Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'estratto dell'impianto dell'artemisia impedisce la replica SARS-CoV-2 in vitro

Il coronavirus 2 (SARS-CoV-2) di sindrome respiratorio acuto severo, che è il virus responsabile della malattia 2019 (COVID-19) di coronavirus, originalmente è stato individuato a Wuhan, Cina nel dicembre 2019. Da allora, SARS-CoV-2 ha continuato a spargersi silenziosamente, estesamente e rapido intorno al mondo. Malgrado molti sforzi per trovare le terapie specifiche sicure ed efficaci e le droghe preventive che possono combattere SARS-CoV-2, pochi sono stati identificati.

Un nuovo studio pubblicato sul bioRxiv* del " server " della pubblicazione preliminare descrive l'effetto benefico di un estratto di annua dell'artemisia una volta usato per curare le celle nella cultura ha esposto a SARS-CoV-2.

Studio: Gli estratti d'acqua calda di Annua dell'artemisia mostrano l'attività potente in vitro contro le varianti Covid-19 compreso il delta. Credito di immagine: wasanajai/Shutterstock.com

Sfondo

Il 13 settembre 2021, oltre 225 milione di persone sono stati infettati da SARS-CoV-2 globalmente, di cui oltre 4,6 milioni hanno soccombuto a COVID-19. Ugualmente devastare è stata l'arresto economico avviato dalla minaccia costante della trasmissione SARS-CoV-2.

Nella fase iniziale nella pandemia COVID-19, i ricercatori hanno deciso che il solo modo affidabile cessare questa pandemia sarebbe stato di sviluppare e spiegare una cassaforte e un vaccino altamente efficace contro SARS-CoV-2. In un anno, parecchie ditte farmaceutiche hanno srotolato i primi due vaccini, di cui tutt'e due sono stati basati su una piattaforma dell'acido ribonucleico del messaggero (mRNA) che usa questa molecola genetica di informazioni per permettere le celle del destinatario nella produzione dell'antigene virale della punta. Una risposta di neutralizzazione dell'anticorpo poi è iniziata che impedirà le infezioni future causare gli effetti sulla salute seri sulla persona vaccinata.

L'emergenza delle varianti multiple di preoccupazione (VOCs) di SARS-CoV-2, con il più alti infectiousness e/o resistenza agli anticorpi di neutralizzazione suscitati dallo sforzo del wildtype SARS-CoV-2, ha sfidato questa aspettativa. Come è stato evidente che la variante di delta, che è lo sforzo di dominazione corrente intorno al mondo, potrebbe potenzialmente rifornire un impulso di combustibile dei casi COVID-19, la terapeutica ha cominciato ad essere cercata urgentemente per curare sia i pazienti unvaccinated che i pazienti vaccinati che avvertono un'infezione dell'innovazione.

Circa lo studio

Lo studio corrente valuta l'efficacia di sette cultivar del annua dell'artemisia della pianta medicinale nell'impedire la replica del COV SARS-CoV-2 in vitro.

Il annua del A. è stato usato attraverso la storia per trattare i sintomi di malaria. Nello scenario della diffusione rapida della variante di delta, con un numero riproduttivo di 5-7, i ricercatori hanno esplorato la capacità di questo impianto di impedire la replicazione virale in vitro.

Gli studi recenti intrapresi dagli autori dello studio corrente hanno trovato che gli estratti di annua del A. hanno avuti attività specifica contro SARS-CoV-2. A questo scopo, gli autori hanno dimostrato che la replicazione virale in vitro potrebbe essere ostacolata usando le foglie secche di sette cultivar di questo impianto, da quattro continenti.

L'efficacia di inibizione è stata associata negativamente al contenuto del artemisinin (ARTE) in quello studio. Ciò è d'accordo con l'altra ricerca che indica che le altre specie perenni dell'artemisia, afra del A., che non contiene l'ARTE, erano efficaci quanto l'altra nella replicazione virale d'inibizione.

La concentrazione inibitoria mezzo massima (IC50) delle due specie dell'impianto era rispettivamente di 0.9-3.4 e 0,65 mg/ml, indicanti che l'ARTE non è collegata con attività antivirale. Malgrado questi risultati incoraggianti, la conservazione di efficacia di neutralizzazione contro il più nuovo VOCs non è stata stabilita.

Risultati di studio

I ricercatori dello studio corrente hanno usato la tisana pronta infondendo l'acqua calda con le foglie secche di quattro cultivar di annua del A. Questi tè poi sono stati usati per pretrattare le celle coltivate VeroE6 che sono state sfidate da SARS-CoV-2 dopo un'ora. Un altro insieme delle celle è stato curato dopo essere stato sfidato con il VOCs virale.

Gli effetti citopatici (CPE) sono stati documentati per ciascuna delle varianti provate. Queste varianti hanno compreso i beta (B1.351), di gamma (P.1), di delta (B.1.617.2) e delle kappe (B.1.617.1) sforzi di U.S.A. WA, dell'alfa (B1.1.7).

Gli scienziati hanno trovato che i tè del annua del A. hanno impedito la replica del SARS-CoV-2 VOCs. Gli estratti etanolici erano molto più potenti nella loro inibizione rispetto agli estratti dell'acqua calda.

L'associazione inversa fra il livello di ARTE e l'efficacia antivirale sottolinea la necessità di caratterizzare questo estratto. Per esempio, contiene la quercetina e la miricetina, di cui tutt'e due sono conosciute per essere inibitorie a SARS-CoV-2.

Naturalmente, un altro aspetto importante si riferisce alla capacità delle specie di non ARTE di annua del A. di combattere l'infezione da SARS-CoV-2. L'estratto deve anche essere sicuro e non nuocere così alla cellula ospite stessa. A questo scopo, la sicurezza del annua del A. è stata dimostrata dalla mancanza di citotossicità individuata quando il peso a secco delle foglie secche era μg 50 o di meno per tutte le cultivar.

Inibizione variabile SARS-CoV-2 da quattro cultivar degli estratti dell'acqua calda di annua del A. normalizzati al loro contenuto del artemisinin e confrontati al PESO di PESI, USA/WA1; varianti: B.1.1.7, alfa; B.1.351, beta; P.1, gamma; B.1.617.1, kappe; Delta B.1.617.2) ad una molteplicità di infezione (MOI) di 0,1 in celle di Vero E6. I dati per le alfa e beta varianti sono estrapolati da Nair et al. (2021). I dati sono tracciati da una media dell'esperto in informatica del ± di tre repliche.

Fra tutte le cultivar, quello che è stato fuori era la cultivar di annua del A. con il contenuto di ARTE più basso, ufficio. Questa cultivar ha avuta generalmente la IC50 più basso e così maggior parte di efficace. Queste risposte sono duplicate con l'altro VOCs, compreso beta e di delta varianti le alfa.

“Questi risultati dimostrano il potenziale degli estratti come trattamenti nella lotta globale contro questo virus costantemente evolventesi.„

I ricercatori indicano che questo e gli estratti di erbe riferiti richiedono la convalida dall'organizzazione mondiale della sanità (WHO) via l'inclusione di tali estratti nei loro test clinici. A questo scopo, ulteriore prova sui modelli del roditore sarà condotta nell'immediato futuro.

Il annua del A. è un composto economico e potrebbe provare così inestimabile nel trattamento del COVID-19 mentre i vaccini ancora stanno spiegandi su un disgaggio di massa nelle maggiori parte del mondo.

avviso *Important

il bioRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
Dr. Liji Thomas

Written by

Dr. Liji Thomas

Dr. Liji Thomas is an OB-GYN, who graduated from the Government Medical College, University of Calicut, Kerala, in 2001. Liji practiced as a full-time consultant in obstetrics/gynecology in a private hospital for a few years following her graduation. She has counseled hundreds of patients facing issues from pregnancy-related problems and infertility, and has been in charge of over 2,000 deliveries, striving always to achieve a normal delivery rather than operative.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Thomas, Liji. (2021, September 13). L'estratto dell'impianto dell'artemisia impedisce la replica SARS-CoV-2 in vitro. News-Medical. Retrieved on October 20, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20210913/Artemisia-plant-extract-prevents-SARS-CoV-2-replication-in-vitro.aspx.

  • MLA

    Thomas, Liji. "L'estratto dell'impianto dell'artemisia impedisce la replica SARS-CoV-2 in vitro". News-Medical. 20 October 2021. <https://www.news-medical.net/news/20210913/Artemisia-plant-extract-prevents-SARS-CoV-2-replication-in-vitro.aspx>.

  • Chicago

    Thomas, Liji. "L'estratto dell'impianto dell'artemisia impedisce la replica SARS-CoV-2 in vitro". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20210913/Artemisia-plant-extract-prevents-SARS-CoV-2-replication-in-vitro.aspx. (accessed October 20, 2021).

  • Harvard

    Thomas, Liji. 2021. L'estratto dell'impianto dell'artemisia impedisce la replica SARS-CoV-2 in vitro. News-Medical, viewed 20 October 2021, https://www.news-medical.net/news/20210913/Artemisia-plant-extract-prevents-SARS-CoV-2-replication-in-vitro.aspx.