Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La variante di delta SARS-CoV-2 ha livelli elevati virali del RNA e l'infettività aumentata, suggerisce lo studio

I ricercatori negli Stati Uniti hanno avvertito che la variante B.1.617.2 (delta) del coronavirus 2 (SARS-CoV-2) di sindrome respiratorio acuto severo che in primo luogo è stato individuato in India sembra essere sensibilmente più contagiosa del B.1.1.7 (alfa) che in primo luogo è emerso nel Regno Unito.

Studio: La misura quantitativa del virus contagioso nellStudio: La misura quantitativa del virus contagioso nell'alfa SARS-CoV-2, nel delta e nelle varianti epsilon rivela il più alta infettività (titolo virale: Rapporto del RNA) in campioni clinici che contengono il delta e le varianti epsilon. Credito di immagine: Studio Shutterstock di Borealis della corona

Il virus SARS-CoV-2 è l'agente responsabile della pandemia in corso di malattia 2019 di coronavirus (COVID-19) che minaccia la salute pubblica globale e l'economia mondiale.

“Gli studi precedenti indicano che i campioni clinici raccolti dalle persone infettate con la variante di delta possono contenere i livelli elevati di RNA che le varianti precedenti, ma la relazione fra RNA virale ed il virus contagioso per le diverse varianti è sconosciuta,„ ha detto i ricercatori dall'università di Vermont a Burlington, l'università di Washington a Seattle e di Faraday, Inc. a Burlington

Ora, Emily Bruce ed i colleghi hanno misurato sia il RNA virale che i livelli contagiosi del virus in 165 campioni clinici che contengono le varianti (epsilon) B.1.1.7 (alfa), B.1.617.2 (delta) e B.1.429/B.1.427 di SARS-CoV-2.

Lo studio ha trovato che il delta e le varianti epsilon hanno esibito l'infettività significativamente più alta che l'alfa, con il delta che contiene circa sei virus più contagiosi di volte per la stessa quantità di RNA.

“Questo aumento nell'infettività suggerisce che le misure aumentate (vaccinazione, mascherare, distanziare, ventilazione) siano necessarie gestire il delta confrontato all'alfa,„ scrive il gruppo.

Una versione della pubblicazione preliminare della pubblicazione è disponibile sul " server " del medRxiv* mentre l'articolo subisce la revisione tra pari.

Le varianti emergenti rappresentano una minaccia a gestire la pandemia COVID-19

Malgrado lo sviluppo rapido di parecchi efficaci vaccini COVID-19, l'emergenza del romanzo, varianti geneticamente distinte SARS-CoV-2 rappresenta una minaccia contro gestire la pandemia.

Le mutazioni acquistate nel genoma virale possono provocare gli stirpi con transmissibility aumentato e le capacità immuni di fuga.

Nell'autunno di 2020, l'alfa variante che è emerso nel Regno Unito è stata associata con la trasmissione aumentata e successivamente ha designato una variante di preoccupazione (VOC) da ora a dicembre 2020.

Similmente, lo stirpe epsilon che è emerso nel transmissibility della California da ora alla fine di novembre 2020 e nei segni aumentati esibiti della fuga immune parziale, con conseguente sua classificazione come variante di interesse (VOI) da ora a marzo 2021.

Che cosa circa la variante di delta?

Da allora, lo stirpe di delta, in primo luogo individuato in India in primavera di 2021, sembra outcompeted entrambe varianti ed ora rappresenta circa 90% delle sequenze virali globalmente.

Questo aumento nella diffusione globale, combinata con un aumento possibile nella severità di malattia rispetto all'alfa, piombo al delta lo stirpe che è classificato come VOI nell'aprile 2021 e poi un COV il seguente mese.

Gli studi hanno riferito che i livelli virali del RNA in campioni clinici infettati con la variante di delta sono superiori a quelli infettati con le varianti precedenti.

Tuttavia, “l'una difficoltà nell'interpretazione dell'infettività virale si trova nell'uso molto diffuso dei livelli virali del RNA come misure del caricamento virale. Mentre è logico presupporre una relazione fra RNA ed i livelli virali contagiosi, è improbabile questo è un rapporto fisso in tutti gli scenari,„ scrive Bruce ed i colleghi.

“La misura quantitativa del virus competente della replica dall'analisi del fuoco o della placca migliorerebbe la capacità di determinare ed interpretare i caricamenti virali contagiosi per le attuali e varianti future, compreso VOI ed il COV,„ dicono.

Che cosa i ricercatori hanno fatto?

Per studiare la relazione fra il virus replica-competente ed il RNA virale, il gruppo ha misurato il titolo virale contagioso (facendo uso del micro-fuoco che forma le analisi) come pure i livelli virali totali e subgenomic del RNA (da reazione a catena quantitativa della polimerasi di transcriptase inverso [RT-PCR]) in 165 esemplari clinici che contengono l'alfa, l'epsilon o le varianti di delta.

Lo studio ha rivelato un ad alto livello della variabilità nel rapporto di RNA al titolo virale, specialmente nel delta.

Così come la variabilità osservata per i diversi campioni, le tendenze di infettività globale hanno differito fra le tre varianti.

Rispetto all'alfa variante, il delta e l'epsilon hanno avuti virus più contagioso di 5,9 e 4,3 volte, rispettivamente, per i campioni con lo stesso RNA virale totale. Una simile tendenza è stata osservata quando confronta i titoli contagiosi al RNA subgenomic livella.

Misure aumentate state necessarie per gestire variante di delta

I ricercatori dicono che che le manifestazioni variabili di delta sono aumentato l'infettività d'individuazione rispetto all'alfa è in conformità con la trasmissione e la diffusione aumentate osservate per questa variante. È egualmente in conformità con i rapporti che indicano che quello il virus in tensione è più probabile essere isolato dagli esemplari clinici che contengono il delta, essi aggiunge.

“L'infettività aumentata osserviamo nelle sottolineature cliniche dei campioni di delta l'esigenza delle misure aumentate per impedire la trasmissione a coloro che rimane vulnerabile, quale la vaccinazione diffusa, mascherando, distanziando e la ventilazione migliore,„ conclude il gruppo.

avviso *Important

il medRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
  • Despres, H. et al. (2021) "Quantitative measurement of infectious virus in SARS-CoV-2 Alpha, Delta and Epsilon variants reveals higher infectivity (viral titer:RNA ratio) in clinical samples containing the Delta and Epsilon variants.". medRxiv. doi: 10.1101/2021.09.07.21263229.
Sally Robertson

Written by

Sally Robertson

Sally first developed an interest in medical communications when she took on the role of Journal Development Editor for BioMed Central (BMC), after having graduated with a degree in biomedical science from Greenwich University.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Robertson, Sally. (2021, September 22). La variante di delta SARS-CoV-2 ha livelli elevati virali del RNA e l'infettività aumentata, suggerisce lo studio. News-Medical. Retrieved on December 09, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20210922/SARS-CoV-2-delta-variant-has-higher-viral-RNA-levels-and-increased-infectivity-suggests-study.aspx.

  • MLA

    Robertson, Sally. "La variante di delta SARS-CoV-2 ha livelli elevati virali del RNA e l'infettività aumentata, suggerisce lo studio". News-Medical. 09 December 2021. <https://www.news-medical.net/news/20210922/SARS-CoV-2-delta-variant-has-higher-viral-RNA-levels-and-increased-infectivity-suggests-study.aspx>.

  • Chicago

    Robertson, Sally. "La variante di delta SARS-CoV-2 ha livelli elevati virali del RNA e l'infettività aumentata, suggerisce lo studio". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20210922/SARS-CoV-2-delta-variant-has-higher-viral-RNA-levels-and-increased-infectivity-suggests-study.aspx. (accessed December 09, 2021).

  • Harvard

    Robertson, Sally. 2021. La variante di delta SARS-CoV-2 ha livelli elevati virali del RNA e l'infettività aumentata, suggerisce lo studio. News-Medical, viewed 09 December 2021, https://www.news-medical.net/news/20210922/SARS-CoV-2-delta-variant-has-higher-viral-RNA-levels-and-increased-infectivity-suggests-study.aspx.