Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio non trova effetti secondari seri dei vaccini del mRNA COVID-19 in donne d'allattamento, infanti allattati

Nel dicembre 2020, due vaccini novelli del RNA messaggero (mRNA) per SARS-CoV-2 hanno ricevuto l'autorizzazione di uso di emergenza dagli Stati Uniti Food and Drug Administration; tuttavia, le prove iniziali hanno escluso le donne d'allattamento, piombo alle domande circa la loro sicurezza in questa popolazione specifica.

In uno studio recente, pubblicato nell'edizione online della medicina di allattamento al seno, i ricercatori alla scuola di medicina di San Diego dell'università di California hanno trovato che madri d'allattamento al seno che hanno ricevuto o Pfizer-BioNTech o la vaccinazione di Moderna ha riferito gli stessi sintomi locali o sistematici come che cosa precedentemente è stato riferito nelle donne di non allattamento al seno, senza gli effetti secondari seri negli infanti allattati.

Le camere di Christina, il PhD, MPH, è un professore della pediatria alla scuola di medicina di Uc San Diego e professore nel banco di Herbert Wertheim della salute pubblica e della scienza umana di longevità.

Una madre in primo luogo interessa è la sicurezza del suo bambino. Il nostro studio, con la ricerca precedente, suggerisce che i vaccini di Moderna e di Pfizer non siano bandiere rosse per le madri d'allattamento al seno ed i loro infanti.„

Camere, PhD, MPH, professore di pediatria alla scuola di medicina di Uc San Diego e professore di Christina nel banco di Herbert Wertheim della salute pubblica e della scienza umana di longevità

I risultati hanno trovato che quello più di 85 per cento delle 180 donne d'allattamento al seno nello studio che ha ricevuto un vaccino del mRNA COVID-19 hanno riferito a sintomi localizzati temporanei, come dolore, il rossore, il gonfiamento o itching al sito iniezione ed agli effetti secondari sistematici, compreso i freddi, il muscolo/dolori dell'organismo, febbre e vomitare, con il più alta frequenza che segue la seconda dose.

Ulteriormente, seguendo la seconda dose del vaccino, le donne che hanno ricevuto la marca di Moderna erano sensibilmente più probabili riferire i sintomi. Una piccola percentuale di donne che seguono la prima dose di qualsiasi marca vaccino ha riferito una riduzione dell'offerta di latte e significantly more donne hanno riferito una riduzione dell'offerta di latte che segue la seconda dose di Moderna.

“Vogliamo sottolineare che la riduzione dell'offerta di latte sia stata in un piccolo sottoinsieme delle donne ed abbiamo ritornato completamente in 72 ore dopo la vaccinazione. Anche non possiamo essere sicuri che la riduzione dell'offerta era un effetto secondario del vaccino o di un altro fattore sconosciuto,„ abbiamo detto le camere. “Che cosa sappiamo è che il vaccino è incredibilmente efficace nell'assicurare la protezione da COVID-19, che è risultato essere un virus devastante e serio con gli effetti secondari a lungo termine possibili.„

L'irritabilità ed il sonno difficile sono stati riferiti in alcuni bambini allattati, ma negli eventi avversi non seri.

“Conosciamo i molti vantaggi di allattamento al seno. Il latte materno fornisce un'abbondanza di componenti nutrizionali agli infanti che forniscono molte indennità-malattia, dai più forti sistemi immunitari alle tariffe più basse dell'obesità ed altre circostanze e malattie,„ ha detto le camere.

“I nostri risultati dovrebbero incoraggiare le donne d'allattamento ad ottenere il vaccino COVID-19 ed a continuare ad allattare i loro infanti. Non devono scegliere uno sopra l'altro. Entrambi sono critici.„

Kerri Bertrand, è il gestore della ricerca della ricerca umana Biorepository del latte del latte della mamma.

Le donne di allattamento al seno reclutate per lo studio iscritto nella ricerca umana Biorepository del latte del latte della mamma a Uc San Diego, che si sforza di capire le offerte umane del latte dei numerosi vantaggi ad un livello molecolare ed usa questi risultati per migliorare la salubrità e lo sviluppo di tutti i bambini.

“Questo studio non sarebbe possibile senza il supporto tremendo del nostri personale e studenti e le donne attraverso la nazione che erano disposte ad iscrivere e fornire i campioni del latte materno,„ ha detto Kerri Bertrand, primo autore dello studio e gestore della ricerca della ricerca umana Biorepository del latte del latte della mamma. “Insieme, stiamo trovando il salvataggio, a risposte basate a prova alle domande cruciali che si sono poste quando la pandemia in primo luogo ha colpito.„

I ricercatori hanno notato che una limitazione dello studio era che la vaccinazione del paletto di sintomi auto-è stata riferita e gli studi supplementari suggeriti saranno necessari vedere se i risultati possono essere generalizzati ad una più grande popolazione.

Source:
Journal reference:

Bertrand, K., et al. (2021) Maternal and Child Outcomes Reported by Breastfeeding Women Following Messenger RNA COVID-19 Vaccination. Breastfeeding Medicine. doi.org/10.1089/bfm.2021.0169.