Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il MD Anderson ed il BIOMA di SNIPR uniscono le forze per avanzare la nuova alla terapeutica basata CRISPR del microbiome

Il centro del Cancro di Anderson di MD dell'università del Texas ed il BIOMA di SNIPR oggi hanno annunciato una collaborazione strategica per avanzare la nuova alla terapeutica basata CRISPR del microbiome per diminuire gli eventi avversi in relazione con immune (irAE) in pazienti che sono trattati con gli inibitori immuni combinati del controllo. L'accordo accoppia alle le entità terapeutiche basate CRISPR innovarici del BIOMA di SNIPR con la competenza e le capacità del programma di Anderson di MD per Microbiome innovatore e la ricerca di traduzione (PRIME-TR).

In virtù dell'accordo, il MD Anderson ed il BIOMA di SNIPR collaboreranno per convalidare i profili privati del microbiome e per sviluppare le entità terapeutiche CRISPR-armate per modulare il microbiota dell'intestino con lo scopo di diminuzione della tossicità mentre conservano la risposta al trattamento con gli inibitori immuni del controllo per il cancro. Diminuendo irAE, gli scopi della ricerca per migliorare il profilo di sicurezza di questo efficace modulo della terapia, con il potenziale di ampliare il suo impiego e di aumentare vantaggio clinico. L'accordo comprende la ricerca preclinica ed il potenziale per uno studio clinico.

Il trattamento con gli inibitori immuni del controllo ed altri moduli di immunoterapia ha migliorato drammaticamente i risultati per i pazienti con cancro, ma queste terapie possono causare gli effetti secondari significativi. I microbi all'interno dell'intestino dei pazienti sono stati indicati alle risposte di influenza ad immunoterapia ed ora abbiamo prova che possono urtare la tossicità pure. Siamo eccitati circa l'applicazione delle tecnologie uniche del BIOMA di SNIPR per manipolare i microbi dell'intestino e per diminuire la tossicità mentre conservando risposta ad immunoterapia del cancro, con lo scopo finale di miglioramento della cura per tutti i pazienti.„

Jennifer Wargo, M.D., il professor di medicina genomica e di oncologia chirurgica e Direttore di PRIME-TR al MD Anderson

PRIME-TR è una piattaforma istituzionale novella che mira a trasformare il paesaggio di trattamento del cancro, della diagnosi e della prevenzione through lo studio e mirando a del microbiome ai posti adatti differenti multipli. Di supporto dal programma degli scatti di luna di Anderson di MD®, PRIME-TR funziona per avanzare alle le applicazioni basate microbiome come complemento ad altri scoperte e trattamenti del cancro fondamentali, compreso alle le strategie basate a immune ed altri approcci terapeutici.

“Questo accordo è un esempio di come PRIME-TR permette alla traduzione di risultati della ricerca con lo scopo del miglioramento dei risultati alla terapia del cancro con modulazione del microbiome,„ ha detto Nadim Ajami, il Ph.D., direttore esecutivo per ricerca scientifica per PRIME-TR al MD Anderson. “Diamo la priorità alle collaborazioni con i ricercatori, sia al MD Anderson che mondiale, per condurre il microbiome che profilano gli studi, gli sforzi di ricerca e sviluppo come pure le prove interventional cliniche e di traduzione.„

I risultati di uno studio piombo da Wargo insieme agli esperti principali nel microbiome, pubblicati nella medicina della natura, hanno dimostrato che le specie batteriche distinte nel microbiome dell'intestino sono associate significativamente con irAE severo in pazienti con il melanoma avanzato trattato con il blocco immune combinato del controllo che mira a CTLA-4 e a PD-1. I risultati da questo studio forniscono la spiegazione razionale per mirare a questi via agli gli approcci basati CRISPR, con lo scopo del miglioramento del vantaggio terapeutico e di limitazione della tossicità in relazione con il trattamento ad immunoterapia del cancro.

“I ricercatori di Anderson di MD e clinici hanno competenza nelle immunoterapie dei cancri e sono pionieri nella comprensione dell'interazione complessa fra l'omeostasi del microbiome dell'intestino ed il sistema immunitario,„ ha detto il cristiano Grøndahl, il Dott. Med., Ph.D., direttore generale e co-fondatore del BIOMA di SNIPR. “Aspettiamo con impazienza di lavorare molto attentamente con il gruppo di PRIME-TR per applicare la nostra tecnologia di CRISPR a questo campo di ricerca di promessa ed a sviluppo avanzato della nostra terapia di CRISPRbiotic® del cavo come trattamento potenziale dell'aggiunta in pazienti con cancro facendo uso degli inibitori immuni del controllo.„