Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'ipertensione nella gravidanza di COVID-19-affected si è collegata all'alto caricamento SARS-CoV-2 in placenta

Il coronavirus 2 (SARS-CoV-2) di sindrome respiratorio acuto severo ha catturato un tributo enorme sulla razza umana, poichè ha causato le morti oltre di 4,69 milioni ed ha infettato quasi 229 milioni mondiali. Un nuovo studio pubblicato sul medRxiv* del " server " della pubblicazione preliminare trova che l'ipertensione che segue l'infezione virale è associata con un alto caricamento virale placentare in donne incinte che sono diagnosticate con la malattia 2019 (COVID-19) di coronavirus.

Studio: Alto caricamento virale SARS-Cov-2 in placenta dei pazienti con i disturbi ipertensivi dopo COVID-19 durante la gravidanza. Credito di immagine: mikumistock/Shutterstock.com

Sfondo

La gravidanza è stata identificata come stato ad alto rischio per COVID-19 severo. Infatti, la consegna prematura, i disturbi ipertensivi della gravidanza e l'aborto sono stati collegati all'avvenimento di COVID-19 nella gravidanza.

Nello studio corrente, i ricercatori hanno trovato che SARS-CoV-2 è molto più spesso presente nella placenta delle donne che soffrono COVID-19 durante la gravidanza e successivamente sviluppano i disturbi ipertensivi della gravidanza (HDP). Fra questi è l'pre-eclampsia, che è caratterizzata dal suo avvenimento soltanto durante la gravidanza e dalle anomalie endoteliali indotte dal virus che causa la disfunzione dell'multi-organo.

COVID-19 stesso è associato con infiammazione endoteliale negli organi differenti che sono indotti sia dal virus che dalla risposta infiammatoria del host. Il ricevitore dell'enzima di conversione dell'angiotensina 2 (ACE2), che è usato da SARS-CoV-2 per guadagnare l'entrata nel host, è espresso nell'epitelio alveolare del polmone come pure nelle celle endoteliali, che possono essere vulnerabili dirigere l'attacco virale.

La versione dysregulated delle citochine può anche rifornire il danno di combustibile endoteliale. Catturati insieme, questi fattori piombo al danno ed all'infiammazione vascolari causati dalla lesione endoteliale. Questo tipo di lesione può provocare la trombosi ed il micro-angiopathy, che sono collegati con disfunzione endoteliale di fondo.

Le ragioni per pre-eclampsia di COVID-19-like sono sconosciute; tuttavia, alcuni pensano che possano essere dovuto la presenza del virus nella placenta. Ciò era inizialmente probabilmente un evento raro, sostenuto dall'avvenimento raro della trasmissione verticale dalle madri di SARS-CoV-2-positive durante le ultime settimane della gravidanza.

Recentemente, i ricercatori hanno indicato che SARS-CoV-2 era presente ai bassi livelli in circa 50% delle placente. Tuttavia, nessun segno della lesione o di tutta la correlazione con i risultati difficili nella madre o nel feto è stato riferito.

Gli alti livelli di acido ribonucleico virale (RNA) sono stati trovati in un singolo paziente che egualmente ha avuto una lesione grave alla placenta, come dimostrato dal deposito diffuso della fibrina, dalla necrosi del livello nutritivo e dalla morte delle cellule. Ciò ha richiesto lo studio corrente, che ha mirato ad esaminare come il caricamento virale in tessuto placentare ai tempi della nascita è stato collegato con lo sviluppo di HDP.

Circa lo studio

Nello studio corrente, gli scienziati hanno trovato che di 14 donne con COVID-19 e HDP, 9 donne hanno avute pre-eclampsia, mentre i 5 rimanenti hanno avuti ipertensione gestazionale. Rispetto alle gravidanze di controllo COVID-19-positive, il gruppo HDP-COVID-19 ha avuto bambini più leggeri a circa 2,9 chilogrammi contro 3,2 chilogrammi nell'ex gruppo. Ciò può essere dovuto il più grande numero delle donne che sono state incitate per lavoro o hanno avute taglio cesareo nel gruppo di HDP.

Tuttavia, la percentuale di bambini che erano piccoli per l'età gestazionale (spese generali, amministrative e di vendita) o acidotic era simile in entrambi i gruppi. Soltanto due delle 28 donne nei due gruppi hanno avuti sintomi severi, con 13 ogni segnalazioni nessun o i sintomi delicati.

Il numero delle placente con RNA SARS-CoV-2 era 10, con nove di questi che sono nel gruppo di HDP e 7/9 che è nelle donne con pre-eclampsia. Tre delle placente RNA-positive hanno mostrato gli alti caricamenti del RNA, con la soglia del ciclo che è 28 o di meno rispetto ad una mediana di 30,6 nelle sette placente restanti.

Tutte e sei le donne con HDP hanno avute placente RNA-positive ed interamente erano state infettate durante il primo o secondo acetonide. Al contrario, uno dei sei comandi infettati nella fase corrispondente ma senza HDP ha verificato il positivo a RNA placentare SARS-CoV-2. C'è una probabilità che la presenza del virus promuove HDP, o che HDP incoraggia SARS-CoV-2 a colonizzare la placenta.

Delle 10 gravidanze con l'infezione iniziale, uno è rimanere positivo fino alla consegna, mentre sette placente hanno mostrato la presenza del virus. L'infezione iniziale nella gravidanza sembra predisporre la persistenza di SARS-CoV-2 nella placenta.

Mentre 13 bambini erano positivi per gli anticorpi al virus nei loro primi dieci giorni, interamente indicato la presenza di immunoglobulina G (IgG), una classe dell'anticorpo che rappresenta tipicamente uno stadio avanzato della risposta immunitaria. L'anticorpo di acuto-fase, IgM, non è stato trovato in c'è ne dei dieci bambini. IgA, che egualmente è collegato con la fase in anticipo della risposta immunitaria, egualmente non è stato individuato in c'è ne dei dieci bambini.

% della placenta positiva di RT-PCR: i casi raggruppano contro il gruppo di controllo. Dieci placente (35,7% = 3,57% + 32,14%) hanno verificato il positivo a RNA SARS-CoV-2. Nove placente positive nei casi raggruppano (9/28, 32,14%) mentre nel gruppo di controllo soltanto una placenta era positiva (1/28, 3,57%). Sette (7/28, 25%) appartengono alle donne diagnosticate con preeclampsia contro due di nove appartengono alle donne diagnosticate con ipertensione gestazionale (2/28, 7,14%).

Le tre placente con gli alti caricamenti virali provenivano dalle donne con pre-eclampsia severa. Gli autori brevemente hanno discusso i tre casi, di quale sono stati infettati presto con il virus, verificanti la quantità negativa dopo due settimane. Questa pre-eclampsia sviluppata paziente a 35 settimane, è stata ospedalizzata ed il bambino ha consegnato due giorni dopo la pesatura dei 1,9 chilogrammi. Questa donna era negativa per il virus all'ammissione ed il bambino era sieronegativo.

La seconda donna ha avuta una gravidanza gemellare ed ha contrattato il virus a quasi 27 settimane, con un caricamento virale molto alto ed ha verificato la quantità negativa a 34 settimane. I suoi due bambini sono stati consegnati dal taglio cesareo di emergenza a 37 settimane a causa di pre-eclampsia, che ha presentato alla settimana 35 ma erano non severi fino alla settimana 37. I bambini gemellati hanno pesato 3,3 e 3,4 chilogrammi, rispettivamente ed il sangue di cavo erano IgG-positivi e IgM-negativi.

La terza donna egualmente ha avuta una gravidanza gemellare, con un a basso rischio di pre-eclampsia di presto-inizio. Ha verificato il positivo a virus a 38 settimane con ipertensione. L'inizio della sindrome di HELLP a 38 settimane piombo ad un taglio cesareo elettivo, con i bambini che pesano 2,8 chilogrammi ciascuno. Entrambi i bambini hanno verificato il positivo a SARS-CoV-2 e seroconverted durante la loro terza settimana dopo la nascita. La placenta egualmente ha verificato il positivo a virus.

Implicazioni

I risultati di questo studio indicano che le donne incinte con COVID-19 che sviluppano HDP sono molto più probabili avere virus rilevabile nel tessuto placentare rispetto a quelli senza HDP. Secondariamente, l'pre-eclampsia è collegata ad un più alto caricamento virale nella placenta che l'ipertensione gestazionale.

Nei casi di cui sopra, l'infezione si è presentata nei primi, in secondo luogo e nei terzi acetonidi, rispettivamente.

“Una relazione fra un più alto caricamento virale nel tessuto della placenta e la severità del disturbo ipertensivo merita la considerazione.„

Ulteriore ricerca che comprende un più grande numero dei pazienti sarà richiesta per confermare un tal collegamento come pure il meccanismo se presente. I meccanismi patogenetici suggeriti comprendono la lesione endoteliale dovuto l'infezione, la risposta infiammatoria ospite, o l'infezione delle celle nutritive della placenta.

“Il nostro lavoro contribuisce alla comprensione di come il virus SARS-CoV-2 pregiudica la gravidanza. La migliore comprensione del trattamento placentare di malattia può aiutare o potrebbe essere essenziale per il video appropriato durante la gravidanza e la fornitura della cura postnatale appropriata.„

avviso *Important

il medRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
Dr. Liji Thomas

Written by

Dr. Liji Thomas

Dr. Liji Thomas is an OB-GYN, who graduated from the Government Medical College, University of Calicut, Kerala, in 2001. Liji practiced as a full-time consultant in obstetrics/gynecology in a private hospital for a few years following her graduation. She has counseled hundreds of patients facing issues from pregnancy-related problems and infertility, and has been in charge of over 2,000 deliveries, striving always to achieve a normal delivery rather than operative.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Thomas, Liji. (2021, September 20). L'ipertensione nella gravidanza di COVID-19-affected si è collegata all'alto caricamento SARS-CoV-2 in placenta. News-Medical. Retrieved on November 29, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20210920/Hypertension-in-COVID-19-affected-pregnancy-linked-to-high-SARS-CoV-2-load-in-placenta.aspx.

  • MLA

    Thomas, Liji. "L'ipertensione nella gravidanza di COVID-19-affected si è collegata all'alto caricamento SARS-CoV-2 in placenta". News-Medical. 29 November 2021. <https://www.news-medical.net/news/20210920/Hypertension-in-COVID-19-affected-pregnancy-linked-to-high-SARS-CoV-2-load-in-placenta.aspx>.

  • Chicago

    Thomas, Liji. "L'ipertensione nella gravidanza di COVID-19-affected si è collegata all'alto caricamento SARS-CoV-2 in placenta". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20210920/Hypertension-in-COVID-19-affected-pregnancy-linked-to-high-SARS-CoV-2-load-in-placenta.aspx. (accessed November 29, 2021).

  • Harvard

    Thomas, Liji. 2021. L'ipertensione nella gravidanza di COVID-19-affected si è collegata all'alto caricamento SARS-CoV-2 in placenta. News-Medical, viewed 29 November 2021, https://www.news-medical.net/news/20210920/Hypertension-in-COVID-19-affected-pregnancy-linked-to-high-SARS-CoV-2-load-in-placenta.aspx.