Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio mostra la relazione fra il buon ripristino di sonno-tempo e abitudini alimentari di salubrità-promozione

Il buon ripristino di sonno-tempo è associato con una dieta dipromozione e la salubrità-promozione delle abitudini alimentari come pure con consumo più basso di alcool, secondo un nuovo studio che studia il benessere psicologico e fisiologico fra gli adulti finlandesi di età lavorativa.

L'associazione del ripristino fisiologico con nutrizione è stata studiata soltanto insufficiente. Pubblicato nel giornale di medicina del lavoro e di tossicologia, un nuovo studio ora studia se il ripristino fisiologico durante il sonno si riferisce ad abittudine alimentara ed a qualità di dieta.

La popolazione di studio ha consistito di 252 adulti psicologicamente afflitti con il peso eccessivo, che ha partecipato ad uno studio di intervento di stile di vita in tre città finlandesi. Il loro ripristino è stato misurato in base alla variabilità di frequenza cardiaca di sonno-tempo registrata su tre notti consecutive.

La variabilità di frequenza cardiaca è stata usata per misurare sia l'attivazione parasimpatica che comprensiva del sistema nervoso autonomo e la loro relazione, cioè, il bilanciamento fra lo sforzo ed il ripristino. Il sistema nervoso parasimpatico svolge un ruolo chiave nel ripristino, durante cui la frequenza cardiaca è diminuita e la variabilità di frequenza cardiaca è alto.

L'abittudine alimentara dei partecipanti di studio è stata misurata facendo uso di quattro questionari differenti e la loro qualità di dieta e consumo dell'alcool sono stati quantificati facendo uso di due questionari differenti e di un richiamo dietetico di 48 ore. Lo scopo era di esplorare l'associazione fra il ripristino fisiologico, la qualità di dieta, il consumo dell'alcool e gli aspetti differenti di abittudine alimentara, come cibo secondo le indicazioni di sazietà e di fame. I risultati attuali provengono dai dati raccolti al riferimento prima dell'intervento di stile di vita.

Secondo lo studio, l'attività parasimpatica di più alto sonno-tempo, che è indicativa di migliore ripristino fisiologico, si associa con più qualità dipromozione di dieta e consumo a scarso tasso di alcol e possibilmente anche con le abitudini alimentari, particolarmente fattori che pregiudicano la nostra decisione per mangiare. Particolarmente i partecipanti con un buon bilanciamento di sforzo hanno riferito la migliore qualità globale di dieta, il più alta assunzione della fibra, il più forte autocontrollo dietetico ed il consumo a scarso tasso di alcol che quelli con un bilanciamento più difficile di sforzo.

Tuttavia, i ricercatori precisano che la progettazione di studio rappresentativo non permette conclusioni della causalità. Cioè non può essere concluso dai risultati se il migliore ripristino piombo ad una dieta più sana o se una dieta sana supporta il migliore ripristino.

Source:
Journal reference:

Järvelä-Reijonen, E., et al. (2021) Sleep-time physiological recovery is associated with eating habits in distressed working-age Finns with overweight: secondary analysis of a randomised controlled trial. Journal of Occupational Medicine and Toxicology. doi.org/10.1186/s12995-021-00310-6.