Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Studio: Quasi uno in cinque pazienti con mesotelioma pleurico maligno ha contratto COVID-19

Quasi uno in cinque pazienti con mesotelioma pleurico maligno (MPM) ad un ospedale di Barcellona ha contratto COVID-19 durante la pandemia. Inoltre, quei pazienti hanno sofferto un tasso di mortalità di 75%, secondo la ricerca presentata oggi durante il MA04: Stato attuale e prospettive future di mesotelioma pleurico e di Thymoma alla conferenza 2021 del mondo di IASLC sul cancro polmonare.

Il mesotelioma pleurico maligno è un tumore pleurico aggressivo connesso con l'esposizione dell'amianto e con la sopravvivenza limitata malgrado la terapia sistematica.

I pazienti con cancro o malignità toraciche possono essere influenzati specialmente da COVID-19. La registrazione di TERAVOLT ha valutato l'effetto dell'infezione SARS-CoV-2 sui pazienti con le malignità toraciche ma ha incluso soltanto otto pazienti con mesotelioma pleurico maligno. In uno studio recente di COVID-19 e nella mortalità negli Stati Uniti, il mesotelioma pleurico maligno è stato associato significativamente con le probabilità aumentate per i risultati peggiori.

Per studiare l'effetto dell'infezione COVID-19 sui pazienti con il Dott. pleurico maligno Susana Cedres del mesotelioma dell'ospedale universitario del d'Hebron di Vall e dell'istituto dell'oncologia, Barcellona, Spagna, ha analizzato le cartelle sanitarie di 38 pazienti con mesotelioma pleurico maligno. Il Dott. Cedres ha raccolto i dati clinici compreso dati demografici, comorbidities, lo sfondo oncologico e lo stato di malattia COVID-19.

Dei 38 pazienti con mesotelioma pleurico maligno alla nostra istituzione in questa era pandemica, sette sono stati diagnosticati con COVID-19 l'infezione (18%) da un RT-PCR positivo.„

Ospedale universitario del d'Hebron di Dott. Susana Cedres, di Vall ed istituto di oncologia, Barcellona, Spagna

Le caratteristiche cliniche dei pazienti con COVID-19 erano: un'età media di 62 anni, di quattro uomini (di 57%), di quattro pazienti (di 57%) che non scelgono di fumare e di tre pazienti (di 43%) che hanno fumato nel passato. Tutti i pazienti presentati con una cronologia di istologia epitelioide del mesotelioma pleurico maligno. I comorbidities più comuni erano ipertensione, malattia di cuore ischemica e malattia ostruttiva cronica. Quattro pazienti (57%) stavano catturando gli anticoagulanti o l'aspirina.

Al momento dell'infezione COVID-19, due pazienti stavano ricevendo il trattamento oncologico: un paziente stava ricevendo la chemioterapia ed un paziente stava ricevendo la radioterapia toracica. Per quanto riguarda l'inizio clinico dell'infezione COVID-19, tre pazienti erano asintomatici (provato dovuto esposizione conosciuta ad un paziente con l'infezione confermata) e quattro pazienti erano sintomatici con una mediana dei quattro giorni fra l'inizio dei sintomi e la diagnosi COVID-19.

Tutti i pazienti sintomatici hanno avuti la febbre e dispnea. Nel totale, sei pazienti (85%) sono stati ospedalizzati per un soggiorno mediano dei 12 giorni (3-28) dell'ospedalizzazione. Tutti i pazienti hanno richiesto l'ossigeno (tre pazienti hanno usato una maschera di protezione semplice e tre pazienti con la maschera dello non ri sfiatatoio) e quattro pazienti hanno sviluppato la polmonite bilaterale. Quattro pazienti hanno avuti analisi del sangue completa e tutti hanno presentato con la linfopenia, l'alto D-dimero e gli alti livelli del siero IL-6.

Nei pazienti di totale cinque sono morto, quattro di chi è morto dovuto COVID-19 l'infezione (54%). La sopravvivenza globale mediana era a 17,8 mesi dalla diagnosi del cancro (9.3-NA) e di 0,4 mesi (0.06-5 mesi) dalla diagnosi COVID-19.

“Dalla nostra esperienza, 18% dei pazienti con mesotelioma pleurico maligno sono stati diagnosticati dell'infezione COVID-19 durante la pandemia e questi pazienti hanno sofferto un tasso di mortalità molto alto di 54 per cento,„ il Dott. Cedres ha detto. “Invito i servizi di sanità per prestare particolare attenzione ai pazienti con mesotelioma pleurico maligno mentre mi occupo delle infezioni COVID-19. „