Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I modelli dell'anticorpo SARS-CoV-2 descrivono le differenze fra la cinetica degli anticorpi differenti

La malattia 2019 (COVID-19) di Coronavirus ha avuta effetti mondiali di devastazione sulla salute pubblica e sulle economie. Mentre gli schemi globali della vaccinazione stanno cominciando a gestire la diffusione della malattia, ci sono preoccupazioni che l'immunità sbiadisce con tempo. Queste preoccupazioni sono esacerbate dall'aumento delle varianti quale lo sforzo di delta, che sono conosciute per eludere l'immunità dall'infezione precedente con la variante originale del coronavirus 2 (SARS-Cov-2) di sindrome respiratorio acuto severo. I ricercatori hanno creato i modelli cinetici degli anticorpi di IgM e di IgG anti-SARS-CoV-2 oltre 13,5 mesi che seguono l'infezione per capire meglio l'immunità duratura.

Studio: Cinetica dellStudio: Cinetica dell'anticorpo a SARS-CoV-2 a 13,5 mesi, da severità di malattia. Credito di immagine: Kateryna Kon/Shutterstock

Una versione della pubblicazione preliminare dello studio è disponibile sul " server " del medRxiv* mentre l'articolo subisce la revisione tra pari.

Sfondo

La maggior parte dei trattamenti dell'anticorpo monoclonale e dei vaccini mirano alla proteina della punta di SARS-CoV-2. La proteina della punta è chiave alla patogenicità della malattia - il dominio dell'ricevitore-associazione (RBD) delle legature dell'sottounità S1 all'enzima di conversione dell'angiotensina 2 (ACE2), che permette che il virus entri nella cellula ospite.

Allo stesso tempo, il N-terminale della proteina della punta tiene conto fusione della membrana. L'ottimizzazione del RBD è più comune per i vaccini, poichè concede neutralizzare gli anticorpi per mirare alla malattia e per impedirla le celle entranti. Gli anticorpi generati da immunità naturale mireranno normalmente a queste aree della proteina della punta o il nucleocapsid o le proteine di rivestimento.

Gli studi precedenti hanno indicato che la produzione iniziale rapida dell'anticorpo quindi cade ugualmente rapido e la lunghezza di immunità è stimata a dovunque fra quattro mesi e un anno.

Lo studio

Per sviluppare una maschera più accurata di immunità COVID-19, i ricercatori hanno eseguito i test sierologici su 478 persone che hanno mostrato i risultati positivi sulle prove di RT-PCR per gli anticorpi anti-SARS-CoV-2 ed hanno ripetuto queste prove i giorni i 15, 30, 60, 90, 180, 270 e 360 giorni che seguono la visita iniziale. I partecipanti sono stati divisi in tre gruppi: asintomatico, delicato-moderato e severo (coloro che ospedalizzazione richiesta). Le analisi disponibili nel commercio di ELISA sono state usate per individuare anti-SARS-CoV-2 IgG e gli anticorpi di IgM.

Inizialmente, quasi 40% delle persone ha verificato la quantità negativa a tutti gli anticorpi. Questa proporzione è diminuito più successivamente, suggerendo che soltanto richiedesse più tempo affinchè gli anticorpi si sviluppasse. Più di 45% dei partecipanti ha mostrato i risultati dei test positivi per tutti gli anticorpi il giorno uno. Questo numero ha cominciato a diminuire a partire dal giorno 180, principalmente dovuto i numeri di caduta delle prove positive di IgM. Il giorno 270, soltanto 12,1% delle persone hanno mostrato i risultati negativi sia sulle prove di IgM che di IgG. 67% dei partecipanti è rimanere positivo per gli anticorpi anti--nucleocapsid di IgG attraverso l'intero anno.

I livelli Anti--nucleocapsid dell'anticorpo di IgM erano il più in anticipo da cadere, con i livelli mediani dell'anticorpo che scendono sotto la soglia della positività il giorno 270. Gli anticorpi di IgG che hanno mostrato l'abilità obbligatoria sufficiente al nucleocapsid e quelli che hanno mostrato le abilità obbligatorie sufficienti alla proteina della punta sono rimanere costanti a partire dal giorno 15 al giorno 360.

Per sia IgG che IgM, gli anticorpi che mirano alle proteine del nucleocapsid non hanno evidenziato differenza significativa nei livelli i giorni 270 e 0. Unsurprisingly, quelli nella categoria “severa„ hanno mostrato i livelli elevati dell'anticorpo in tutto lo studio. Ciò è almeno parzialmente probabile dovuto la malattia che dura più lungamente le persone in quel gruppo. Inizialmente, le persone asintomatiche hanno mostrato i livelli elevati che quelle con i sintomi del delicato-moderato, ma questi hanno invertito rapidamente di giorno 15.

Gli studi precedenti hanno supportato i risultati degli anticorpi anti--nucleocapsid di IgM della proteina che rimangono sopra la soglia di rilevazione nei pazienti del delicato-moderato. Ciò è probabilmente dovuto lo sviluppo dei linfociti B alla memoria IgMs che continuano a produrre gli anticorpi anti--nucleocapsid specifici durante tutto l'anno.

Conclusione

Mentre non si sa se questi modelli rimarranno corregga le persone vaccinate, gli autori sottolineano l'importanza del loro studio nel contribuire a capire col passare del tempo calare dell'immunità naturale. Tale comprensione potrebbe essere di massima importanza nella politica sanitaria di salute pubblica d'informazione, come quando la gente infettata potrebbe essere vaccinata e quando le persone immunocompromised potrebbero sicuro spazi pubblici senza restrizioni o maschere che seguono i programmi di vaccinazione completati.

avviso *Important

il medRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite

Journal reference:
  • Violán, C. et al. (2021) "Antibody kinetics to SARS-CoV-2 at 13.5 months, by disease severity". medRxiv. doi: 10.1101/2021.09.10.21262527.
Sam Hancock

Written by

Sam Hancock

Sam completed his MSci in Genetics at the University of Nottingham in 2019, fuelled initially by an interest in genetic ageing. As part of his degree, he also investigated the role of rnh genes in originless replication in archaea.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Hancock, Sam. (2021, September 20). I modelli dell'anticorpo SARS-CoV-2 descrivono le differenze fra la cinetica degli anticorpi differenti. News-Medical. Retrieved on November 29, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20210920/SARS-CoV-2-antibody-models-describe-differences-between-the-kinetics-of-different-antibodies.aspx.

  • MLA

    Hancock, Sam. "I modelli dell'anticorpo SARS-CoV-2 descrivono le differenze fra la cinetica degli anticorpi differenti". News-Medical. 29 November 2021. <https://www.news-medical.net/news/20210920/SARS-CoV-2-antibody-models-describe-differences-between-the-kinetics-of-different-antibodies.aspx>.

  • Chicago

    Hancock, Sam. "I modelli dell'anticorpo SARS-CoV-2 descrivono le differenze fra la cinetica degli anticorpi differenti". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20210920/SARS-CoV-2-antibody-models-describe-differences-between-the-kinetics-of-different-antibodies.aspx. (accessed November 29, 2021).

  • Harvard

    Hancock, Sam. 2021. I modelli dell'anticorpo SARS-CoV-2 descrivono le differenze fra la cinetica degli anticorpi differenti. News-Medical, viewed 29 November 2021, https://www.news-medical.net/news/20210920/SARS-CoV-2-antibody-models-describe-differences-between-the-kinetics-of-different-antibodies.aspx.