Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La risposta immunitaria indebolita visualizzazione dei vaccini di COVID mRNA con l'età e diminuisce col passare del tempo, secondo il nuovo studio

La malattia 2019 (COVID-19) di coronavirus è stata particolarmente catastrofica per gli anziani, che sono considerati spesso come al più grande rischio di malattia severa. Uno dei modi più significativi in cui la pandemia corrente può essere portata ad un'estremità è stato con lo sviluppo e la produzione di efficaci vaccini.

Studio: Una grandezza e una durevolezza diminuite delle risposte immunitarie umorali dai vaccini di COVID-19 mRNA fra gli adulti più anziani. Credito di immagine: Drazen Zigic/Shutterstock.com

tecnologia del vaccino del mRNA

Il vaccino BNT162b2 prodotto da Pfizer come pure il vaccino mRNA-1273 prodotto da Moderna, entrambi funzionano nell'ambito dello stesso principio. A questo scopo, questi sono entrambi i vaccini dell'acido ribonucleico del messaggero (mRNA) che producono l'immunità fornendo alla cella il mRNA della proteina della punta di coronavirus 2 di sindrome respiratorio acuto severo (SARS-CoV-2).

Il macchinario cellulare poi traduce il mRNA, così piombo alla produzione della proteina. Ciò infine permette che il sistema immunitario sviluppi una risposta immunitaria robusta contro SARS-CoV-2. Poichè le proteine strutturali non virali sono comprese in questo trattamento e poichè il mRNA è non infettivo e non integrante, questo approccio è considerato come più sicuro dei vaccini tradizionali creati dagli sforzi inattivi del virus, che può riattivare o causare le reazioni allergiche.

Circa lo studio

A seguito delle osservazioni in vaccini alterni che mostrano l'immunità difficile nelle persone più anziane, i ricercatori dalla Simon Fraser University nel Canada hanno deciso di studiare la grandezza di questo effetto nei vaccini del mRNA per COVID-19. Nel totale, questi ricercatori hanno esaminato le risposte da 151 persona, compreso i lavoratori di sanità, adulti più anziani e quelli viventi nella cura a lungo termine ed hanno assistito gli impianti viventi.

Il siero ed il plasma sono stati raccolti da queste persone prima della vaccinazione, di un mese dopo la prima dose e di tre mesi dopo la seconda dose. Coloro che è stato infettato da SARS-CoV-2 quando lo studio ha cominciato sono stati identificati dalla presenza di anticorpi che riconoscono la nucleoproteina SARS-CoV-2.

Una versione della pubblicazione preliminare di questo studio è attualmente disponibile sul " server " del medRxiv*.

Per esaminare la risposta immunitaria, gli scienziati hanno eseguito le analisi obbligatorie dell'anticorpo contro la nucleoproteina SARS-CoV-2 ed il dominio dell'ricevitore-associazione della proteina della punta (RBD) come pure hanno quantificato la risposta di G (IgG) dell'immunoglobulina facendo uso alle delle analisi enzima-collegate basate a perla dell'immunosorbente (ELISAs).

SARS-CoV-2 registra le cellule umane attraverso l'associazione della sua proteina RBD della punta al ricevitore dell'enzima di conversione dell'angiotensina 2 (ACE2) sulla cellula ospite. Quindi, questa interazione è un aspetto importante di immunità vaccino-mediata, poichè l'efficacia vaccino è misurata spesso da come gli anticorpi del plasma possono bloccare questa interazione.

L'associazione fra i ricevitori RBD e ACE2 di SARS-CoV-2 è stata misurata attraverso concorrenza ELISAs, in cui ACE2 rilegato è stato individuato facendo uso di streptavidin-PE. L'attività degli anticorpi di neutralizzazione è stata individuata con le analisi per individuare l'effetto citopatico virale, che descrive dalla la morte indotta da virale della cella con lisi o dell'incapacità riprodurrsi.

Risultati di studio

I ricercatori hanno scoperto che quello segue la prima dose, titoli anti--RBD mediani di IgG erano volta 4,2 più in basso in adulti più anziani confrontati ai lavoratori di sanità. L'eccezione a questa era le 14 persone che erano state infettate con SARS-CoV-2 prima della vaccinazione, che ha mostrato fra 190 - e 840 volta le più alte risposte di IgG, trovando quello è supportata dagli studi precedenti che mostrano la risposta immunitaria intensa a COVID-19 nelle persone che precedentemente erano state infettate e ricevuto state una dose del vaccino COVID-19.

Dopo due dosi, i titoli dell'anticorpo dei lavoratori di sanità del naïve hanno raggiunto la stessa reattività delle persone convalescenti. Purtroppo, le persone più anziane ancora hanno mostrato 3 volte più in basso l'attività di IgG confrontata ai lavoratori di sanità, sebbene la spinta nell'immunità fornita dalla seconda dose sembrasse essere maggior per gli anziani.

Nell'esaminare gli anticorpi totali della proteina RBD della anti-punta, risultati simili molto sono stati veduti fra tutti i gruppi. A questo scopo, una risposta obbligatoria significativamente più bassa dell'anticorpo è stata veduta in adulti più anziani dopo sia una che due dosi.

Rivesta A di pannelli: Capacità dagli degli anticorpi indotti da vaccino del plasma di spostare ACE2-receptor solubile dalla punta RBD, misurata facendo uso di un'analisi di ELISA di Luminex, seguente una dose del vaccino in COVID-19 Seniors+LTC ingenuo (cerchi arancio), HCW (cerchi blu) e COVID-19 i partecipanti convalescenti (“Conv„; colorato come sopra). Le barre rappresentano la mediana e la differenza interquartile. P-valori computati facendo uso della U-prova di Mann-Whitney. Comitato B: Gli stessi dati del HCW e del Seniors+LTC raggruppano indicato in comitato A, ma tracciato dall'età e colorato dal sesso, che è rimanere significativo nelle analisi a più variabili (si veda la tabella 2). Statistiche computate facendo uso di regressione di minimi quadrati ordinaria, anche indicata come linea punteggiata. Comitati C, D: Stessi di A e della B, ma per le risposte che seguono due dosi del vaccino del mRNA.

Leggermente abbassi la dimensione di effetto è stato veduto nella capacità di plasma di bloccare l'interazione RBD-ACE2. Le persone precedentemente infettate hanno mostrato l'attività di spostamento ACE2 di 92% che segue rispettivamente una dose, mentre gli adulti più anziani ed i lavoratori di sanità erano a 38% e a 45%.

Dopo due dosi, la differenza è diventato più pronunciata, con i lavoratori di sanità che mostrano l'attività di spostamento di 91% e gli anziani che esibiscono questa stessa attività a 70%. Interessante, i livelli di anticorpi obbligatori veduti in anziani erano uguali a quelli nei lavoratori di sanità; tuttavia, gli anticorpi in anziani hanno avuti una lontano poca capacità di spostare ACE2. In media, ogni aumento di dieci anni nell'età è stato associato con attività più bassa di uno spostamento 2,0% e 4,4% che segue una e due dosi dei vaccini, rispettivamente.

Una differenza più vistosa ha potuto essere veduta nell'attività di neutralizzazione di plasma. A seguito di una dose, 21% dei lavoratori di sanità ha mostrato la prova di neutralizzazione dell'attività, che era comparabile a soltanto 3% degli anziani. Questa tendenza ha continuato a seguire la seconda dose, con tutto il plasma del lavoratore di sanità che mostra la capacità di impedire l'infezione virale delle cellule bersaglio, mentre soltanto 65% di plasma si è riunito dagli anziani che mostrano la stessa abilità.

Sia gli adulti più anziani che i lavoratori di sanità indicati hanno diminuito l'immunità contro la variante di delta rispetto allo sforzo di Wuhan. Questa osservazione è stata supportata dagli studi precedenti.

Conclusione

Gli autori sottolineano l'importanza del loro studio nella pianificazione entrambe progettazione vaccino futura come pure la distribuzione vaccino. Egualmente sottolineano il rischio in corso di infezione per gli adulti più anziani, come anche dopo che due dosi non riuscite completamente per neutralizzare SARS-CoV-2. Ciò sottolinea l'importanza di entrambi i dosi di richiamo e sforzi continuati fermare la diffusione di SARS-CoV-2.

avviso *Important

il medRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
Sam Hancock

Written by

Sam Hancock

Sam completed his MSci in Genetics at the University of Nottingham in 2019, fuelled initially by an interest in genetic ageing. As part of his degree, he also investigated the role of rnh genes in originless replication in archaea.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Hancock, Sam. (2021, September 15). La risposta immunitaria indebolita visualizzazione dei vaccini di COVID mRNA con l'età e diminuisce col passare del tempo, secondo il nuovo studio. News-Medical. Retrieved on November 29, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20210915/COVID-mRNA-vaccines-display-weakened-immune-response-with-age-and-diminish-over-time-according-to-new-study.aspx.

  • MLA

    Hancock, Sam. "La risposta immunitaria indebolita visualizzazione dei vaccini di COVID mRNA con l'età e diminuisce col passare del tempo, secondo il nuovo studio". News-Medical. 29 November 2021. <https://www.news-medical.net/news/20210915/COVID-mRNA-vaccines-display-weakened-immune-response-with-age-and-diminish-over-time-according-to-new-study.aspx>.

  • Chicago

    Hancock, Sam. "La risposta immunitaria indebolita visualizzazione dei vaccini di COVID mRNA con l'età e diminuisce col passare del tempo, secondo il nuovo studio". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20210915/COVID-mRNA-vaccines-display-weakened-immune-response-with-age-and-diminish-over-time-according-to-new-study.aspx. (accessed November 29, 2021).

  • Harvard

    Hancock, Sam. 2021. La risposta immunitaria indebolita visualizzazione dei vaccini di COVID mRNA con l'età e diminuisce col passare del tempo, secondo il nuovo studio. News-Medical, viewed 29 November 2021, https://www.news-medical.net/news/20210915/COVID-mRNA-vaccines-display-weakened-immune-response-with-age-and-diminish-over-time-according-to-new-study.aspx.