Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La legalizzazione dei salotti di fumo della cannabis urta l'aria dell'interno e la salute pubblica

Dopo gli anni di progresso sulle protezioni contro il fumo di tabacco di seconda mano, gli stati multipli e gli enti locali ora permettono il fumo dell'interno della cannabis ai commerci conceduti una licenza a della cannabis. Un nuovo studio nel giornale americano di medicina preventiva, pubblicato da Elsevier, trovato quello oltre le 50 località negli Stati Uniti permette il fumo dell'interno a questi commerci, esponenti i clienti e gli impiegati alle cannabis di seconda mano fumano (SHCS).

Mentre molti stati mantengono i forti divieti di tabagismo e vaping per proteggere la salute pubblica, la nostra ricerca rivela che alcuni stato e cannabis esenti di leggi locali fumano dalle leggi di aria pulita ed aprono la porta dei ai commerci ripieni di fumo, sconfiggenti le decadi della salute pubblica avanza.„

Thomas L. Rotering, MPH, primo autore, centro per ricerca e formazione di controllo del tabacco ed il Philip R. Lee Institute per gli studi di criterio di integrità, università di California, San Francisco, San Francisco, CA, U.S.A.

I ricercatori hanno cercato sistematicamente i database legali, la segnalazione pubblica, i siti Web di governo e le leggi locali che indirizzano i salotti di fumo della cannabis. Hanno trovato l'ampia variazione in come lo stato e gli enti locali indirizzano l'esposizione di SHCS in questi commerci. Tutti 11 stato che hanno legalizzato il giugno 2020 la cannabis di adulto-uso proibisce il consumo nei luoghi pubblici, ma sei stati (Alaska, California, Colorado, Illinois, Massachusetts e Michigan) permette il consumo in loco nei commerci conceduti una licenza a della cannabis conforme ad approvazione di ente locale. Nessuno stato proibisce gli enti locali dall'applicare i requisiti più rigorosi. Massachusetts permette soltanto il consumo in loco attraverso la vaporizzazione o altri moduli nonsmoking di consumo che comprende il calore.

Sebbene il solo efficace mezzo di impedire i problemi sanitari connessi con SHCS sia di richiedere un ambiente senza fumo, la maggior parte delle leggi locali non indirizzano SHCS o non usano la ventilazione inefficace o requisiti di organizzazione. Delle 56 località che permettono i commerci in loco del consumo della cannabis, solo 9% richiedono che all'interno sia senza fumo. Ventitre per cento degli enti locali prevedono il fumo nelle stanze isolate ma soltanto richiedono che la deriva del fumo non alle sale non fumatori o che ci sia un'area d'esame degli impiegati senza fumo. Altre esigenze giuridiche locali comuni indirizzano il controllo di odore, la ventilazione/filtrazione e la posizione in loco dell'edilizia. Tali requisiti sono spesso vaghi ed i ricercatori osservano che somigliano alla struttura “dell'accomodazione„ dell'industria del tabacco concedendo fumando la ventilazione interna e di posizionamento o costruendo i comandi come soluzione del fumo di seconda mano.

“Dopo le decadi di progresso nella rimozione dell'aria dell'interno del fumo di tabacco, stiamo vedendo che ha sostituito con il fumo della cannabis facendo uso degli stessi argomenti screditati l'industria del tabacco ha utilizzato nella sua lotta infruttuosa contro le restrizioni del fumo di tabacco. Dobbiamo imparare a partire dall'esperienza e tenere l'aria pulita per tutti,„ il ricercatore senior commentato Stanton A. Glantz, PhD, pensionato che dal centro per la ricerca e la formazione di controllo del tabacco ed il Philip R. Lee Institute per criterio di integrità studia, università di California, San Francisco, San Francisco, il CA, U.S.A.

Avvocati di qualche cannabis discutono quello che designano gli spazi dell'interno per gli affittuari, turisti e la gente che avverte l'essere senza tetto al fumo o al vape è la sola alternativa ragionevole illegalmente al consumo in pubblico o ad esporre i non-fumatori a SHCS. I ricercatori suggeriscono che le alternative ragionevoli possano comprendere il permesso fuori, uso della cannabis di fuori de visualizzazione ai rivenditori, o a permettere soltanto l'uso dei modi non inalabili di amministrazione che non inquinano l'aria. I funzionari locali potrebbero studiare la possibilità di permettere l'alloggio multiunit o altri posti che servisce questi gruppi per creare all'aperto, designato zone fumatori del consumo dalla visualizzazione pubblica.

I responsabili della politica dovrebbero essere informati che la ventilazione ed altri interventi di assistenza tecnica non possono completamente proteggere i lavoratori ed i patroni. “I servizi sanitari e le guide locali dovrebbero istruire i responsabili della politica sulla scienza di rimedio del fumo di seconda mano e l'avvocato per gli stessi standard per le cannabis di seconda mano che fumano e che vaping quella si applica a tabacco, specialmente perché altri modi dell'amministrazione della cannabis non inquinano l'aria,„ ha detto gli autori in loro documento. “Dove sul posto fumando o vaping è permesso, anche misura come dell'interno vero separato e le zone fumatori all'aperto possono diminuire ma non eliminare l'esposizione di SHCS ai patroni, al personale ed ai residenti.„

Source:
Journal reference:

Rotering, T.L., et al. (2021) Emerging Indoor Air Laws for Onsite Cannabis Consumption Businesses in the U.S. American Journal of Preventive Medicine. doi.org/10.1016/j.amepre.2021.05.012.