - adducono le ragioni quanto ad non averlo per quanto:

  • pianificazione aspettare e vedere (55%)
  • preoccupazione circa gli effetti secondari possibili (51%),
  • credenza che l'altra gente la ha bisogno di più (36%).

I risultati forniscono informazioni tempestive sulle disparità nella fiducia vaccino. Ed il Dott. Kimberly Nguyen dell'autore principale della scuola di medicina di Tufts University, Boston, dice spera che i risultati possano informare e mirare agli sforzi per migliorare l'assorbimento vaccino attraverso tutte le comunità.

Evidenziando i vaccini come importante per il ripristino del lavoro, il banco e le attività sociali è critici all'impedire la diffusione dell'incidenza COVID-19 ed a portare un'estremità alla pandemia.„

Dott. Kimberly Nguyen, autore principale di studio, scuola di medicina, Tufts University

“Inoltre, comunicare al pubblico circa l'esigenza della vaccinazione malgrado una cronologia dell'infezione del covid è egualmente importante poiché rimane incerta se l'infezione fornisce l'immunità ed in caso affermativo, quanto tempo questa protezione durare.„

I vaccini sono un passo avanti enorme nel superamento della pandemia, ma la riuscita attuazione di un programma di vaccinazione dipende dal loro assorbimento. L'8 agosto 2021, 181 milione, o più di 70% di adulti degli Stati Uniti invecchiati 18 o più vecchio aveva ricevuto almeno una dose di un vaccino COVID-19. Ma negli ultimi mesi, la tariffa della vaccinazione degli Stati Uniti ha rallentato considerevolmente malgrado disponibilità vaccino diffusa.

Gli studi precedenti effettuati a settembre e dicembre 2020, suggerito soltanto 50% degli adulti degli Stati Uniti pianificazione ottenere un vaccino COVID-19 una volta che fosse a disposizione di loro.

Il Dott. Nguyen ed i suoi co-author (sig.ra Nguyen, Dott. Corlin, Dott. Allen e Dott. Chung) ha esaminato i cambiamenti nell'assorbimento e nella volontà vaccino ottenere ha vaccinato dalle caratteristiche sociodemografiche e le zone geografiche dal 6 gennaio al 29 marzo 2021 facendo uso dei dati raccolti nell'impulso della famiglia Dell'ufficio di censimento statunitense esaminano fare partecipare 75.000 dichiaranti.

I risultati hanno indicato che la ricevuta almeno di una dose di un vaccino COVID-19 e di un'intenzione definita da ottenere ha vaccinato aumentato da 54,7% a 72,3%. Tuttavia, intenzione diversa:

  • Gli adulti più anziani erano più probabili intendere ottenere vaccinati confrontato a quelli di 18-49 anni.
  • Gli adulti asiatici e ispani del Non Latino-americano erano più probabili ottenere vaccinati confrontato agli adulti di bianco del non Latino-americano. Tuttavia, gli adulti neri del non Latino-americano e gli adulti altro/corse multiple erano meno probabili ottenere vaccinati.
  • Gli adulti con meno formazione, redditi più bassi, o nessun'assicurazione sanitaria erano meno probabili intendere ottenere vaccinati.

“Oltre all'età e differenze razziali/etniche COVID-19 nelle intenzioni vaccino, disparità continui ad esistere fra le popolazioni vulnerabili, quali fra le persone con i livelli più bassi di formazione e di reddito. Fornendo i messaggi chiari sulla sicurezza e sull'efficacia vaccino è importante per l'assorbimento aumentante della vaccinazione e fiducia fra questi gruppi,„ ha detto Nguyen.

La ricevuta e l'intenzione della vaccinazione sono aumentato da gennaio alla fine di marzo attraverso tutte le regioni geografiche, ma questo ha continuato ad essere il più basso nella regione 4 (stati sudorientali - Alabama, Florida, Georgia, Kentucky, Mississippi, North Carolina, Carolina del Sud, Tennessee) confrontata a tutte le altre regioni.

Il più alto aumento dell'intenzione per avere il vaccino, da un gruppo di persone, era fra gli adulti del nero del non Latino-americano (un aumento di 30,3 per cento).

“La vaccinazione e l'intenzione più basse fra questi stati sudorientali possono essere determinate dalle emissioni di accesso, quale offerta vaccino, disponibilità della clinica della vaccinazione, mancanza di priorità dei gruppi vulnerabili, o perplessità vaccino,„ ha detto Nguyen.

“I modi potenziali aumentare la copertura COVID-19 e l'intenzione vaccino comprendono la fiducia aumentante in vaccini fra i gruppi vulnerabili, il video e l'indirizzo delle barriere alla vaccinazione, la direzione dei vaccini verso le comunità vulnerabili, l'offerta del trasporto libero ai siti della vaccinazione o l'apertura dei siti alle posizioni più accessibili ed impegnando le comunità per sviluppare la fiducia e la collaborazione. Più sforzi sono necessari capire queste differenze fra gli stati per identificare i best practice per il miglioramento dell'assorbimento vaccino.„

Come con tutta la ricerca, i risultati di questo studio comprendono le limitazioni. Ciò include che questo campione potenzialmente non potrebbe essere completamente rappresentativo della popolazione generale dell'adulto degli Stati Uniti.

Source:
Journal reference:

Nguyen, K. H., et al. (2021) Changes in COVID-19 vaccination receipt and intention to vaccinate by socioeconomic characteristics and geographic area, United States, January 6 – March 29, 2021. Annals of Medicine. doi.org/10.1080/07853890.2021.1957998.