Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio offre le comprensioni molecolari in come le proteine tossiche sono regolamentate nelle malattie di cervello

I ricercatori di Rutgers hanno scoperto alcune delle prime comprensioni molecolari in come le proteine tossiche sono regolamentate nelle malattie neurodegenerative quali Alzheimer e Parkinson.

Lo studio compare negli atti del giornale dell'Accademia nazionale delle scienze.

Le celle naturalmente si sviluppano vecchie e muoiono, ma il regolamento adeguato delle proteine cellulari è determinante per il mantenimento del cervello sano poichè invecchiamo. Nelle malattie neurodegenerative, cumuli della proteina - o frammenti agglutinati delle proteine misfolded -- sparga alle celle vicine, ma come quel materiale tossico è trasferito rimane capito male.

I ricercatori di Rutgers hanno studiato gli ascaridi di cui hanno sollecitato le cellule nervose possono estrudere proteine neurotossiche in grandi pacchetti chiamati exophers e come le sollecitazioni specifiche pregiudicano questa estrusione. Hanno trovato che i segnali cellulari specifici sono necessari formare i exophers e, inatteso, che digiunare drammaticamente aumenta la produzione dei exophers. Egualmente hanno identificato tre vie cellulari che aumentano la produzione dei exophers durante il digiuno.

Nell'instaurazione dei modelli molecolari iniziali per i requisiti del trans-tessuto dall'dell'elevazione indotta digiunare del exopher in neuroni, riferiamo le comprensioni molecolari nel regolamento di biologia aggregata di trasferimento relativa ai misteri fondamentali delle malattie neurodegenerative.„

Jason Cooper, autore dello studio il primo, ricercatore postdottorale nel dipartimento di biologia molecolare e biochimica a Rutgers Università-Nuova Brunswick

“Nelle malattie neurodegenerative, diffusione tossica delle proteine alle celle vicine per promuovere morte delle cellule. Dato l'importanza di gestione i cumuli della proteina nell'invecchiamento e nelle malattie neurodegenerative e della biologia capita male di come quei cumuli sono trasferiti, una comprensione dettagliata del meccanismo di trasferimento può rivelare gli obiettivi terapeutici precedentemente non riconosciuti.„